Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, De Zerbi: “Partita di grande cuore. Mi è piaciuto l’atteggiamento”

Scritto da il 18 febbraio 2018 alle 18:27 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Queste le dichiarazioni del tecnico Roberto De Zerbi dopo il prezioso successo sul Crotone
“Il Benevento mi è piaciuto molto nel primo tempo e poi nella ripresa fino al 2-2. Quello che mi è piaciuto di più è stato l’atteggiamento e il cuore mostrato contro una buona squadra. Per me il Crotone è la squadra da prendere da esempio.
Letizia l’ho tolto perché temevo in un secondo cartellino giallo e non volevo finire in dieci come successo contro il Sassuolo. Questo mi ha tolto la spinta perché Sagna non è ancora al top. Sapevamo che prendere questi tipi di giocatori avrebbe potuto toglierci qualcosa perché non al top.
E’ difficile per me fare la formazione in questo momento.
Ci aspettavamo così il Crotone. Abbiamo fatto bene il primo tempo anche sotto il punto di vista del gioco. Siamo riusciti a stanarli un paio di volte. Quando ho messo dentro Diabate volevo sfruttare le sue doti aeree, giocando palla alta.
Bisogna sempre mettere cuore e intelligenza in ogni gara. Non dobbiamo mai darci per morti. Voglio che le altre squadre pensino che il Benevento dia fastidio con le proprie individualità, ma anche con i nostri limiti e con le nostre lacune.
FORMAZIONE – Guilherme non ha giocato perché aveva il ginocchio gonfio. Cataldi ha fatto solo due allenamenti. Poi ho fatto le scelte anche in base alle caratteristiche dell’avversario. Ho messo Letizia a sinistra per contrastare Ricci quando rientrava sul mancino. Tosca ha fatto bene anche se anche lui deve crescere.
Quota salvezza? Non ci penso. Penso solo a giocare partita dopo partita. Andiamo a Milano a giocare con l’Inter cercando con umiltà di portare qualcosa a casa. Sandro è un grande giocatore soprattutto dal punto di vista umano. Si aggrega alla squadra solo il giovedì perché è in ritardo di preparazione, ma a me va bene così perché ci mette sempre cuore e intelligenza. Sandro è un leader come lo può essere Brignola.
Tutti sono stati bravi oggi, non solo Viola, ma anche Venuti, Djuricic, Parigini e Coda che si è battuto alla grande. Da domani iniziamo a preparare la gara contro l’Inter, sperando di portare a casa qualche punto.
Perché ho giocato sulle fasce? Djuricic era l’unico a poter lavorare tra le linee ma il Crotone le chiudeva molto bene lasciandoci spazio sugli esterni. Comunque in questo modo abbiamo fatto gol anche alla Roma.”

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628