Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Seggiolini anti-abbandono, c’è tempo fino al 6 marzo per mettersi in regola

Scritto da il 24 febbraio 2020 alle 19:30 e archiviato sotto la voce Cronaca, Foto, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Seggiolini anti-abbandono, c’è tempo fino al 6 marzo per mettersi in regola

Era prevista per il 7 novembre 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo di mettere in auto seggiolini, per bambini sotto i 4 anni di età, dotati di sistema anti-abbandono. Subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che prevedeva detto obbligo però, i dispositivi sono andati esauriti nei negozi specializzati, generando non poche difficoltà per le famiglie che non sono riuscite a reperirli per mettersi in regola, rimanendo quindi esposte alla prevista sanzione da 81 a 326 euro (56,70 euro se il pagamento avviene entro 5 giorni) più la decurtazione di 5 punti dalla patente.
Per venire incontro a tutti coloro che non sono riusciti a reperire i dispositivi anti abbandono, il governo ha disposto di procrastinare la vigenze dell’obbligo di cui sopra, la cui entrata in vigore definitiva avverrà il prossimo 6 marzo 2020. A partire da quella data, pertanto, i genitori di bambini di età inferiore ai 4 anni, dovranno avere a bordo del veicolo un dispositivo anti abbandono che li avverta nel caso in cui si dimentichino in auto il proprio figlio. Si tratta di un piccolo cuscino che fa squillare il telefono dell’autista se la macchina è spenta e il bambino è ancora a bordo del veicolo.

Allo stesso modo, se il telefono della persona alla guida si allontana dall’auto con ancora a bordo un peso sul seggiolino, scatta un allarme sonoro. Un dispositivo simile è stato pensato anche per chi ha già un seggiolino per l’auto e deve solo implementare l’allarme.
Al di là del nuovo obbligo e della relativa sanzione bisogna in ogni caso ricordare che, stando all’ultima rilevazione Istat, dei 172.344 incidenti con lesioni a persone occorsi in Italia nel 2018, la maggior parte si sono verificati su strade urbane e quindi su quei tratti di strada che si pensano meno pericolosi e che sono spesso oggetto di tragitti brevi. Sono principalmente questi gli scenari in cui va rimarcata l’importanza dell’utilizzo corretto dei seggiolini, atteso che per i bambini gli incidenti d’auto sono tra le prime cause di morte e che, per converso, l’uso del seggiolino, riduce del 90 % il rischio di lesioni gravi o mortali dei più piccoli.
Tornando ai seggiolini anti abbandono, la Polizia Stradale di Benevento ricorda agli utenti interessati che per il relativo acquisto è previsto un incentivo i cui riferimenti si possono trovare sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (www.mit.gov.it) e del Ministero dell’Economia e delle Finanze (www.mef.gov.it).

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624