Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Inzaghi: “Al Frosinone non regaleremo nulla. La base da cui ripartire è buona.”

Scritto da il 23 luglio 2020 alle 13:11 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Queste le dichiarazioni del tecnico del Benevento Filippo Inzaghi alla vigilia del match dello ‘Stirpe’ contro il Frosinone.

Mi aspetto che la squadra faccia una grande partita. Dobbiamo continuare nel nostro processo di crescita. Non siamo quelli di qualche mese fa, ma disputeremo una grande partita.
Abbiamo già il record della B a 20 squadre che era 70, fare anche quello a 22 sarebbe il massimo ma è complicato.
FROSINONE – Col Frosinone sarà una partita difficile. Nesta è un grande amico che stimo, abbiamo vinto tanto insieme, ma sa che per 90 minuti darò il massimo. Loro sono molto motivati. Per noi sarà un bel banco di prova. Conosciamo i pericoli che il Frosinone potrà apportare, ma guardo a miei giocatori. Abbiamo preparato bene la gara.
GIOVANI – La cosa più bella di questo periodo sono stati i giovani che non sono andati in campo allo sbaraglio né ho dato loro il contentino. Se lo sono meritato. Di Serio è quello che sta più avanti di tutti anche per struttura.
SQUADRA – Nella squadra regna un grande equilibrio. Mi hanno dato tantissimo in questa stagione e non finirò mai di ringraziarli. Abbiamo fatto qualcosa di impensabile e straordinario. Adesso è difficile allenarsi per il gran caldo che fa. Ai ragazzi chiedo solo di uscire a testa alta.
Loro saranno a duemila perché hanno da fare la partita della vita.
SINGOLI – Viola e Hetemaj? Hetemaj giocherà la prossima e ci darà una mano se ne avessimo bisogno. Viola non ci sarà, è ancora alle prese con un infortunio. Stesso discorso per LEtizia e Volta. Giocherà Tuia e sicuramente un giovane.
Moncini? Stiamo facendo un lavoro particolare con lui. Per ciò non è al massimo della forma. E’ un centravanti su cui vogliamo puntare anche l’anno prossimo. Voglio portarlo al meglio per la fine del campionato.
Gori doveva giocare col Livorno, ma ha voluto che giocasse Montipò perché sapeva che ci teneva al record di clean sheat. E’ spettacolare come uomo; ha fatto lo stesso anche a Venezia, facendo giocare Vicario al suo posto. Purtroppo non prendere gol non è sempre facile. Avete visto cosa è capitato col Livorno.
FUTURO – Per l’incertezza che regna sappiamo poco. Ci piacerebbe andare in ritiro ma dobbiamo fare i conti con diverse situazioni logistiche.
PUNTI FORZA E DEBOLEZZA – Quando si fanno tutti questi record significa che la base da cui partire è buona, anzi ottima. Nessuno ha fatto tutto questo. Non accadeva da 40 anni. Se i ragazzi sono stati capaci di fare tutto questo significa che alla base c’è qualcosa di speciale sia al livello umano che tecnico. Poi sappiamo che per un campionato difficile come la serie A servono giocatori importanti. Speriamo che arrivino tutti quelli che ci siamo prefissati.
Remy? L’addio non è ancora ufficiale. Vedremo cosa accadrà. Il ragazzo era felice di venire da noi. Il dottore ne saprà più di noi. Io sono in attesa di notizie confortanti e spero come voi in un colpo di coda.
Questo è un gruppo straordinario. Ha fatto talmente tanti record che non li ricordo tutti. Sanno quando devono scherzare e quando fare sul serio. C’è una differenza tra vincere un campionato e stravincerlo.
ADDII – L’unica cosa brutta di questo mestiere è fare delle scelte. So che qualcuno dovrà lasciarci, ma sarò trasparente con loro. Perché sono stato calciatore e mi dava fastidio quando non lo facevano con me. Credo che i giocatori apprezzeranno.

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624