Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Impianto biodigestore di Sassinoro, esposto alla Procura della Repubblica

Scritto da il 20 aprile 2020 alle 16:53 e archiviato sotto la voce Ambiente, Foto, Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Impianto biodigestore di Sassinoro, esposto alla Procura della Repubblica

Stamani alla Rocca dei Rettori si è svolta una riunione sulla vicenda dell’impianto biodigestore in Sassinoro di cui la Regione Campania ha autorizzato l’avvio delle attività.

All’incontro, convocato e presieduto da Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, hanno preso parte: il Sindaco di Sassinoro, Pasqualino Cusano; il Presidente del Comitato Civico “Rispetto e Tutela del territorio” di Sassinoro, Nicola Zacchino, e, per la parte tecnica della Provincia: il Direttore Generale, Nicola Boccalone; il Dirigente del Settore Tecnico, Angelo Giordano, il Responsabile dell’Avvocatura, Giuseppe Marsicano.

Al termine della riunione, dopo un esame approfondito degli atti e provvedimenti del “dossier”, si è appreso che i rappresentanti istituzionali e dei cittadini hanno ribadito il parere contrario, peraltro più volte espresso formalmente in passato, alla realizzazione e gestione di un impianto di messa in riserva, trattamento e recupero rifiuti per la produzione di compost da ubicarsi nell’area PIP di contrada Pianelle del Comune di Sassinoro.

Esso, infatti, è ritenuto incompatibile con la tutela dell’ambiente e del territorio circostante, anche perché fonte potenziale di inquinamento del vicino (meno di trecento metri) fiume Tammaro e dell’invaso artificiale creato dallo sbarramento di Campolattaro, della potenzialità di 85 milioni di metri cubi d’acqua, per il quale la stessa Regione ha intenzione di realizzare un impianto di potabilizzazione a servizio della cittadinanza campana.

Quest’ultimo e sostanziale rilievo, da sempre costituente la base delle principali contestazioni da parte della Provincia, è stato acclarato in sede tecnica da un Soggetto terzo, ovvero l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale (AdB DAM), che ha provveduto su richiesta del Tribunale ad una perizia tecnica regolarmente depositata agli Atti.

Espressa soddisfazione per la decisione delle scorse ore del Tar Campania di sospendere l’efficacia del provvedimento della Regione di autorizzazione all’avvio delle attività del biodiogestore, il Presidente della Provincia è stato delegato a presentare un esposto alla Magistratura penale di Benevento finalizzato a segnalare le asserite anomalie ed illegittimità dei provvedimenti alla base dell’autorizzazione regionale per l’avvio delle attività dell’impianto.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624