Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, Filippo Inzaghi: “Oggi grande prova. Felice per Gyamfi”

Scritto da il 23 novembre 2019 alle 19:03 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Oggi era una gara da non sbagliare che il Benevento ha interpretato bene, vincendo, nonostante l’emergenza in difesa. Soddisfatto Pippo Inzaghi a fine gara. Queste le sue parole.
“L’avevo immaginata così. Oggi sono felice anche per quello che ci è successo. Senza difensori centrali Gyamfi è stato l’emblema di questa gara. Non ha mai giocato centrale, ma aveva tanta voglia di giocare. Questi ragazzi sono incredibili. Dovevamo chiuderla prima, ma i ragazzi sono stati bravi.
Abbiamo fatto una partita da 10. Perché non rischiare niente con una squadra come il Crotone devi per forza aver fatto una super partita. Ad Antei ho detto che deve arrabbiarsi con se stesso se non gioca ancora in serie A. Anche Improta quando è entrato mi ha dato tanto.
Sono partito con questo modulo perché volevo mettere tre attaccanti sui loro tre difensori. Poi nella ripresa ho preferito mettere il modulo abituale per evitare qualche cross in più.
Gli elogi vanno alla società, al ds che ha costruito la squadra, al presidente che ci sta sempre vicino e ai giocatori. Io preferisco prendermi le critiche.
Coda? Gli faccio i complimenti per come si è sacrificato su Barberis. Non mi preoccupo se non segna, prima o poi si sbloccherà.
Sapevamo che potevamo concedere qualcosa sul possesso, ma è stato voluto per attaccare meglio i loro centrali che sono un po’ lenti. Volevamo giocare con le ripartenze. In alcune gare siamo noi a fare la partita ma in altre preferisco giocare così.
Ho sempre detto che quando i tre centrali di centrocampo stavano bene avrebbero giocati tutti e tre. Sarebbe stato un sacrilegio lasciarne uno fuori. Poi nella ripresa ho cambiato perché mi servivano forze fresche.
La capolista se ne va? Sono con i piedi per terra perché in B bastano due sconfitte e sei ripreso. Stasera dormo tranquillo per la prestazione di Gyamfi perché erano tre mesi che non giocava. Si è messo a piangere quando la squadra lo ha applaudito. C’è un gran gruppo qui. Voglio dare tutto me stesso per dare qualche soddisfazione a questi ragazzi.
La voglia di vincere deve sempre esserci. E’ una squadra di gran carattere ma possiamo ancora migliorare perché sotto porta sbagliamo ancora troppo, ma sono sereno per quanto i ragazzi stanno facendo.”
di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628