Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, De Zerbi: “Abbiamo fatto una buona partita ma potevamo fare meglio”

Scritto da il 7 aprile 2018 alle 18:53 e archiviato sotto la voce Calcio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Sul gioco non sono contento perché potevamo fare molto meglio”. Così il tecnico del Benevento, Roberto De Zerbi, nel post partita di Benevento-Juventus. “Sia nel primo che nel secondo tempo potevamo gestire meglio il pallone e salire in blocco nella loro metà campo. Abbiamo giocatori che possono fare la differenza negli ultimi 25 metri. Abbiamo fatto una buona partita ma potevamo fare meglio. Abbiamo preso due gol all’incrocio da due grandi campioni.
DIABATE – Ha fatto una grande partita ma ci stavamo abbassando troppo e per questo ho inserito Iemmello che tra l’altro si è presentato solo davanti al portiere.
Ho sostituito Brignola perché aveva giocato due partite e Guilherme solo 20 minuti col Verona. Ho inserito Cataldi e abbassato Sandro per evitare le giocate tra le linee di Dybala. E questa è stata la stessa logica utilizzato quando ho sostituito Sandro con Del Pinto. Potevo inserire Coda ma poi non avevo il filtro a centrocampo e non ne valeva la pena.
Per salvarsi forse è troppo tardi. Ma possiamo fare 6 partite, escludendoil Milan, giocarndocele tutte alla pari. Oggi non è ancora il tempo di tirare resoconti. Lo faremo alla fine. Giocheremo determinati anche quando la matematica ci darà la certezza della retrocessione.
FUTURO – Qui sto benissimo col presidente e con tutto l’ambiente. Ma oggi non è il momento. Poi bisogna capire come si riparte perché la retrocessione è pesante per tutti anche per me. Al momento non voglio pensarci.
La squadra era dispiaciuta perché potevamo far meglio. Il problema con queste squadre è farsi trovare pronti a battagliare con i campioni. Purtroppo anche i tiri all’incrocio dei pali devi pensare che fanno parte dei grande campioni. Questo tipo di gare a volte le devi giocare con maggiore spensieratezza, ma quando hai pochi punti questo diventa difficile. L’avevo chiesto anche a Milano, dove non abbiamo fatto male.
PROGETTO – La squadra non è ancora al 100% di come la vorrei, ma per diversi motivi. Questo è dovuto anche alla situazione. Ma ripeto io qui sto bene, solo che ora non voglio pensarci. Quando vi dicevo che alla salvezza credevo ero sincero. Per me sarebbe una cosa molto bella rimanere.
RITIRO – Per ora abbiamo due giorni liberi e poi vediamo se continua in vista dei prossimi impegni.
RIGORE – Il primo rigore? Vorrei capire come funziona il Var e sapere chi lo deve chiamare se i calciatori o l’arbitro. Un rigore come quello di Genova dato al 93’ si sarebbe dovuto consultare il Var quantomeno per scrupolo e non decidere così le sorti di una partita.”

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628