Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, Bucchi: “Sereno nonostante la sconfitta. Ci servirà per migliorare”

Scritto da il 1 ottobre 2018 alle 11:03 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Sereno, nonostante la sconfitta, mister Cristian Bucchi, l’allenatore del Benevento. Queste le sue dichiarazioni a fine gara.

“Il risultato ha fatto sì che stasera fosse una serataccia. Ma questo campionato lo sappiamo è difficile. Noi vogliamo far bene. Adesso dobbiamo lavorare sulla sconfitta. Lo faremo prima di tutto su noi stessi e sui nostri errori. Con la partita di oggi siamo tornati un po’ indietro, a quel Benevento di inizio stagione. Avevamo sbloccato subito la gara, ma non siamo stati bravi a gestire il vantaggio. Abbiamo concesso loro il palleggio, ma questo è stato il minore dei problemi. Nel primo tempo non hanno mai tirato in porta eccetto la punizione con la quale hanno segnato. Poi nel secondo abbiamo preso un gol che potevamo evitare. Abbiamo subito poco ma comunque abbiamo incassato tre gol. Abbiamo fatto tutto noi: fatto e disfatto.

CAMBIO MODULI – Nel primo tempo siamo passati 4-2-3-1 perché uscivamo in ritardo. Ho messo un uomo tra le linee per ritardare le loro uscite e fare pressione. Poi nel secondo sono passato a una linea a 5 centrocampisti alzando gli esterni perché volevo tagliare la loro difesa e cercare di giocare uno contro uno e mettere quanti più palloni possibili in area. Non siamo stati bravi ad aggirarli. Quando ci siamo riusciti, li abbiamo messi in difficoltà. Contano poi anche gli episodi negativi che abbiamo subito, come il rigore su Letizia che mi sembrava netto.

E’ una sconfitta che deve servirci per migliorare. Non credo che ci siamo seduti dopo le prestazioni esaltanti delle precedenti giornate, né fatti abbindolare dal vantaggio iniziale. Semplicemente non abbiamo gestito bene alcune fasi della gara. Con lo schieramento che avevano i nostri avversari eravamo in inferiorità a centrocampo ed è stato più che normale lasciare loro il controllo, ma occorreva leggere meglio la partita. Poi abbiamo sbagliato molti passaggi, mandando segnali all’avversario che eravamo in difficoltà nonostante non fosse vero. Mentalmente gli abbiamo dato coraggio. Una volta in vantaggio avremmo dovuto far capire loro che la partita era chiusa. Le partite si possono vincere anche 1-0 e se sei sotto puoi ancora recuperarla e giocartela senza frenesia fino alla fine. Quando giochi contro squadre che fanno densità a centrocampo devi andarli a chiudere sulla prima pressione, cioè quando uscivano col portiere, altrimenti dopo diventa difficile recuperare palla.

Alla squadra chiedo di giocare sempre a prescindere dall’avversario. Questa sera ci siamo fatti prendere dalla foga, cercando di portare la partita dalla nostra parte evitando gli errori. Questa sera non siamo stati bravi sugli episodi.

Puggioni? E’ un grande portiere. Ha la maturità giusta per capire che gli errori ci possono essere. Sono cose che possono capitare. Lui deve essere bravo a buttarseli subito alle spalle e continuare a giocare. Gli errori fanno parte del gioco. A volte ne benefici, altre volte no.

Nonostante la sconfitta sono sereno perché questa squadra è forte e saprà rialzarsi. Adesso potremo lavorare più arrabbiati.

Tello? E’ quello che ha giocato di più e ho dovuto fare delle rotazioni per preservarlo. Asensio è arrivato tardi e non è ancora nelle condizioni di fare i 95 minuti. Inoltre, non volevo precludermi la possibilità di mettere la seconda punta a gara in corso.”

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624