Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alla Basilica delle Grazie sesta edizione della Via Crucis organizzata dal Conservatorio

Scritto da il 26 marzo 2012 alle 19:31 e archiviato sotto la voce Attualità, Cultura & Spettacoli, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Domani, martedì 27 marzo, alle ore 19.30, presso la Basilica Maria Santissima delle Grazie in Viale San Lorenzo di Benevento, si terrà la sesta edizione della Via Crucis in forma di concerto promossa ed organizzata dal Conservatorio Statale di musica “Nicola Sala” di Benevento. Il filo conduttore di quest’anno è nel coinvolgimento della Chiesa particolare: Sulla Via della Croce con la Chiesa di Benevento. Protagonisti e testimoni principali dell’evento, infatti, saranno i parroci della Città che, assieme all’arcivescovo metropolita Andrea Mugione, pastore della Chiesa beneventana, cui è affidata la lettura dell’ultima stazione, leggeranno le meditazioni scritte qualche anno addietro da Giovanni Paolo II.
Mentre don Nazareno Tenga, don Nicola De Blasio, don Domenico Barbati, don Lupo Palladino, don Marco Franzese, mons. Pietro Florio, don Michele Villani, padre Giampiero Canelli ofm capp., mons. Mario De Santis, mons. Pompilio Cristino, padre Ermanno Cristini, mons. Pasquale Maria Mainolfi, mons. Abramo Martignetti, S.E. mons. Andrea Mugione faranno rivivere le parole del Beato Giovanni Paolo II e gli studenti del Conservatorio, Erika Cusano, Mina Troiano, Luciano Matarazzo, Emanuele Gentile, Sara Orlacchio, Antonio Amoriello e Giancarlo Torone declameranno i passi delle Sacre Scritture, gli organisti Fabrizio Fancello, Antonio Varriano e Antonio Caporaso eseguiranno, al monumentale organo Mascioni della Basilica della Madonna delle Grazie, musiche dei compositori di Léon Boëllmann (1862–1897), Sigfrid Karg-Elert (1877–1933), Louis Vierne (1870-1937), Charles-Marie Widor (1845–1937).
Si ricorderà che le passate edizioni sono state affidate a personaggi di spicco sia a livello nazionale sia a livello locale. Nel 2007, toccò a Lina Sastri, una delle più autorevoli interpreti del teatro italiano, che fu la voce recitante del Concerto-evento “Le chemin de la croix”, musiche di Marcel Dupré e testo di Paul Claudel; nel 2008, il giovane attore Gian Guido Baldi rivisitò e declamò i testi de’ La Via della Croce scritti da Mario Luzi, uno dei maggiori esponenti della poesia italiana del ‘900, accompagnati dalla musica di J.S. Bach; nel 2009 l’attore Giandomenico Cupaiuolo, propose le meditazioni di Gianfranco Ravasi, seguite dalle musiche di Mendelssohn. Nel 2010, la quarta edizione, la Via del dolore vede musica e medicina protagoniste, con allievi e professori del Conservatorio che propongono musiche cembalo-organistiche del compositore sannita, Giovanni Salvatore (1610-1688), nato a Castelvenere, e voci recitanti i medici primari e dirigenti dell’Azienda Ospedaliera “Rummo”, dell’Ospedale Sacro Cuore dei Fatebenefratelli e della Clinica Santa Rita.
Nel 2011, la Via Crucis del Conservatorio richiama il 150° anniversario dell’Italia unita, con l’esecuzione all’organo di brani di compositori italiani dell’800 e ‘900 e con il coinvolgimento delle Forze dell’Ordine e di Polizia,“Cirenei al servizio della quotidianità sui sentieri della pace”, il Prefetto e i massimi esponenti delle più importanti istituzioni civili e militari della città e della provincia percorrono simbolicamente e raccontano la Via della Croce, su testi del teologo Franco Piazza.

A cura di Rossella De Ioanni, studente del Biennio specialistico in Chitarra, indirizzo interpretativo-compositivo, collaboratrice Ufficio Comunicazione.

Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala”
Via Mario La Vipera, 1 – 82100 Benevento
Tel. 0824.21102 fax 0824.50355

www.conservatorionicolasala.eu

Gli interpreti:

FABRIZIO FANCELLO, dopo aver compiuto gli studi di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, sotto la guida del M° Attilio Baronti, ha approfondito svariati aspetti della interpretazione organistica, frequentando, presso le principali Accademie musicali italiane ed estere, corsi di perfezionamento tenuti da docenti quali J. Langlais, L.F. Tagliavini, T. Koopmann, M.C. Alain, L. Rogg, A. Isoir e G. Parodi.
Fin da giovane, affascinato dal canto gregoriano, ha avuto l’opportunità di approfondirne lo studio con Dom Eugène Cardine, considerato l’inventore della Semiologia gregoriana. Ha svolto attività anche come direttore di coro seguendo corsi di perfezionamento tenuti da A. Zecchi e da Mons. D. Bartolucci, direttore perpetuo della Cappella Sistina, partecipando a rassegne, convegni regionali e nazionali ed al Concorso internazionale di Tours.
Vincitore del Concorso a cattedre per i Conservatori di Musica, è docente di Organo e Canto gregoriano al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.
Dal 1990 Organista principale nella Cattedrale di San Lorenzo in Genova, nel 2005 è stato nominato Organista titolare. E’ membro della Commissione Beni Culturali e della Commissione di Musica Sacra dell’Arcidiocesi di Genova. Nel 2010, per le Edizioni Carrara, ha curato il volume ‘Luigi Porro – Opere sacre’, contenente una raccolta di musiche composte dal sacerdote genovese. Svolge regolare attività concertistica in Italia e all’estero, sia come solista che in collaborazione con cori, cantanti e strumentisti riscuotendo consensi di critica e pubblico.

Antonio Varriano ha studiato Organo e Composizione Organistica presso Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso, sotto la guida di Alberto Pavoni, e Clavicembalo con Barbara Vignanelli; presso lo stesso conservatorio ha conseguito, col massimo dei voti e la lode, la Laurea specialistica sperimentale in Discipline Musicali (2006) con Francesco Di Lernia. Dopo aver frequentato numerosi corsi d’interpretazione organistica con i più rappresentativi maestri di fama internazionale (H. Vogel, M. Radulescu, M. Chapuis – Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia; D. Roth, E. Kooiman – Corsi annuali di Cremona; M. Haselböck – Musikhoochschüle di Lubecca), si è trasferito in Olanda dove ha conseguito il Diploma d’Organo al Conservatorio di Musica di Rotterdam, perfezionandosi poi nella Soloistclass con Bernard Winsemius e Ben van Oosten. Ha seguito inoltre corsi di Canto gregoriano con Guido Milanese, con Dom Daniel Saulnier O.S.R. e con Don Alberto Turco.
Ha partecipato a numerosi festival e rassegne internazionali esibendosi in sedi prestigiose come la Gotische Zaal del Palazzo dei Reali d’Olanda in l’Aia, la Nieuwekerk e la Oudekerk di Amsterdam, la Laurenskerk di Rotterdam, Festival Internazionali di Roma, Bari, Firenze, Bentivoglio (BO) ecc. Ha collaborato come organista (continuista e solista) con l’Orchestra Regionale del Molise, l’Orchestra molisana “Musika rara” e l’”Orchestra da Camera di Ravenna”. Come direttore e maestro concertatore al cembalo dell’ensemble strumentale “Armonico tributo” ha realizzato il progetto “G.B. Pergolesi – tra sacro e profano” con l’esecuzione dello “Stabat Mater” e “La serva padrona”.
E’ II Premio al concorso organistico di Vallelonga (VV) nell’edizione 1996. È stato membro della giuria del concorso musicale nazionale “Antonello da Caserta” V Edizione 2010 per la sezione di Organo. E’ organista della Chiesa di “S. Antonio Abate” di Campobasso dove suona un organo del 1696/7 attribuito alla Famiglia D’Onofrio e dove è direttore artistico della rassegna organistica “Suoni antichi”.
Per l’Istituto di Letteratura Musicale Concentrazionaria di Barletta ha registrato un concerto, trasmesso da Radiovaticana, con musiche di P. Th. Schwake O.S.B. (Missa Dachoviensis per coro maschile, ottoni e organo – in prima esecuzione italiana) e Pietro Feletti (8 pezzi per il libro di Fullen per baritono, coro maschile e organo – in prima esecuzione mondiale), poi raccolte in un cd edito da KZ musiK.
Già docente presso diversi Conservatori, dal 2009 insegna Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento.

Nato a Benevento, Antonio Caporaso ha studiato presso il Conservatorio della sua città conseguendo a pieni voti i diplomi in Composizione (Claudio Perugini) ed Organo e Composizione Organistica (Francesco Di Lernia). Successivamente, si è diplomato in Clavicembalo (Andreina Di Girolamo) presso il conservatorio di Campobasso, ed in Musica Corale e Direzione di Coro (Claudio Perugini) presso il conservatorio di Avellino. Inoltre, dopo aver superato gli esami di ammissione, ha frequentato il corso di Concertista d’Organo (Roman Summereder) presso l’Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna conseguendo, con lode, il Diploma di laurea ed ottenendo il grado accademico di Magister artium. Selezionato tra gli allievi dell’istituzione austriaca, è stato invitato ad esibirsi in occasione del 125° anniversario della fondazione della casa editrice Doblinger e per l’80° anniversario della nascita dell’organista e compositore viennese Anton Heiller. Nella capitale austriaca è stato organista della chiesa di Maria Grün dal 1999 al 2004. Svolge attività concertistica come direttore di coro e come organista, sia solista che in duo (org./flauto, org./violino, org. a 4 mani con Antonio Varriano), attività che lo porta a suonare celebri strumenti come il Silbermann della Friedenskirche di Ponitz, in Germania, e quello dell’Augustiner-Chorherrenstift di St. Florian, il più grande d’Austria, dove fu organista Anton Bruckner. Si è esibito, inoltre, in prestigiose sedi quali: Parigi (Cathedrale de Notre-Dame), Potsdam-D (Friedenskirche Sanssouci – nell’ambito delle “Internationalen Orgelsommers Potsdam“ e “Bachtage Potsdam“), Londra (St. Paul’s Cathedral), Stoccolma (Tyska S. Gertruds), Berlino (Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche), Weimar (St. Peter und Paul Kirche) Vienna (Michaelerkirche), Oxford (Queen’s College), Lipsia (Christuskirche) e, prossimamente, a Darmstadt (Pauluskirche). E’ presidente dell’Associazione culturale Aulos e direttore dell’omonimo Ensemble Vocale per il quale cura sia le elaborazioni di brani tratti da colonne sonore di film di successo che di canzoni pop. Antonio Caporaso è attivo anche nel campo della composizione; unitamente ad elaborazioni e lavori di carattere didattico presenti nel catalogo Lulu, suoi brani originali sono stati pubblicati con Pizzicato Verlag Helvetia. Tali lavori hanno visto molteplici esecuzioni sia in Italia che all’estero, tra cui: Roma (Auditorium Arts Academy, Istituto Austriaco di Cultura nell’ambito del progetto “Mozart ed i giovani” 2006, Auditorium “Ennio Morricone” Università Tor Vergata, Teatro Colosseo), Reggio Emilia (Istituto Musicale “A. Peri”) nell’ambito del progetto “Compositori a confronto” 2008, Kroměříž – Rep. Ceca (Sala del Castello) nell’ambito del XXI Festival Forfest 2010. Attualmente, sta lavorando a “Frammenti”, Partita über Klavierskizzen von W.A Mozart. Commissionatogli dal General Musik Direktor del Mainfranken Theather di Würzburg (Germania), il brano sarà eseguito dalla Philharmonisches Orchester della suddetta città in prima assoluta nel giugno 2012 nella Kaisersaal della Residenz di Würzburg nell’ambito del MozartFest 2012. Ha scritto per la rivista austriaca Singende Kirche, quella tedesca Ars Organi, l’olandese Het Orgel e la svedese Kyrko-musikernas Tidning, oltre ad aver scritto per Amadeus on line, Il Giornale della Musica-EDT, La Provincia Sannita e bMagazine. Il suo CD Organ Recital in Vienna è stato pubblicato da Puncta-Domani Musica. È docente del corso ordinario di Teoria, Ritmica e Percezione musicale e dei corsi accademici sia triennali (Teoria della musica – Lettura cantata, intonazione, ritmica – Concertazione e direzione di coro) che biennali (Laboratorio di ritmica ed educazione dell’orecchio presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. Si perfeziona in Clavicembalo – indirizzo solistico – presso il Conservatorio di Avellino nella classe di Enrico Baiano.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628