Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Provincia, regolamento caccia al cinghiale: domande dal 2 al 30 maggio

Scritto da il 14 aprile 2012 alle 11:45 e archiviato sotto la voce Ambiente, Attualit√†, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Dal 2 al 30 maggio prossimi sar√† possibile presentare la domanda di iscrizione al registro provinciale per la gestione faunistico-venatoria del cinghiale sul territorio sannita. E’ quanto √® stato stabilito nel corso di un incontro, presieduto dall’assessore provinciale sannita alla caccia Gianluca Aceto, dedicato all’attuazione del Regolamento faunistico-venatorio del cinghiale, approvato nel 2011 dal Consiglio provinciale. Nei cinque Distretti o macro aree, nei quali √® stato suddiviso il territorio provinciale, e all’interno delle aree a caccia specifica (ACS) individuate in ciascun Distretto, sar√† possibile intervenire per la caccia agli ungulati, ma in maniera ed in misura tale da garantire il corretto equilibrio di presenza della popolazione di cinghiali rispetto all’ecosistema. In altre parole, si potr√† cacciare con il duplice obiettivo, per√≤, di tutelare il territorio e di assicurare l’autosufficienza degli stessi ungulati. Nel corso della riunione di approfondimento dei contenuti del regolamento, cui hanno partecipato il responsabile del competente Servizio della Provincia dott. Antonio Castellucci, e i rappresentanti di tre Associazioni Venatorie e i 23 responsabili di altrettante Squadre di cacciatori per gli ungulati, √® stato ribadito il concetto alla base del regolamento e cio√© che, appunto, il cinghiale √® una risorsa per l’ambiente e che occorre garantirne la presenza sul territorio in un numero sufficiente per la stessa loro sopravvivenza, ma avendo cura di limitare i danni alle produzioni agricole che gli ungulati inevitabilmente causano. Il regolamento, in questo spirito, infatti, definisce la massima densit√† raggiungibile dalle popolazioni di cinghiali sul territorio senza che si danneggino le coltivazioni, le piantagioni e le altre specie animali in ogni ACS, secondo il parametro della Densit√† agricola forestale. Quanto alle modalit√† operative del programma, il regolamento stabilisce che saranno formate squadre di cacciatori, ciascuna delle quali composta da un numero massimo di trenta unit√†, individuate ed assegnate in base alla residenza anagrafica delle stesse. Tutte le squadre avranno cura della gestione dell’intero Distretto per un massimo di cinque anni. Come previsto dal regolamento, infine, sar√† ammessa la rotazione delle squadre all’interno di uno stesso Distretto. Tuttavia, ogni tre anni sar√† effettuata dalla Provincia la valutazione del comportamento sul territorio delle squadre dei cacciatori e saranno inoltre stabilite eventuali misure ed accorgimenti al fine di migliorare la gestione faunistica venatoria della specie. Nel commentare gli esiti della riunione su tale regolamento l’assessore Aceto ha affermato: ¬ęStiamo presentando e discutendo i contenuti del vigente Piano faunistico/venatorio e le relative norme di attuazione, avendo peraltro cura di informare che stiamo provvedendo al loro necessario aggiornamento. In questa fase abbiamo voluto avviare

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628