Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Nazzareno Orlando interviene sull’attuale situazione al Comune di Benevento

Scritto da il 6 marzo 2012 alle 18:37 e archiviato sotto la voce Politica, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

“Qualche mese fa – scrive in una nota Nazzareno Orlando, consigliere comunale di TéL – il sindaco Pepe dichiarò ai giornali, a seguito di mai chiariti episodi, la sua determinata volontà di mettere mano ad una vigorosa riorganizzazione degli uffici Comunali,ad un cambio di dirigenti, ad un rilancio complessivo delle funzioni. La città aveva “perso” da poco anche il secondo Segretario generale ma, di contro, li aveva congruamente pagati entrambi. Ad oggi, incredibilmente, si ritrova senza nessuno che assolva a quell’importante ruolo. Si era poi aperto un inatteso e per molti imprevedibile braccio di ferro con il dirigente settore finanze facente funzioni con l’accusa di aver preso iniziative congiunte con l’assessore al ramo, senza neanche avergliele comunicate. Detta in soldoni era venuto a mancare il cosiddetto rapporto di fiducia necessario a continuare un percorso condiviso. Nonostante tutto questo bel po’ di situazioni nulla è accaduto e nulla si è mosso. Il Comune di Benevento – rileva Orlando – sembra essere in stato comatoso e le uniche fibrillazioni vengono dall’esterno e narrano di continue visite di inquirenti e di indagini costantemente in corso. Tale narrazione è poi divenuta cronaca viste le recenti notizie di stampa. La maggioranza politica consiliare, tintasi quasi tutta dello stesso colore, chiede a gran voce più coinvolgimento e più ascolto a fronte, ad esempio, di una serie di proposte concrete e di una attività costante svolta nelle commissioni non sempre tenuta nel giusto conto per non dire quasi totalmente ignorata. Al suo interno pare addirittura che qualcuno abbia posto la cosiddetta “questione morale” dimenticando improvvisamente l’etica di squadra e i rapporti finora intrapresi. Anche l’opposizione sembra sostanzialmente bloccata e ciò è dovuto per altro alla situazione nazionale che, di certo, non aiuta a concretizzare percorsi univoci o a esaltare entusiasmi. C’è per davvero la necessità di una scossa che sappia catalizzare le energie positive che pure sono vive e presenti sia in Consiglio che in città. Una scossa che contribuisca a rompere equilibri ormai molto precari e ridia chiarezza al quadro complessivo. Una scossa che aiuti a far luce su strane vicende e su inquietanti trasversalismi . Una scossa che sappia neutralizzare gli egoismi e ricostruire comunità politiche oramai alla deriva. Chi sarà capace di farlo? Cosa potrà smuovere seriamente le acque per evitare che lo stagno si inquini definitivamente? Forse è arrivato il momento di serrare le fila. Di mettere insieme le persone più credibili per costruire per davvero una città che sappia contemporaneamente neutralizzare gli interessi di bottega e costruire un concreto presente per i giovani della città. Una città mortificata da un punto di vista politico, sempre più desertificata e trascurata. Una città le cui economie sono molto più al rosso di quanto si possa immaginare e all’interno della quale aumentano con ritmo esasperante le sacche di disagio e di difficoltà reale. Recuperare capacità progettuale e ricostruire una società lacerata resta, dunque un impegno prioritario per tutti il cui approccio può essere solo basato sull’umiltà e la vera voglia di fare’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628