Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Montesarchio, assalto alla Banca della Campania: arrestati i responsabili

Scritto da il 28 gennaio 2011 alle 17:44 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Cronaca, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Identificati dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio, altri due componenti della banda che l’altra notte ha tentato di svaligiare il bancomat della locale filiale della “Banca della Campania”.
Si tratta di due giovani pregiudicati per reati specifici di Montesarchio.
Il colpo è sfumato grazie all’immediato intervento dei Carabinieri che hanno arrestato in flagranza due malviventi della banda. La serie di furti in danno di bancomat aveva messo in allerta i carabinieri che nel corso dei servizi di controllo del territorio, intensificati proprio per prevenire i reati contro il patrimonio, sono riusciti ad intercettare i primi due malviventi durante il colpo e ad identificare, subito dopo, i due complici che erano riusciti a fuggire e adesso sono attivamente ricercati. Probabilmente, si tratta degli stessi autori degli altri furti commessi in provincia, con lo stesso modus operandi.
Durante la fuga, i carabinieri sono riusciti a riconoscere i due fuggitivi e si sono messi subito sulle loro tracce. Sono state effettuate anche delle perquisizioni domiciliari.
I malfattori, muovendosi secondo una strategia giĂ  preventivamente pianificata, non sono riusciti a realizzare il loro proposito grazie al tempestivo intervento dei carabinieri.
In particolare verso le ore 03.10 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, mentre si trovavano nella locale Piazza La Garde, notavano giungere una Fiat Panda 4×4 di colore bianco, dalla quale scendeva il Parrella Giovanni, poi tratto in arresto, che bloccava la via San Rocco con dei cartelli stradali indicanti obbligo di direzione, catene e lucchetti, fissando la catena ad un palo della luce da una parte e ad una ringhiera dall’altra. Immediatamente dal senso contrario ed in particolare dalla via Tagliatelle, notavano il sopraggiungere di un camion con a bordo due persone e sul cassone retrostante un escavatore di colore rosso con benna e a seguire un altro camion con le sponde. Atteso quanto stava accadendo, gli operanti procedevano a seguire a piedi i mezzi, i quali entravano nella via Marchetiello. Gli occupanti dei due mezzi, facevano scendere l’escavatore innanzi alla Banca della Campania e con mossa repentina, dopo aver spostato con la benna dell’escavatore alcune autovetture parcheggiate “che intralciavano le operazioni”, sfondavano la vetrata blindata della banca. Immediatamente intervenuti, i militari cercavano di bloccare i responsabili, i quali si davano a precipitosa fuga nelle vie adiacenti. In particolare uno dei giovani perdeva il passamontagna che indossava ed unitamente ad altro responsabile, riconosciuto, riuscivano a far perdere le proprie tracce. Gli altri militari intervenuti bloccavano ed arrestavano dopo una breve colluttazione, il malvivente alla guida dell’escavatore, identificato in Lombardi Massimiliano, pregiudicato del luogo. Parrella Giovanni che si dava a precipitosa fuga a bordo della sua autovettura veniva rintracciato poco dopo sul tetto della sua abitazione dove si era nascosto. Nel corso dell’operazione, venivano sequestrate;

-     due radio portatili, utilizzate dai malviventi per comunicare tra loro;

-     un neutralizzatore di allarmi, ovvero un apparecchio elettronico formato da quattro antenne e collegato ad una batteria, utilizzato per manomettere il funzionamento del sistema di allarme della banca;

-     due passamontagna;

-     tre catene e tre cartelli stradali, utilizzati per chiudere le strade d’accesso alla banca e per deviare il traffico (oltre alla via San Rocco erano state chiuse via Fiume e la stessa via Marchetiello);

-     la Fiat Panda utilizzata da Parrella Giovanni.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628