Materasseria Italiana Zampetti Noleggio Pensato Stampato CRC Store Gino & Genny Gino & Genny Primi Anni Raia Immobiliare Edil Appia Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Europee, PdL chiude le liste: Ok Mastella, Pomicino rischia

Scritto da il 27 aprile 2009 alle 19:21 e archiviato sotto la voce Politica, Primo Piano. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La parole definitiva spettera’ a Silvio Berlusconi; ma ormai, visto che Gianfranco Fini ha gia’ dato il suo placet, le liste dei candidati del Popolo della Liberta’ per le europee sembrano complete. Se dunque il condizionale e’ d’obbligo, si puo’ gia’ ipotizzare una mappa dei presenti e degli esclusi. Poche le sorprese rilevanti, secondo quanto riferito da chi ha potuto leggere i nomi dei candidati: sarebbe escluso Paolo Cirino Pomicino, con buona pace dei ‘piccoli’ del Pdl, mentre e’ confermata la candidatura in testa di lista di Clemente Mastella; scremate poi alcune potenziali candidate che avevano sollevato qualche polemica: non ce l’avrebbero fatta ad esempio Angela Sozio (la ‘rossa’ del grande Fratello) e l’attrice Eleonora Gaggioli, mentre sarebbero confermate l’ex annunciatrice Rai Barbara Matera e, sebbene in posizione piu’ incerta sulla lista, l’attrice Camilla Vittoria Ferranti. Il criterio per la selezione dei candidati, spiega chi ha partecipato alla stesura delle liste, e’ stato quello di un ”moderato rinnovamento”. Un modo per dire che i riconfermati, alla fine potrebbero essere piu’ numerosi di quanto inizialmente ipotizzato dallo stesso Berlusconi che per Strasburgo ha chiesto ”facce nuove”. L’obiettivo del Pdl e’ di piazzare almeno una trentina di eurodeputati (34, se le elezioni andranno particolarmente bene) contro gli attuali 28. Se i sondaggi confermeranno le aspettative, saranno quindi riconfermati una ventina di parlamentari e dunque solo 10 (o 14 nella migliore delle ipotesi) saranno le ‘new entry’. Molti quindi i parlamentari che dovrebbero restare fra Bruxelles e Strasburgo (le due sedi dell’euroassemblea): fra loro Mario Mauro (vice presidente del Parlamento Ue), Stefano Zappala’ (ex capogruppo di Fi), Elisabetta Gardini, Roberta Angelilli, Giuseppe Gargani, Gabriele Albertini, Cristiana Muscardini, Alfredo Antoniozzi. Sarebbe confermata anche Iva Zanicchi. Quanto ai big, e’ ormai definitivamente tramontata l’ipotesi di far correre alcuni ministri: l’unico membro del governo a correre, come capolista in tutte le circoscrizioni, sara’ proprio il presidente del Consiglio. Resterebbero invece candidate alcune giovani parlamentari nazionali del Pdl (volute da Berlusconi per irrobustire la rappresentanza femminile) che tuttavia, per l’incompatibilita’, dovrebbero dimettersi o rinunciare al seggio a Montecitorio: sarebbe confermata la corsa per Laura Ravetto, Gabriella Giammanco e Beatrice Lorenzin. Vi saranno poi alcuni giovani provenienti dal territorio, come Carlo Fidanza (vice capogruppo del Pdl al comune di Milano), Alfredo Pallone (consigliere regionale del Pdl nel Lazio). Infine, per quanto riguarda la campagna elettorale, il Cavaliere e’ stato chiaro: non si inizia prima della presentazione delle liste, che avverra’ entro mercoledi’, anche per ridurre la sovrapposizione con l’emergenza terremoto.
mastella1

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione IL SANNITA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01755500624