Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Serie B, Benevento-Lecce 3-3: Coda su rigore acciuffa il Lecce

Scritto da il 27 agosto 2018 alle 20:32 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Tutto pronto al Vigorito per la prima gara di campionato. Benevento e Lecce si incontrano a quasi due anni e mezzo dall’ultima volta. Proprio qui, in questo stadio, il Benevento guidato da Gaetano Auteri ottenne la storica promozione in cadetteria con un turno d’anticipo.

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Maggio, Volta, Costa, Di Chiara; Tello (25’st Buonaiuto), Viola, Nocerino; R. Insigne (15’st Ricci), Coda, Improta (25’st Asencio)
A disposizione: Montipò, Gori, Sparandeo, Letizia, Del Pinto, Tuia, Gyamfi, Bandinelli
Allenatore: Cristian Bucchi
LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Meccariello, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Arrigoni (38’st Tabanelli), Mancosu; Falco (25’st La Mantia); Pettinari (29’st Cosenza), Scavone.
A disposizione: Bleve, Chiricò, Lepore, Torromino, Haye, Marino, Dubickas, Venuti, Armellino
Allenatore: Fabio Liverani
Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Luigi Rossi di Rovigo e Luigi Lanotte di Barletta
Quarto Ufficiale: Luca Massimi di Termoli
RETI: 30’pt Mancosu (L); 12’st Falco (L); 14’st Fiamozzi (L); 24’st Volta (B); 35’st Ricci (B); 41’st su rig. Coda (B);
Ammoniti: 40’pt Di Chiara (B); 41’pt Fiamozzi (L); 20’st Vigorito (L); 26’st La Mantia (L); 40’st Meccariello (L)
Espulsi: 49’st il ds del Benevento Pasquale Foggia
Angoli: 4-4
Fuorigioco: 1-2
Recupero: 0‘pt; 5‘st
Note: Osservato un minuto di silenzio per le vittime di Genova e del Pollino.
Spettatori: 12835 (abbonati 8435)

CRONACA DELLE EMOZIONI
PRIMO TEMPO
Confermate le voci della vigilia che volevano l’ex capitano del Benevento Fabio Lucioni in campo dal primo minuto dopo la sospensione della squalifica.
Bordata di fischi per Lucioni ogni volta che tocca palla. Il pubblico di casa evidentemente non lo ha perdonato per essersene andato.
Al 6’ Azione manovrata del Benevento che si chiude con un tiro di Improta che Vigorito respinge con i pugni.
Al 7’ Ancora Benevento pericoloso con un cross dalla sinistra nel cuore dell’area di Di Chiara che Coda colpisce debolmente: blocca senza difficoltà il pipelet ospite.
Al 21’ Puggioni si lascia sfuggire la palla su un cross basso di Calderoni dalla sinistra, per fortuna c’è Volta che prontamente spazza.
Al 27’ Il Lecce ha alzato i ritmi. Il Benevento sta faticando a uscire palla al piede. Troppi errori in fase di costruzione.
Al 28’ Improta recupera palla sulla trequarti offensiva e serve centralmente Nocerino che si sbarazza di un avversario e calcia in porta: traiettoria troppo centrale, blocca Vigorito.
Al 30’ Lecce in vantaggio. Il Benevento perde palla a centrocampo e l’ex Mancosu non perdona con un sinistro chirurgico all’angolino: Puggioni si tuffa ma non può arrivarci.
Al 45’ Termina qui il primo tempo.
Benevento sotto di un gol, ma fin qui ha fatto ben poco per meritare un risultato diverso. Squadra lenta, giropalla troppo prolungato, assenza di verticalizzazioni per provare a penetrare nelle maglie della difesa avversaria.

SECONDO TEMPO
Al 12’ Autogol di Di Chiara sulla conclusione ravvicinata di Falco. Il Lecce raddoppia.
Al 14’ Tris Lecce. Un tiro cross di Fiamozzi dalla destra in posizione molto defilata prende una strana traiettoria e si infila sotto la traversa. Resta immobile Puggioni che l’aveva battezzata fuori.
Al 23’ Nocerino prova a sorprendere Vigorito con una conclusione al volo da poco dentro l’area: il portiere si salva in angolo con un gran volo.
Al 24’ Dall’angolo di Viola, irrompe di testa Volta che la spedisce alle spalle di Vigorito. Il Benevento accorcia:1-3.
Al 34’ Sulla punizione di Viola, Vigorito alza sopra la traversa un bel colpo di testa di Maggio.
Al 35’ Ancora uno squillo della Straga. Sul cross di Di Chiara è bravo Ricci ad anticipare tutti e a spingere la palla nel sacco: 2-3. Ora il Benevento crede nella rimonta.
Al 40’ Rigore per il Benevento. Sul cross di Coda dalla sinistra Meccariello atterra in area Asensio.
Al 41’ Coda non sbaglia dal dischetto: palla da una parte, portiere dall’altra.
Al 45’ Concessi 5 minuti di recupero.
Al 46’ Lancio in area di Ricci, Asencio ci arriva di testa ma è sbilanciato e ne esce un tiro facilmente controllabile dal portiere Vigorito.
Al 49’ L’arbitro espelle il ds Foggia per proteste.
Al 50’ Finita.
Il Benevento si sveglia solo sullo 0-3. Decisivi i cambi dalla panchina che cambiano il volto della Strega e permettono di riacciuffare un insperato pareggio.

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628