Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Caritas Benevento, presentato stamane il secondo festival del Welfare e del Welcome “#PortidiTerra”

Scritto da il 21 aprile 2018 alle 17:34 e archiviato sotto la voce Foto, Società, Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Caritas Benevento, presentato stamane il secondo festival del Welfare e del Welcome “#PortidiTerra”

Un festival che ha l’obiettivo di unire le due dimensioni dell’accoglienza, da una parte i migranti, dall’altra le fragilità dei territori che accolgono, il tutto in una prospettiva di un nuovo sviluppo economico locale.

Così don Nicola De Blasio, direttore della Caritas di Benevento che ha presentato stamane il secondo festival del Welfare e del Welcome “#PortidiTerra”: dibattiti, incontri, testimonianze, mostre, spettacoli teatrali intorno al tema dell’immigrazione, dell’accoglienza e dello sviluppo locale in programma dal 18 al 20 maggio 2018 a Pietrelcina, Castelpoto, Torrecuso e Benevento.

Il festival, ha proseguito don Nicola, ha l’obiettivo di far capire che le povertà di relazioni si superano solo attraverso l’incontro.  Le azioni si compiono guardandosi negli occhi e tessendo relazioni;  solo così si potrà creare spirito di fraternità’. Ecco perché la Caritas man mano ‘sparirà’ per dare spazio al consorzio “Sale della terra”, fatto di persone. Persone che devono prendersi per mano e camminare insieme…
La struttura della tre-giorni del festival è stata esposta con dovizia di particolari da Gabriella Giorgione, responsabile della comunicazione Caritas – Sale della Terra: Porti di terra non è un festival ma un modo di essere – ha sottolineato Giorgione – una scelta di essere welcome. In un mondo dove si è persa la capacità di guardare chi ci sta vicino, bisogna riscoprire il valore dell’accoglienza, l’accogliere l’altro non come diversità ma come ricchezza.

“Questo non è un festival della solidarietà ma del l’intelligenza – ha tenuto subito a precisare Angelo Moretti – coordinatore della Caritas Benevento nonché direttore del Consorzio Sale della Terra – perché l’accoglienza è una scelta intelligente. Oggi, purtroppo, stiamo assistendo ad uno spopolamento dell’entroterra, l’accoglienza ci permette di far tornare a vivere queste zone e dare nuova linfa al nostro territorio. Il Rei (reddito di inclusione) è una grande scommessa, però senza percorsi di sviluppo locale in cui inserirlo diventa pura assistenza, invece, si tratta di una grande possibilità che non va sprecata.
La Solot affiancherà il Festival fornendo supporto artistico e organizzativo. Tre saranno gli interventi nell’ambito del festival – ha spiegato Antonio Intorcia – ovvero uno spettacolo divertente sul vino dal titolo “Salute” che si terrà a Pietrelcina venerdì 18 maggio alle 20.30; Il coordinamento artistico dello “slotmob ”  (domenica 20 maggio da piazza Bissolati fino a piazza Roma) contro la ludopatia; infine lo spettacolo “Marcolfa” (domenica 20 maggio, ore 19,30, Auditorium S. Agostino), opera di Dario Fo adattata in dialetto beneventano.  Il teatro Diventa, così, l’occasione di parlare in maniera irriverente e divertente di temi importanti ed attuali, ha concluso Intorcia.

Da registrare stamane anche la videochiamata in Giordania con Wael Suleiman, direttore di Caritas Giordania, primo porto di terra per i profughi siriani, che sarà a Benevento in occasione del Festival.

di Adriana Francesca

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628