Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe Amplifon

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Serie A, Benevento-Crotone 3-2: Diabate tiene vivi i giallorossi

Scritto da il 18 febbraio 2018 alle 14:16 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La gara della speranza. Quella da dentro o fuori. Benevento-Crotone di questo pomeriggio è molto più di una gara. Il destino del Benevento, quella che terrebbe viva la flebile speranza di una salvezza miracolosa, potrebbe passare da questa sfida. Una sfida che i giallorossi non dovranno fallire.
FORMAZIONI – Tra i titolari c’è il debutto di Alin Tosca il difensore rumeno prelevato dal Betis nel mercato di gennaio. Ma De Zerbi deve rinunciare alle geometrie di Cataldi, alla fantasia di Guilherme e alla velocità di D’Alessandro: al loro posto scelti Viola, Parigini e Coda.
Nel Crotone partono dalla panchina Barberis, Budimir e Trotta. Zenga sceglie Nalini falso nueve sostenuto ai lati da Ricci e Crociata. Nei tre di centrocampo c’è Ajeti a fare da difensore aggiunto.

Così in campo:
BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Venuti, Djimsiti, Tosca, Letizia (1’st Sagna); Viola, Sandro, Djuricic (32’st Diabate); Parigini (19’st Iemmello), Coda, Brignola
A disposizione: Brignoli, Del Pinto, Cataldi, Gyamfi, Memushaj, Costa, Billong, Lombardi.
Allenatore: Roberto De Zerbi
CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Mandragora, Ajeti (12’st Barberis), Benali; Ricci (34’st Trotta), Nalini, Crociata (5’st Budimir)
A disposizione: Festa, Roheden, Izco, Diaby, Pavlovic, Zanellato, Sampirisi, Simic, Nwankwo.
Allenatore: Walter Zenga
Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze
Assistenti: Elenito Giovanni Di Liberatore di Teramo e Mauro Tonolini di Milano
Quarto Ufficiale: Daniele Martinelli di Roma 2
Var: Fabrizio Pasqua di Tivoli
Avar: Alessandro Giallatini di Roma 2
RETI: 11’pt Crociata (C); 37’pt Sandro (B); 19’st Viola (B); 27’st Benali (C); 44’st Diabate (B)
Ammoniti: 25’pt Coda (B); 31’pt Letizia (B); 12’st Brignola (B); 21’st Djuricic (B); 23’st Budimir (C); 30′st Benali (C); 35’st Sandro (B);
Angoli: 7-4
Fuorigioco: 2-2
Recupero: 0’pt; 5′st
Spettatori: 10163

CRONACA DELLE EMOZIONI
PRIMO TEMPO
Gara iniziata prima del fischio d’inizio, almeno sugli spalti, dove le due tifoserie, divise da una rivalità molto accesa, si sono fatti sentire a suon di sfottò e di epiteti. Scoppia anche qualche petardo. In campo i calciatori stanno ultimando la rifinitura.
La Curva Sud espone anche uno striscione per ricordare l’ex capitano e l’allenatore del Benevento Carmelo Imbriani, prematuramente scomparso cinque anni fa: “Il mondo ha narrato la tua esistenza, ora il cielo ne gode l’essenza, per questa terra e la passione della sua gente: Carmelo vive negli occhi di chi non mente.”
Bellissima la scenografia con doppia gigantografia dedicata all’indimenticabile capitano. Davvero commovente. C’è la sua gigantografia con il numero a lui più caro: il 7.

Iniziato il match. Il Benevento conquista il primo angolo della gara
Al 2’ Sul traversone di Brignola Parigini sfiora soltanto di testa e la palla finisce di poco sul fondo.
Al 4’ Sandro prova a testare i riflessi di Cordaz con una botta dai 35 metri: tiro centrale, blocca il portiere dei pitagorici.
Al 6’ Letizia lancia Coda, palla leggermente lunga, ma l’attaccante giallorosso si allunga e ci arriva, ma ne esce un tiro che non impensierisce Cordaz.
Al 11’ Crotone in vantaggio. Su una svirgolata di Sandro, Ricci riceve palla sul filo dell’offside e serve Crociata sul secondo palo che deve solo depositare in fondo al sacco. Match subito in salita per il Benevento.
Al 12’ Su un lancio di Parigini, Coda anticipa Brignola di testa, ma la sfera termina a lato.
Al 14’ Centrale il tiro al volo di Brignola dai 20 metri: Cordaz c’è;
Al 15’ Ancora un tiro del Benevento verso la porta di Cordaz. Questa volta ci ha provato Parigini, ma la conclusione è un po’ masticata: non ha problemi l’estremo rossoblù.
Al 21’ Tiro a mezz’altezza di Viola diretto all’angolino, respinge in buker Cordaz.
Al 29’ La punizione di Coda a giro, col destro, dal vertice destro dell’area, termina di poco alta.
Al 37’ Pareggio del Benevento. La firma è della Bestia. Dall’angolo di Viola, stacco poderoso e imperioso di Sandro che non lascia scampo a Cordaz.
Al 44’ Punizione tagliata in area di Ricci a premiare l’inserimento di Ceccherini. Ma il centrocampista rossoblù manda clamorosamente alto a due passi dalla porta.
Al 45’ termina in parità, 1-1, la prima frazione di gioco.
Il Benevento ha saputo reagire bene alla rete dei pitagorici, evitando di disunirsi, ma continuando ad attaccare. Il pareggio porta la firma del centrocampista brasiliano Sandro, che rimedia nel migliore dei modi all’incertezza che ha permesso al Crotone di trovare il vantaggio.

SECONDO TEMPO
Primo cambio per la Strega: Sagna rileva Letizia.
Al 1’ Impreciso il tiro dalla lunga distanza di Martella: la sfera si perde sul fondo.
Al 2’ Azione in velocità di Venuti che, dalla sinistra, mette in mezzo, ma Martella anticipa di un soffio sia Brignola che Coda mettendo in angolo. Benevento pericoloso in avvio.
Al 11’ Traversone dalla destra di Martella che taglia tutta l’area e trova Ricci sul secondo palo, per fortuna la conclusione dell’esterno rossoblù termina sul fondo.
Al 19’ Benevento in vantaggio. Viola pesca il coniglio dal cilindro con un destro spaventoso dai 25 metri: la sfera subisce una leggera deviazione e si insacca all’incrocio.
Al 23’ Un petardo lanciato dal settore dei rossoblù scoppia in campo sotto la porta di Puggioni che resta stordito.
Al 27’ Pareggio del Crotone con Benali. Ancora un errore a centrocampo che taglia fuori la difesa.
Al 33’ Sul sviluppi d’angolo Ceccherini colpisce di testa ma manda alto.
Al 37’ Occasione Crotone con Trotta che da posizione defilata, prova a sorprendere Puggioni sul suo palo: palla sull’esterno della rete.
Al 43’ Goooooool del Benevento. Segna la Pantera, Diabate. Nella mischia la sua zampata finisce in fondo al sacco .
Al 45’ Concessi 4 minuti di recupero.
Forcing finale del Crotone. Attimi di sofferenza generale per un successo che terrebbe ancora a galla i giallorossi.
E’ finita. E’ davvero finita. Nonostante il minuto in più concesso da Rocchi. Il Benevento soffre come non mai ma alla fine porta a casa la parrita con tanta, tanta sofferenza e un cuore immenso.
di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628