Raia Immobiliare Edil Appia Edil Flex Mercatino Streghe Mercatino Streghe

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, De Zerbi: “La vittoria di oggi aumenta i rammarichi, ma con la Juve ci proveremo.

Scritto da il 4 aprile 2018 alle 21:08 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Soddisfatto a fine gara il tecnico del Benevento Roberto De Zerbi. Prestazione sontuosa dei suoi ragazzi che hanno prodotto molto, segnato tre volte, e chiuso con un clean sheet il recupero col Verona: è la seconda volta in questo campionato. Partita perfetta quella del Benevento che fa trasparire un po’ di rammarico sul volto del tecnico bresciano per esserci andato vicino molte volte senza però riuscirci.
PRESTAZIONE CON RISULTATO POSITIVO – “La partita di oggi fa ancora più rabbia – dice De Zerbi – perché aumentano i rimpianti per quello che potevamo e dovevamo fare. Ci sono state diverse partite così in cui per disattenzione e poca lucidità sono venuti a mancare i risultati. Anche col Cagliari si poteva vincere 3-0. Il primo tiro in porta il Cagliari lo ha fatto al 91’.
Oggi non siamo più liberi mentalmente di un mese fa. Ma a furia di sbagliare si migliora e si cresce. Stanno crescendo un po’ tutti come Djuricic e Diabate. Tosca e Djimsiti hanno trovato l’intesa e gli esterni hanno fatto cose eccezionali. Ma per me non è una sorpresa. Abbiamo perso le partite per troppa semplicità.
LETIZIA ALTO – Perché abbiamo alternato la difesa a 3 con quella a 4, con Venuti che sia abbassava a fare il terzo. Questo dimostra la bravura dei ragazzi a giocare sia a tre che a quattro. Ho chiesto sia a Diabate che a Iemmello come stavano perché volevo inserire Guilherme. Ho visto che Diabate mi ha chiesto di giocare e l’ho lasciato in campo. Pagherei per avere 25 giocatori così. In settimana lo ha fatto anche Del Pinto. Non soffro la personalità dei giocatori, ma la ricerco. Tanto poi le scelte le faccio sempre io.
SPENSIERATEZZA CON LA JUVE – Non parlerei di spensieratezza. Ma parlerei di entusiasmo. La vittoria di oggi deve far aumentare la rabbia. La Juve verrà qui arrabbiata e per fare la partita. Noi con le poche armi che abbiamo proveremo a fare la nostra gara. Non abbiamo voglia di entrare in campo per scrivere che abbiamo giocato una volta con la Juve. Vorrei che avessimo l’ambizione di dire che ce la siamo giocata e fatto qualche punto. Il campionato non è ancora chiuso e abbiamo il dovere di fare punti.
PREPARAZIONE PARTITA – Prepareremo questa partita ancora in ritiro. Ieri abbiamo visto per la prima volta la partita insieme, staff tecnico e calciatori. Il ritiro credo possa essere servito anche se è tardi. Tardi per l’obiettivo finale ma non per l’orgoglio che comunque credo non abbiamo mai perso.
CONTRATTO – Sto riflettendo su tutto anche se immerso nel campionato. Sto riflettendo perché la qualità umana che ho trovato qui, dal presidente al direttore sportivo fino al magazziniere, non l’ho trovato da nessuna parte. Ma per ora non voglio pensarci. C’è tempo per farlo.
VOLPICELLI – E’ un giocatore che mi piace molto. E’ il mio prototipo ideale di calciatore per caratteristiche.
CONTRO LA JUVE .- Memushaj e Parigini sono out per sabato. Sagna l’ho voluto comunque portare in panchina perché è importante per noi, speriamo di recuperarlo per sabato. Sandro invece giocherà. Oggi non l’ha fatto perché ancora non è pronto per fare tre partite di seguito. Ma anche lui mi ha chiesto di giocare oggi dopo la prestazione della Lazio. Si è reso conto di non aver fatto molto bene e voleva rimediare. Anche Letizia ha voluto giocare nonostante un problema al polpaccio.”

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628