Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, ancora uno stop. Ma la squadra ci ha provato fino alla fine

Scritto da il 11 settembre 2017 alle 12:10 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Questa volta la sconfitta fa male. Perché il Benevento ha giocato per vincere e per strappare almeno un punto. In difesa è stata accorta e ordinata. L’innesto di Antei ha dato maggior sicurezza a tutto il reparto. Le punte granata, Belotti, Ljajcic e Niang, sono state contenute: non gli è mai stata concessa la possibilità di essere pericolosi.
L’amnesia sui titoli di coda del match da parte dei giallorossi, unica vera sbavatura di tutta la partita, ha guastato la festa e rimandato la conquista del primo storico punto in serie A. Onesta, come sempre, l’analisi del tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic, che ha ammesso i limiti di gioco della sua squadra e che i padroni di casa non meritavano di perdere: “Sono contento per il risultato, meno per la prestazione. Il Benevento ha giocato bene e meritava il pari … I 4 attaccanti oggi non mi sono piaciuti” .
Ma questa purtroppo è la massima serie. Non ti viene perdonato nulla. Non basta giocare bene “bisogna essere perfetti”, ha detto il tecnico del Benevento, Marco Baroni. Il minimo errore si paga. Il Torino ringrazia e va avanti per la sua strada. “Abbiamo sbagliato 5-6 ripartenze nel finale che avremo dovuto gestire meglio”, dice ancora Baroni. Ripartenze che hanno messo a nudo tutti i limiti degli avversari, i quali si sono salvati solo per la farraginosità e l’eccesso di foga dei padroni di casa. E’ mancata la lucidità in zona gol. La squadra dell’allenatore toscano ha creato diverse occasioni, ma contro il Toro sembrava che l’attacco sannita avesse le polveri bagnate: i granatieri giallorossi sparavano a salve contro un Sirigu che è stato pure il migliore dei suoi. Quando è così, quando si prova a sfondare il muro eretto dagli avversari senza riuscirci, la brillantezza può venire a mancare e, quando pensi che sia finita, si consuma la tragedia. Un vero peccato. Ma resta il merito che la squadra allenata da Baroni abbia giocato per vincere fino al triplice fischio. Senza volersi accontentare di un pari che sarebbe stato un po’ strettino, ma tutto sommato accettabile.

epor

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628