Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, De Zerbi: “A Udine con questo atteggiamento”

Scritto da il 3 dicembre 2017 alle 16:46 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Soddisfatto del risultato e della prestazione della squadra il tecnico del Benevento Roberto De Zerbi che finalmente ha ottenuto il primo storico punto della Strega in Serie A.
“Oggi meritavamo qualcosa in più, ma per come è venuta va bene. Il punto lo abbiamo cercato. Al di là del fatto che abbia segnato il portiere, il gol nasce da uno spunto di D’Alessandro che ci ha messo il cuore in quello scatto, perché non aveva più energie e si è andato a cercare il punto. Se si fa così sempre, in ogni partita, prima o poi si raccolgono i punti.
ARMENTEROS Aveva la febbre alta. Poi per me sono tutti importanti. Puscas ha fatto una grande partita. Brignola è un giocatore forte e faccio i complimenti a Foggia e Palermo perché è un prodotto del settore giovanile.
GYAMFI si è meritato di giocare.
PARIGINI – Se uno sta fuori ma poi cambia l’atteggiamento sono pronto a tornare sui miei passi. La porta non la chiudo mai a nessuno.
LETIZIA ha fatto una grande partita.
A D’Alessandro chiedo qualcosa in più. Essendo un attaccante esterno voglio che insiste nel mettere sempre cross in area.
CODA è l’attaccante migliore che abbiamo e lo voglio più cattivo e determinato. E’ un talento ma lo devo aiutare a non accontentarsi. Se entra con la convinzione di oggi con me gioca.
LAVORO – Hanno divorato l’erba. Sono cinque anni che alleno. Ho avuto sempre grandi gruppi e con i ragazzi che ho allenato siamo rimasti amici. Oggi sono contento di come se lo sono andati a cercare questo punto. Oggi mi hanno fatto sentire orgoglioso di allenarli.
Aver fatto il punto col Milan deve dare la convinzione che puoi giocartela con tutti. In certi frangenti c’è stato anche un bel gioco da parte nostra.
Il mio modo di fare calcio è il modo in cui credo che si possano fare punti. Credo che l’organizzazione ti aiuta a fare risultati. Squadra corta e ripartenza si può fare sempre con l’organizzazione ma anche avendo certe caratteristiche. Credo che il Benevento abbia i giocatori di qualità per fare il gioco che ho in testa. Credo che sia anche quello che si aspetta da me la società e per il quale ho accettato di venire qui.
COSTA – Il punto deve cancellare le grane psicologico sempreché mercoledì si arrivi al campo con la visiera abbassata e si va a Udine per fare la nostra partita. Costa oggi ha fatto il capitano perché ha davvero sofferto tanto in questo periodo. In campo purtroppo si portano le ansie.
DJIMSITI – Se abbassa il freno a mano può fare ancora di più.
GESTIONE DEL RISULTATO – Dopo il gol la squadra ha usato la testa. D’Alessandro ha speso un giallo. La palla è stata spazzata, i palloni bucati …
L’orgoglio vero era nella gestione della palla e nella personalità con cui hanno giocato i ragazzi, cioè senza buttare la palla ma giocandola. Poi è chiaro che bisogna migliorare.
Cerco di cambiare anche in virtù dell’avversario. Con l’Atalanta ho preferito Del Pinto perché loro giocano più verticali. Oggi con gli attaccanti del Milan ho preferito Memushaj per avere più gioco.”

Di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628