Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Ceppaloni, riapre le porte il castello medioevale

Scritto da il 29 luglio 2016 alle 17:42 e archiviato sotto la voce Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Riapre le porte il castello medievale di Ceppaloni. L’antico maniero, ristrutturato di recente, sarà visitabile domenica 31 luglio e lunedì 1° agosto a partire dalle ore 20:00. L’iniziativa è legata alla “Porziuncola” storica festa a cui è abbinata la “sagra dei fusilli e del formaggio pecorino” giunta alla sua XXXV edizione. L’iniziativa, proposta per la prima volta nell’edizione del 2014 con un discreto successo, è stata fortemente voluta dalla Pro Loco di Ceppaloni guidata da Nino Barone, e dall’Amministrazione Comunale capeggiata dal Dottore Claudio Cataudo. Dunque tutti coloro che prenderanno parte a quella che viene definita in Campania la “sagra delle sagre”, avranno anche la possibilità di visitare l’antico maniero passeggiando all’interno del centro storico.
Il castello di Ceppaloni si erge su di uno sperone roccioso che domina la sottostante valle del fiume Sabato. Le prime notizie storiche circa la sua esistenza ci riportano agli inizi del XII secolo, al tempo dei normanni, quando era tenuto da Raone II di Fraineta, signore di Ceppaloni. Non si può escludere, però, che giĂ  in epoca romana o longobarda vi fosse nello stesso sito un fortilizio, ipotesi questa che necessita di conferme sul piano archeologico. Comunque la costruzione ad opera dei normanni è da collocarsi nella seconda metĂ  dell’XI secolo. Il castello, come pochi altri nella regione, venne a trovarsi in una posizione geopolitica particolare, trovandosi con il suo territorio nel regno di Napoli, al confine con le terre di Benevento che dal 1077 al 1860 appartennero, salvo brevi periodi, allo Stato Pontificio. Dal castello era infatti possibile controllare l’accesso alla cittĂ  di Benevento dalla valle del Sabato, poco lontano dallo stretto di Barba, punto obbligato di passaggio dell’antica via Antiqua Majore che, imboccando la stretta gola, collegava Benevento a Salerno, passando per Avellino.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628