Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Fai Benevento: ‘Necessario trovare i fondi per restauro cimitero dei Morticelli’

Scritto da il 24 maggio 2016 alle 20:20 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Fai Benevento: ‘Necessario trovare i fondi per restauro cimitero dei Morticelli’

‘Venerdì scorso – si legge in una nota – noi della Delegazione FAI Benevento abbiamo chiesto ai Vigili del Fuoco un sopralluogo all’ex abbazia dei Santi Lupolo e Zosimo ¬ cimitero dei Morticelli, per verificare lo stato del corpo anteriore, quello in cui si apre l’ingresso al giardino: il tetto della struttura aveva già sofferto a causa delle piogge che causarono l’alluvione di ottobre 2015, ma quelle delle ultime settimane hanno peggiorato la situazione.
I Vigili del Fuoco, che ringraziamo poichè ci hanno sempre garantito la loro massima disponibilità ritengono indispensabile che il tetto sia riparato, prima di consentire di nuovo il passaggio attraverso la struttura. Questo significa che, al momento, non possiamo accedere ai Morticelli: l’intero progetto del giardino medievale, motivo di impegno e di vanto per la Delegazione Fai Benevento dal 2010, è a repentaglio.
Non vogliamo che finisca così! Ma questo episodio significa che è ora, una volta per tutte, di trovare i fondi per un restauro dei resti dell’abbazia. Per questo chiediamo a tutti riprovarci e di sostenerci votando Santi Lupolo e Zosimo nel nuovo censimento dei Luoghi del Cuore, iniziato pochi giorni fa: http://iluoghidelcuore.it/luoghi/benevento/ruderi¬dell¬abbazia¬dei¬santi¬lupulo¬e¬zosimo-detta¬deimorticelli/32631 L’abbazia dei Morticelli, già monastero di età longobarda, poi diventata cimitero dei bambini defunti e infine semidistrutta dai bombardamenti, è di proprietà del Capitolo Metropolitano di Benevento ed è stata affidata al Fai nel 2010.
In questi anni abbiamo lavorato sodo, dando al quartiere Triggio un importante punto di riferimento. La rinascita dei ruderi, importanti per la memoria storica cittadina ma abbandonati da decenni, è stato un grosso segno di rinascita sociale. L’entusiasmo dei volontari Fai ha coinvolto il quartiere, grazie ai numerosi spettacoli ed eventi che organizziamo regolarmente. Inoltre, sul modello dei Morticelli, altri si sono mossi per recuperare siti simili. Pensiamo ai Santi Quaranta, ai ruderi romani di Via San Cristiano, a Calata Olivella, addirittura all’antico sentiero che conduce alla torre di Montesarchio.
Il costituendo giardino medievale dei Morticelli è quindi il simbolo per eccellenza di una città, o di un territorio, che si è rimboccato le maniche per recuperare il suo passato dimenticato. Già nella scorsa edizione dei Luoghi del Cuore l’affetto dimostrato verso i Morticelli fu tanto, consentendoci di posizionarci all’87 posto della classifica nazionale con quasi 4000 voti raccolti anche grazie al grande coinvolgimento e al contributo del gruppo Facebook “Sei di Benevento se…”; i voti purtroppo non sono stati sufficienti perché venisse scelto il nostro progetto di orto medievale.
Vi chiediamo, dunque, di riprovarci e di partecipare alla nuova edizione con ancora più entusiasmo. Vorremmo che tutti votino l’abbazia dei Santi Lupolo e Zosimo, non solo per le difficoltà che ha, ma per tutto ciò che essa rappresenta e per premiare la passione dei tanti volontari, anche appartenenti ad altre associazioni, che hanno contribuito in questi mesi a lavorare con noi al progetto.
Vorremmo chiarire inoltre che, a fronte di tanti casi di incuria del patrimonio culturale locale, i Morticelli hanno già la strada spianata per ricevere un finanziamento tramite i Luoghi del Cuore: la burocrazia è semplificata perché abbiamo un progetto di recupero già pronto. Ci mancano, davvero, “soltanto” i fondi. Questo è il nostro progetto di Delegazione ma, in ogni caso, invitiamo tutti a segnalare il proprio Luogo del Cuore, sia che si trovi a Benevento che negli antichi paesini del nostro Sannio, a lavorare per la sensibilizzazione, a sostenere tale votazione.
Ricordiamo di curare la scheda con foto e note storiche accurate e attrarre quante più persone possibile. I voti possono essere dati online o raccogliendo firme sugli appositi moduli, che sono reperibili all’indirizzo http://iluoghidelcuore.it/dashboard dopo essersi registrati. Se avete domande contattateci su Facebook, o scrivete a iluoghidelcuore@fondoambiente.it .
Non dimentichiamo, inoltre, altri casi di degrado che ci hanno visti impegnati. Soprattutto, il nostro pensiero va alla cripta di San Marco dei Sabariani e ai suoi affreschi di età longobarda, una testimonianza storica importantissima e prossima alla distruzione: abbandonata per nove anni senza un restauro, a dicembre è stata oggetto di un allarme lanciato dalla Soprintendenza, che ne certificava l’imminente perdita.
Sono ormai passati cento giorni dalle prime dichiarazioni di impegno per il restauro degli affreschi, ma questo non ha ancora avuto luogo. E purtroppo, nel caso della cripta dei Sabariani, l’intervento è da compiersi con un’urgenza tale che non possiamo nemmeno consigliare di votarla su I Luoghi del Cuore: i tempi dell’iniziativa sarebbero davvero troppo lunghi! Per finire, ricordiamo a tutti un’altra opportunità per il nostro patrimonio a rischio: entro il 31 maggio, si può segnalare un bene culturale abbandonato scrivendo a bellezza@governo.it . In gioco ci sono 150 milioni di euro di fondi’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628