Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Aurora Colangelo vince la seconda edizione della Borsa di Studio ‘Mario Liverini’

Scritto da il 23 maggio 2016 alle 11:04 e archiviato sotto la voce Scuola, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Aurora Immacolata Colangelo è la vincitrice della 2^ edizione della Borsa di Studio ‘Mario Liverini’. La studentessa del ‘M. De Mennato’ di Ponte si è classificata prima al MatchXMath2016,concorso di matematica organizzato dall’Istituto Comprensivo di Telese Terme (Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado Telese Terme-Solopaca) con il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione e il sostegno attivodell’azienda Mangimi Liverini S.p.A. impegnata in un’operazione culturale finalizzata al riconoscimento del merito scolastico e alla valorizzazione dell’eccellenza nell’area degli studi secondari di primo grado.Secondo e terzo posto rispettivamente di Vincenzo Musto (Scuola Secondariadi 1° grado di San Giorgio del Sannio) e Rosita Tozzi (Scuola Secondaria di 1° grado ‘L. Shabran’ di San Marco dei Cavoti). Una festa della matematica di cui abbiamo anticipato la fase finale in quella che è stata un’intensa mattinataospitata nella cornice della sala ‘Mario Liverini’, presso la sede del Mangimificio Liverinia Telese Terme,e condotta dal giornalista Gabriele Pastore.L’atteso momento dell’apertura delle buste davanti alla foltissima plateacomposta da studenti, docenti e autorità,è stato preceduto dagliinterventi istituzionali con una breve presentazione del libro MATCHXMATH del docente Luigi Boscaino.
L’esibizione musicale dell’orchestra delle scuole secondarie di 1° grado di Telese Terme e Solopaca ha aperto ufficialmente i lavori. Soddisfazione è stata espressa sin dalle prime battute del suo intervento da Filippo Liverini, presidente della Mangimi Liverini S.p.A. Una spiccata e nota propensione al sociale quella dell’azienda, con particolare attenzione alle scuole, riassunta perfettamente nel passaggio del “pensare a un Sud che voglia riscattarsi sempre di più”, come evidenziato dallo stesso nell’ambito di alcune considerazioni sull’attività dell’azienda che affianca al sostegno economico delle varie iniziativeil supportoin progetti e idee, lavorando in sinergia conistituzioni e territorio.“Siamo molto soddisfatti”, ha dichiarato in riferimento ai numeri legati a questa edizione 2016 della Borsa di Studio ‘Mario Liverini’, con 101 studenti, 30 istituti e 54 scuole secondarie di primo grado delle province di Benevento, Caserta e Avellino. “Naturalmente lo zoccolo duro è rappresentato dalla provincia di Benevento, a cui abbiamo incluso le scuole di Avellino e Caserta. La nostra prossima mission sarà quella di estendere le partecipazioni, coinvolgendo anche le scuole di Salerno e Napoli, fino ad assumere una dimensione nazionale, un passo alla volta, nel rispetto dei tempi, perchè se si agisce in fretta ci si brucia”. Una prospettiva di crescita che presuppone anche una dimensione di accoglienza diversa. Filippo Liverini si è quindi soffermato sull’entusiasmo dei ragazzi partecipanti al concorso e ha invitato le aziende ad aprirsi al territorio, soprattutto in merito all’Alternanza Scuola Lavoro, esperienza ora divenuta obbligatoria e alla quale l’azienda telesina ha aderito prima dei tempi dettati dalla legge, abbracciando pienamente la lungimiranza didattica dell’IISTelesi@.
Trasparenza, apertura al territorio e voglia di fare. E quanto l’azienda opera sul territorio, in termini produttivi e sociali, è stato brevemente raccontato dall’amministratore delegato Michele Liverini. Partendo da un breve profilo di presentazione di Mario Liverini(padre di Filippo e Michele)e quindi dalle origini dell’azienda, è giunto fino all’attuale attività produttiva e sociale, riferendosi in maniera particolare al percorso ASL, in merito al quale ha evidenziato come “io e mio fratello ci siamo meravigliati dell’interesse che i ragazzi hanno mostrato nei riguardi dell’esperienza fatta nella nostra azienda”. A tal proposito il responsabile Ricerca e Sviluppo dellaLiveriniGianmaria Pacelliha compiuto un excursus con video dimostrativi dei vari momenti del percorso esperienziale realizzato dagli studenti delTelesi@.
A seguire il saluto del sub-commissario del Comune di Telese Terme Gianpaolo Bruno, che oltre a rimarcare la forte azione sociale dell’azienda, sottolineata in tutti gli interventi, l’ha evidenziatacome volano nello sviluppo del territorio. In merito, dirigente scolastico dell’IC Luigi Pisaniello ha dettoproprio che “se il territorio cresce è grazie alle sinergie.Questa giornata – ha continuato – dà il senso di un lavoro paziente. E quando si mettono insieme le scuole si fanno cose straordinarie”, confermandola volontà di continuare a sviluppare il progetto legato alla borsa di studio.
La conclusionedel momento istituzionale è stata affidata a Domenica Di Sorbo. La preside dell’IIS Telesi@,presente alla cerimonia in veste di ispettrice ministeriale, alla sua prima uscita ufficiale effettuata proprio sul territorio, ha parlato di “un sabato mattina di cultura permesso solo ed esclusivamente grazie alla famiglia Liverini. Noi siamo solo un supporto, un’intersezione positiva” ha continuato, parlando con orgoglio della collaborazione tra le scuole.
Prima della premiazione è stato presentato brevemente anche il testo MATCHXMATH di Luigi Boscaino, introdotto dalla docente Agata Mazzarella. Il testo raccoglie 71 situazioni problematiche, come raccontato nella breve presentazione. La particolarità: le situazioni problematiche, singolari e ispirate al quotidiano, sono calate sul territorio attraverso il racconto di luoghi, tradizioni e storia locali.
Luigi Boscaino si è piacevolmente intrattenuto con la platea raccontando un simpatico aneddotoche lo ha visto nei panni di docente impegnato nella risoluzione di un problema postogli da un collega polacco.Ferdinando Casolaro dell’Università del Sannio invece,si è soffermato sulla necessità di interessare e coinvolgere i ragazzi, annunciando la presentazione del testo di Boscaino all’università sannita.
Determinazione nel perseguire i propri obiettivi, come evidenziato dall’intervento di Franco Pepe, famoso pizzaiolo italiano, anche lui in sala, al quale si è accostato quello del decano tra i dirigenti scolastici presenti.Ai primi tre classificati al concorso vanno quindi: euro 500 primo classificato; euro 300 secondo classificato, euro 200 terzo classificato. Anche ai partecipanti e alle commissioni esaminatrici sono stati rilasciati degli apprezzati gadget-ricordo della giornata.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628