Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento-Cittadella, banco di prova importante per i giallorossi

Scritto da il 12 novembre 2016 alle 11:14 e archiviato sotto la voce Calcio, Sport, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Da un punto di vista tecnico-tattico, la sensazione che è emersa dopo Ternana-Benevento è che Baroni abbia finalmente trovato quella quadratura del cerchio che cercava. Ci riferiamo sia allo schema di gioco, il 4-2-3-1, sia alle pedine da schierare nel rettangolo di gara, con particolare riguardo ai due mediani posizionati davanti alla difesa e, cioè, alla coppia Buzzegoli – Chibsah che, almeno in questo momento, sta dando più garanzie delle altre, perché in grado sia di tamponare e arginare il gioco avversario, facendo rifiatare la difesa, sia di impostare e far ripartire il gioco, dando maggior equilibrio alle due fasi, difensiva e offensiva. Questo non vuol dire una bocciatura per gli altri, specie per chi, nella passata stagione ha tirato la carretta e contribuito alla conquista della promozione. Perché ognuno ha le proprie caratteristiche che potranno servire in determinate occasioni e può certamente migliorare in quegli aspetti che al momento servono al gioco della squadra per non mandarla in affanno e fuori giri, a infonderle fiducia e sicurezza in campo.

Fondamentale è dunque il processo di crescita di ogni uomo a disposizione del tecnico. Processo di crescita che sta avvenendo con continuità, partita dopo partita, e sotto ogni punto di vista: tecnico, tattico, fisico, mentale, della disponibilità al sacrificio e dell’intensità messa in campo da ogni calciatore. L’impressione è che i margini di miglioramento siano ancora tanti. E lo si può osservare e apprezzare dalle prestazioni dei vari Gyamfi, Gori, Pezzi capaci di farsi trovare pronti anche se poco impiegati. E Proprio Pezzi più degli altri va menzionato perché capace di rinascere dopo la gara non positiva di Salerno, facendosi apprezzare per quelle stesse doti che, nello scorso campionato, gli erano valse un posto da titolare in campo. Fa bene, in questo senso, Marco Baroni, a non chiudere la porta a nessuno e ad aspettare tutti, concedendo a ognuno la possibilità di dare il proprio contributo alla causa, perché in un campionato così lungo e difficile c’è bisogno di tutti. Inoltre, la rosa di quest’anno si sta dimostrando davvero competitiva.

La sfida che aspetta i giallorossi contro il Cittadella rappresenta un importante banco di prova per i sanniti. I veneti andranno presi con le molle perché, al pari di squadre del calibro di Verona, Carpi, Spezia, Frosinone, sono attrezzati – per quel che si possa pensare – a recitare un ruolo da protagonista in questo campionato. Il momento negativo della squadra di Venturato (riconfermato dopo la promozione dello scorso anno) sembra essere alle spalle. Tre sconfitte consecutive che sono costate ai granata la prima posizione in classifica (ad opera della schiacciasassi Verona), ma da cui sembrano essersi ripresi, vincendo le sfide con Latina e Salernitana. Per il Benevento questa gara (come pure la successiva) potrebbe essere uno snodo fondamentale per il proprio campionato e, in caso di vittoria, proiettarla verso la conquista di un nuovo traguardo, un sogno che tutti noi vorremmo vivere.

Un momento di gioco di Ternana-Benevento 0-1

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628