Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

San Salvatore Telesino, La Luna di Rao incontra la Medicina

Scritto da il 9 marzo 2016 alle 18:47 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

San Salvatore Telesino, La Luna di Rao incontra la Medicina

Quarto incontro di ‘Dialoghi con la luna’, progetto culturale dell’Associazione Massimo Rao. Sabato 12 marzo, alle ore 18.00, nella Pinacoteca comunale di San Salvatore Telesino si terrà un nuovo appuntamento di questo percorso tematico che ha come protagonista la Luna,figura onnipresente nell’arte di Massimo Rao, interpretata, di volta in volta, in una chiave diversa.

Il Mito della Luna tra il sacro e il profano è stato il tema del primo incontro con la prof.ssa Angela Iacobucci, che ha ricordato i miti nelle varie culture, la storia delle costellazioni e i segni zodiacali; nel secondo incontro invece, lo psichiatra Maurizio Volpe, in una performance di grande suggestione, con l’accompagnamento musicale di Maria Calandra e Bruno Capuano e l’interpretazione dell’attore Ciro Ruoppo, ha presentato la Sua Luna, affrontando il tema della malattia psichiatrica in chiave teatrale con una pièce che ha ripercorso gli anni bui delle esperienze manicomiali fino alla realizzazione del progetto di Teatro integrato, un’idea che utilizza il teatro a scopo terapeutico e riabilitativo; nel terzo incontro- a ridosso di San Valentino- la Luna di Rao ha incontrato la Poesia di uno dei più grandi poeti di tutti i tempi, Giacomo Leopardi. La serata ha avuto come protagonista il giornalista e scrittore napoletano Pier Antonio Toma che, con l’accompagnamento musicale del cantautore Lino Blandizzi, ha commentato il Canto di un pastore errante dell’Asia e Alla Luna di Giacomo Leopardi, arricchendo l’intervento con curiosità letterarie e citazioni, e non mancando di sottolineare la modernità della poetica leopardiana, così vicina ai tormenti esistenziali dei nostri tempi.

Gli incontri, introdotti da Patrizia Bove, socio dell’Associazione Massimo Rao e ideatrice degli eventi, vengono dalla stessa ricondotti all’arte di Massimo Raoattraverso la visione delle opere del pittore sannita, scelte opportunamente in analogia con il tema della serata.

Struggente la scelta di presentare, in occasione dell’incontro sulla Poesia, uno dei quadri più belli e inquietanti di Massimo Rao: “Nostra Signora delle cose impossibili”. Il quadro,dipinto nel 1995, quando l’artista era già consapevole della sua fine imminente, chiude una serie di quadri che, a partire dal 1993, raffigurano una Luna enorme, una Luna che finalmente si rivela in tutta la sua grandezza, una Luna piena con un corpo antropomorfo che si tiene le guance con le mani e sembra meditare. In primo piano, ma quasi nascosta tra le rocce, una figura colta nel momento della partenza (o della dipartita), vestita di stenti, con una bisaccia sulle spalle, un piccolo fagotto dove raccogliere le cose necessarie da portare con sé in un viaggio definitivo.

Nel quarto incontro, programmato per sabato 12 marzo in Pinacoteca, la Luna di Rao incontrerà la Medicina. Si parlerà dell’influenza della Luna sulla cura di alcune malattie, dei rituali della medicina popolare d’altri tempi, dell’importanza che da sempre l’Uomo ha attribuito alle fasi lunari.Protagonisti della serata saranno il dott. Emilio Bove, medico e scrittore, e il dott. Rosario Di Lello, chirurgo e storico della Medicina.

Emilio Bove, medico in San Salvatore Telesino, è conosciuto anche per la prolifica vena letteraria orientata principalmente al recupero della memoria storica del territorio.Dal suo primo libro, datato 1990, un saggio sulle origini di San Salvatore Telesino, intitolato appunto “San Salvatore Telesino: da Casale a Comune”, alla sua ultima opera, il romanzo storico “L’ultima notte di Bedò”, Bove ha costruito un percorso letterario variegato anche nel genere utilizzato, con l’intento di non lasciar cadere nell’oblio le testimonianze storiche e i ricordi tramandati attraverso  la tradizione orale di un territorio così ricco di storia come la Valle Telesina e in particolare San Salvatore Telesino con l’area archeologica di Telesia.

Rosario Di Lello, già chirurgo presso l’ospedale di Piedimonte Matese, ha al suo attivo varie pubblicazioni di storia, soprattutto sul Brigantaggio nell’area del Matese, nonché nei territori di Cusano e Pietraroja. Come storico della medicina ha pubblicato numerosi testi sulle Terapie popolari, un Antico Prontuario di medicina popolare in provincia di Benevento e un testo sull’assistenza ospedaliera nella storia del Medio Volturno. Quale socio dell’Associazione Storica del Medio Volturno ha pubblicato numerosi testi volti alla ricerca delle tradizioni popolari in Terra di Lavoro, tra cui varie pubblicazioni sul Vino nella medicina. L’ultimo testo pubblicato nel 2014 è “Conversando sulla Cipolla in Alife. Dall’Evo ai giorni nostri”, un’opera in cui l’autore affronta un excursus sulla produzione in età antica, medievale e moderna della cipolla, toccando il rapporto orticoltura-religione e chiamando in causa la protezione degli Dei.

Anche questa serata sulla Luna sarà arricchita da un contributo musicale,anch’esso scelto opportunamente sul tema, questa volta a cura della soprano e musicoterapista Nadia Perfetto e dei musicisti dell’Orchestra Ars Nova Laurentii, prima Orchestra stabile costituita in Valle Telesina grazie all’intuito e alla dedizione del Maestro Gianfranco Lombardi, uno dei più grandi musicisti italiani.

L’Orchestra Ars Nova laurentii, diretta dal Maestro Massimo D’Orsi, offre la sua collaborazione al progetto dedicato al pittore Massimo Rao, contribuendo a rendere magiche le atmosfere degli eventi in Pinacoteca, e offrendo ogni volta repertori di grande prestigio che ben si accompagnano allo stile delle conversazioni  culturali dedicate alla Luna. In occasione del quarto incontro la voce della soprano Nadia Perfetto sarà accompagnata alla tastiera dal Maestro Massimo d’Orsi e al sax dal musicista Italo Polcino.

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628