Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Rocca, riunito il Consiglio provinciale

Scritto da il 26 gennaio 2015 alle 18:18 e archiviato sotto la voce Attualità, Politica. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Alla Rocca dei Rettori, nella Sala Consiliare, si è riunito oggi il Consiglio Provinciale di Benevento presieduto da Claudio Ricci, Presidente dell’Ente.
Il Consiglio ha approvato tutti gli argomenti iscritti all’Ordine del giorno fatta eccezione per la “Convenzione con la Federazione per la Pesca sportiva per la gestione dei diritti esclusivi della pesca di tre tratti del fiume Tammaro”: l’argomento infatti è stato rinviato a seguito di una richiesta di istruttoria supplementare formulata dallo stesso Presidente.
Ricci ha chiesto al Consiglio Provinciale un minuto di raccoglimento in memoria del compianto Mario Borrelli, “Zio Mario”, com’era affettuosamente chiamato da tutti, venuto a mancare nella giornata di sabato 24 gennaio. Il Presidente ha voluto esprimere il sentito cordoglio suo personale e della Provincia sannita per la scomparsa di una figura “prestigiosa di amministratore di questo territorio ed in particolare della città di Faicchio” – ha detto Ricci. Egli ha voluto sottolineare la mole di lavoro a favore della collettività che “Zio Mario” ha svolto nel corso degli anni: “Borrelli ha fatto moltissimo, per questa terra” – ha proseguito Ricci, che ha aggiunto: “egli sedeva proprio accanto al mio scranno in questo Consiglio e lo ricordo come una persona eccezionale” – ha concluso.
I Consiglieri, dopo essere rimasti in piedi per un minuto a capo chino, hanno tributato un applauso a “Zio Mario”.
Il Presidente Ricci ha inoltre ricordato che il 27 gennaio 2015, “Giornata della Memoria” per le Vittime dell’Olocausto, la Provincia di Benevento ricorderà quella atroce pagina di storia presso la Biblioteca Provinciale “Antonio Mellusi” di Benevento, Istituto culturale della stessa Provincia. A partire dalle 11.00 il Presidente Ricci, insieme ai Consiglieri, visiterà la mostra bibliografica “I Giornali della Memoria – Le leggi razziali nelle collezioni della Biblioteca Provinciale di Benevento”, promossa e patrocinata dalla Provincia e curata da Epsilon S.c.a.r.l.
Per quanto infine, riguarda gli altri argomenti all’Ordine del Giorno, il Consiglio, dopo aver approvato a maggioranza due riconoscimenti di debiti fuori Bilancio per sentenze passate in giudicato e per atti ingiuntivi, ha licenziato invece a voti unanimi il Regolamento per la pubblicità e la trasparenza della situazione patrimoniale e reddituale dei componenti degli organi di indirizzo politico.
Infine, il Consiglio ha ascoltato le Comunicazioni del Presidente in merito all’attuale fase di riforma dell’Ente Provincia, al Disegno di legge regionale di riordino delle funzioni e alla questione degli organici dell’Ente per effetto delle norme che tagliano il personale dipendente del 50%. A tale proposito Ricci ha dichiarato in Consiglio: “Sul lavoro che dobbiamo portare a termine, noi, ancora oggi, dobbiamo misurarci con i dubbi e le incertezze che caratterizzano la esatta individuazione delle funzioni delle Province dopo le disposizioni di cui alla legge 56 del 2014. In particolare, noi dobbiamo affrontare il problema più spinoso e cioé quello della competenza delle Province sulla voce “cultura”. Sono stato in queste settimane in contatto continuo con la Regione Campania e finalmente comincia a farsi un po’ di chiarezza su questo punto. Qualche giorno fa è stato licenziato dalla Giunta regionale un disegno di legge, peraltro in ossequio a quelli che erano stati gli Accordi in sede di Conferenza Stato – Regioni: in tale disegno di legge regionale si delineano le competenze della Province e dunque si intravede almeno uno sforzo di chiarezza sul punto. Infatti, le competenze definite non fondamentali, dopo le disposizioni della legge 56, e cioé appunto: turismo, cultura, agricoltura, probabilmente, secondo il disegno di legge della Regione Campania, rimarranno alle Province. Questo è importante, perché io nei giorni scorsi ho assunto provvedimenti per assicurare al territorio provinciale la continuità dei servizi sulla cultura: tali provvedimenti avevano come obiettivo la proroga di 90 giorni per le Cooperative che effettuano servizi per il Museo e la Biblioteca provinciale e per la stessa Rocca dei Rettori. Ho avuto rassicurazioni dalla Giunta del Governatore Stefano Caldoro che il Consiglio regionale discuterà ed approverà questo disegno di legge prima dello scioglimento della Consiliatura che avverrà in primavera. Il disegno di legge regionale, come mi è stato presentato dall’Amministrazione regionale tiene conto di quella che appare come una uniforme volontà di tutte le Regioni italiane ad eccezione di quella toscana che pare voler abrogare del tutto le funzioni delle Province. Questo discorso delle competenze che non si restringono potrebbe avere anche una ricaduta positiva rispetto alla questione del personale dipendente. Tali novità di ordine legislativo, sebbene si tratti ovviamente di una proposta di legge, ci ha messo nelle condizioni di lavorare meglio. Per tale ragione siamo riusciti a dare una accelerata sullo Statuto provinciale: la bozza è quasi pronta, può già essere a disposizione dei Consiglieri provinciali. Vorrei procedere così per giungere alla approvazione finale di questo fondamentale atto: nei prossimi giorni i Consiglieri possono ritirare presso gli Uffici il Testo e dunque valutarlo. Dopo qualche giorno convocherò la Commissione dello Statuto, composta appunto da tutti i Consiglieri, e cominceremo a lavorare più nel dettaglio, senza pregiudizi e senza steccati, lasciandoci guidare solo ed esclusivamente dalla legge. Inoltre, come suggerito dal consigliere Cataudo, ci dedicheremo con particolare impegno a studiare tutti i Regolamenti: anche su questo argomento noi discuteremo in riunione plenaria come per lo Statuto. In particolare affronteremo il tema del rimborso delle spese di viaggio dei Consiglieri per raggiungere la sede istituzionale. Possiamo anche ipotizzare la istituzione di una o più Commissioni consiliari per esaminare gli atti che vengono presentati in Consiglio”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628