Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Brini: “Chi vincerà il campionato dovrà farlo con merito”

Scritto da il 21 febbraio 2015 alle 22:13 e archiviato sotto la voce Calcio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

E’ un Brini più rilassato, quello che si presenta ai microfoni della stampa, dopo un match tiratissimo tra Benevento e Melfi. Ma non ha del tutto digerito l’arbitraggio e l’atteggiamento degli avversari. La sua non è però una polemica, è semplicemente attenzione, senso di protezione, di responsabilità nei confronti di un gruppo unito e compatto che sta facendo qualcosa di veramente importante. E’ consapevole che l’obiettivo in ballo è grosso e alla portata. E non vuole farselo scippare dalle mani, per certe decisioni che col campo centrano poco.
“Mi ha dato fastidio – spiega il tecnico dei sanniti – l’atteggiamento del Melfi, molto combattivo con noi, spero che faccia lo stesso anche con gli altri, di qui alla fine del campionato.
Partite come queste non sono affatto semplici da vincere. Ci siamo riusciti, non importa se solo al novantesimo. Ma credo che non dobbiamo giocare solo contro la squadra avversaria.
Questi ragazzi stanno facendo cose importanti. Chi vincerà il campionato alla fine dovrà avere l’onore di averlo fatto onestamente.
L’amarezza viene proprio dal fatto che la squadra lavora tanto e bene durante la settimana e in campo, e nonostante ciò puoi incappare in un pareggio non meritato. Oggi abbiamo vinto nel finale, capita anche ad altre. Ma l’abbiamo fatto con merito”.
Sull’arbitraggio mister Brini non aggiunge altro: “Avete visto tutti la partita – questo il suo commento – e potete giudicare”.
PARTITA – Passa poi ad analizzare la gara. “Non credo che siamo stati leziosi in avanti. Non abbiamo concretizzato le tante opportunità rispetto ad altre volte. Forse per un pizzico di nervosismo in più. Ma nel secondo tempo abbiamo corretto qualcosa e fatto una buona prestazione. La squadra c’era ed ha risposto bene. E’ stata una vittoria preziosa. Questo deve darci maggiore convinzione”.
MAROTTA – Su Marotta, che non è rientrato in campo ad inizio secondo tempo, anticipa la domanda dei cronisti ed evita l’accendersi di inutili polemiche: “Marotta – spiega il tecnico marchigiano – ha fatto bene il suo lavoro ed è uscito per scelta tecnica, perché in quel momento mi serviva un lavoro diverso a centrocampo”.
D’AGOSTINO – “D’Agostino sta facendo bene ed è un elemento importante per questa squadra. I ritmi sono diversi da quelli dei suoi compagni perché ancora non ha raggiunto la forma migliore. Ma ci arriverà presto. Del resto è stato così pure per Mazzeo all’inizio”.
LUCIONI E PEZZI – “Giocare in posizione avanzata è una caratteristica di Lucioni. L’ha fatto diverse volte ed io lo lascio fare. Così come ho fatto con Pezzi avanzandolo sulla fascia. Sul primo gol, invece, l’avvicendamento sulle fasce è stato casuale, ma sono contento che ci sia stato”.
VITIELLO – “L’ho cambiato perché temevo che potesse rimediare il secondo giallo.
TIFOSI – “Il pubblico è trascinante. E’ l’uomo in più. Ma è anche merito di questa squadra che deve essere motivo d’orgoglio per quello che sta facendo. I tifosi stanno vedendo i sacrifici di questo gruppo e sono ancora più compatti con loro. C’è uno spirito diverso”.
Di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628