Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alto Calore Servizi, post alluvione: recupero funzionalitĂ  condotte idriche

Scritto da il 20 novembre 2015 alle 12:54 e archiviato sotto la voce Ambiente, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Alto Calore Servizi SpA prosegue nell’impegnativo lavoro di recupero della funzionalità delle condotte idriche distrutte dagli eventi alluvionali che hanno interessato principalmente la Provincia di Benevento nei giorni 15 e 17 ottobre 2015.

Dopo i primi interventi emergenziali, eseguiti per assicurare l’immediato reintegro delle aste acquedottistiche danneggiate nel sistema di approvvigionamento comunale e per ripristinare il  servizio nei dodici Comuni coinvolti, l’attività di ACS si è concentrata su due specifici aspetti  in proiezione di medio e lungo periodo.

Il tavolo istituzione e tecnico, insediatosi, a carattere permanente, presso la Prefettura di Benevento per il censimento e la quantificazione dei danni che anche le infrastrutture acquedottistiche hanno subito, ha preso atto delle reali necessità del territorio servito per la completa ricostruzione delle opere danneggiate e, in particolare, di tre passerelle di attraversamento completamente distrutte nel territorio di Pietrelcina  e al confine tra i Comuni di Pago Veiano e Pesco Sannita.

Per gli interventi previsti a medio periodo, la Società è già operativa e sta lavorando in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Pietrelcina e soprattutto di Pesco Sannita nonchè con i Vigili del Fuoco.

In particolare, è stato portato a compimento nel Comune di Pesco Sannita un intervento di elevato valore tecnico condotto in sinergia tra i tecnici della Alto Calore Servizi SpA e il personale dei Vigili del Fuoco della sede operativa di Benevento.

L’intervento, che fu già concordato negli incontri avuti  presso la Prefettura di Benevento e qualificato come “essenziale” per assicurare temporaneamente il servizio idrico agli abitati di numerose frazioni di Pesco Sannita e Pago Veiano, ha comportato l’impiego di importanti attrezzature e mezzi d’opera (escavatori, autogrù di potenzialità non comune) e impegnato nelle attività maestranze lavorative appartenenti  a  diversi soggetti pubblici e privati.

Si è reso, inoltre, necessario la chiusura al traffico del ponte  di collegamento tra via Spagnuolo e via Vetecai del Comune di Pesco Sannita.

L’intervento è consistito nell’ancoraggio ad una struttura di attraversamento preesistente di una condotta idrica (del diametro nominale di 200mm. e della lunghezza di circa 130mt), inizialmente resa solidale a terra mediante operazioni di saldatura e bullonatura, e sollevata, tal quale, in un unico contesto, ad una altezza dal suolo di circa15 metrilineari.

La complessità dell’intervento è insita non solo nella lunghezza della condotta da sollevare ma nella necessità di assicurare, durante tale operazione, una inflessione contenuta e rientrante in limiti preordinati per evitare possibili rotture o anche semplici danneggiamenti.

L’intervento ha avuto la durata di circa tre ore al termine del quale è stato possibile ripristinare la funzionalità dell’arteria sulla quale il traffico era stato momentaneamente sospeso.

Il Presidente di Alto Calore Servizi Spa ringrazia i tecnici e i dipendenti impegnati nella emergenza Sannio, anche per professionalità mostrata nella individuazione delle soluzioni tecniche più appropriate, e  gli operatori dei Vigili del Fuoco che, come già avvenuto in atre occasioni, hanno lavorato in perfetta simbiosi con il personale ACS per ripristinare il servizio idrico ai Comuni della Medio e Bassa Valle del Tammaro.

La Prefettura, il Dipartimento della Protezione Civile e la Amministrazione Provinciale di Benevento hanno mostrato forte sensibilità per le problematiche acquedottistiche insorte e, nella consapevolezza del rischio futuro di possibili nuove emergenze, hanno proposto insieme ad ACS alla Regione Campania il finanziamento di un progetto dell’importo di oltre un milione di euro che darà stabilità e certezza futura ad opere acquedottistiche che hanno comunque superato la loro vita funzionale per essere state realizzate dalla Cassa per il Mezzogiorno da oltre un cinquantennio.

Le necessità delle comunità interessate direttamente o indirettamente dalle opere (in quanto servite da questa aste adduttrici) ossia dai  Comuni di Paduli, Pietrelcina, Pontelandolfo, Fragneto Monforte, Pago Veiano, Pesco Sannita, Reino, Casalduni e Campolattaro è ora completamente rivolto alla Regione Campania affinchè finanzi le opere e ne consenta la realizzazione prima dell’estate 2016, allorquando gli effetti dei recenti disastri potranno diventare molto gravi  se associati ad un andamento meteo climatico estivo sfavorevole, come quello di quest’anno.

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628