Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Obiettivo T, Stagione Teatrale 2015: al via il 7 marzo

Scritto da il 18 febbraio 2015 alle 11:21 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Foto. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Obiettivo T, Stagione Teatrale 2015: al via il 7 marzo

Ritorna la stagione Obiettivo T organizzata dalla Solot Compagnia Stabile di Benevento in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Benevento.

Cinque gli appuntamenti in programma che si terranno tutti al Mulino Pacifico di Benevento:

7 marzo Gea Martire presenta “Mulignane” da un racconto di Francesca Prisco con Gea Martire Regia Antonio Capuano drammaturgia di Antonio Capuano e Gea Martire.                                                                               

Le mulignane come lividi e come vere melanzane, quelle imbracciate da Gea Martire nello spettacolo “Mulignane”, tratto da un racconto di Francesca Prisco e diretto da Antonio Capuano. Una storia di una donna senza nome e senza dignitĂ , che conduce una vita triste avvolta da senso d’inadeguatezza e bruttezza, si appresta ad un vero sconvolgimento che la farĂ  sbocciare, tra situazioni comicissime, scene esilaranti per parlare, ridendo, di forti temi sociali, come il rapporto uomo-donna, i ruoli, il rispetto reciproco.

14 marzo Rita Pacilio presenta ‘Quel grido raggrumato’ performance poetico/musicale di Rita Pacilio, movimenti scenici a cura di StudioDanza94

La performance poetico/musicale, ‘Quel grido raggrumato’, prende il titolo dall’omonima raccolta poetica di Rita Pacilio, editaLa Vita Felice, 2014 che segue “Non camminare scalzo”  e  “Gli imperfetti sono gente bizzarra” e che chiude una trilogia sull’inquietante e doloroso cammino attraverso i temi dell’emarginazione. L’intonazione, la voce, l’atmosfera, il suono, le coreografie, le suggestioni diventano un unico corpo poetico che, come metafora espressionistica e surreale, denunciano la tragicità del reale.

24 marzo Minimo comune teatro presenta “Partitura P” Uno studio su Pirandello Testi di Luigi Pirandello (L’Uomo dal fiore in bocca – Una giornata – Il treno ha fischiato) regia, Adattamento e Interpretazione Fabrizio Falco. L’attore siciliano si è fatto apprezzare sul grande schermo nel film di Daniele CiprĂŹ “È stato il figlio” e ne “La bella addormentata” di Marco Bellocchio, ottenendo a Venezia il premio Mastroianni, si è dedicato negli ultimi tempi a Pirandello, prima interpretando il figlio, nella messa in scena di Luca Ronconi “In cerca d’autore. Studio sui sei personaggi”, poi registrando l’audiolibro “Pensaci Giacomino! e altre novelle”, infine realizzando “Partitura P”, dove il variare della sua recitazione restituisce, in un unico flusso evocativo, le novelle “La morte addosso”, “Una giornata” e “Il treno ha fischiato”. Complice nascosto di Falco, il musicista Angelo Vitaliano, che crea dal vivo una drammaturgia musicale con suoni elettronici, duettando in consolle con la recitazione e creando ogni sera una diversa partitura.

11 – 12 aprile la Solot compagnia stabile di Benevento presenta “Salute” con Michelangelo Fetto, Rosario Giglio, Antonio Intorcia, Massimo Pagano, con l’irrinunciabile collaborazione di Carla Visca, documentazione fotografica Vincenzo Fucci, Organizzazione Generale Paola Fetto e regia di Michelangelo Fetto. “Viva il vino spumeggiante nel bicchiere scintillante come il riso dell’amante; mite infonde il giubilo…” canta Turiddu in “Cavalleria rusticana ”. Dalle nozze di Cana alla Parigi dei mitici anni 20, passando per canti celebri della tradizione, citazioni, aneddoti, degustazioni “tecniche” e degustazioni un “po’ meno tecniche”, con momenti di coinvolgimento diretto del pubblico in un vero e proprio omaggio chela Solot ha voluto dedicare al vino. Una cavalcata nella storia di questo prezioso liquido che ha accompagnato la storia dell’uomo dai suoi albori e ne ha connotato le vicende accompagnandone le esplorazioni, le scoperte, i processi di civilizzazione.

24 aprile Teatri della Viscosa in NO-TAVevo-detto. Maria crede che l’alta velocitĂ  farĂ  bene al suo paese, farĂ  bene all’economia, migliorerĂ  il trasporto delle persone e delle merci. Maria comincia il suo percorso attraversando l’Italia dell’Alta VelocitĂ , un percorso di coscienza e conoscenza, che disvelerĂ  ai suoi occhi l’inquietante realtĂ  celata dietro la costruzione di una grandeopera.  NO TAVevo detto nasce con l’incontro artistico tra Laura Pece, Stefano Greco e Francesca Bertozzi. Uno spettacolo che vuole informare e incuriosire, ma anche far emergere che la costruzione del nostro futuro passa attraverso le nostre scelte e sia l’espressione inequivocabile del nostro pensiero. Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.30; Biglietti d’ingresso: € 12,00 intero – € 9,00 ridotto studenti. Per informazioni:Solot Compagnia Stabile di Benevento Mulino Pacifico Tel. 0824 47037 – 338 1457688, info@solot.it  -  www.solot.it.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628