Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Benevento, scoperto nuovo dormitorio abusivo in cittĂ : fermati otto rumeni.

Scritto da il 30 aprile 2014 alle 19:01 e archiviato sotto la voce Cronaca. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento e della locale Stazione, nell’ambito degli intensificati servizi preventivi finalizzati al contrasto dei furti, in particolare di quelli su autovettura, nonchè per la captazione di persone di interesse operativo disposti dal locale Comando Provinciale dell’Arma, hanno individuato e fermato otto persone di origine rumena: quattro donne rispettivamente di 59, 46, 23 e 22 anni, nonché quattro uomini rispettivamente di 70, 27, 21 e 20 anni, tutti nullafacenti e pregiudicati.   

I militari si sono resi conto della presenza dei rumeni poiché, nel transitare per via dei Longobardi, hanno avuto modo di notare la presenza di cinque baracche in uno spiazzo sito sotto un cavalcavia nei pressi del fiume “Calore”.

Insospettiti dalla circostanza, i Carabinieri hanno deciso di approfondire quanto notato e quindi, dopo avere atteso l’arrivo di altro personale di rinforzo, hanno fatto accesso nell’insediamento.

Qui, i militari, hanno constatato che tutte le baracche erano state costruite alla meglio dagli occupanti con materiali di fortuna riciclati probabilmente in giro per la cittĂ : teli di plastica, pannelli di legno, porte danneggiate, scatole di cartone, vecchie coperte.

Dopo una ricognizione effettuata nelle strutture, i Carabinieri  hanno potuto constatare che gli otto rumeni avevano trasformato le baracche, peraltro prive del minimo  requisito di sicurezza, in vere e proprie abitazioni, allestendole anche con grossolane cucine dove preparare i loro pasti ed attingendo l’acqua per le proprie necessità igieniche e fisiologiche dal vicino fiume “Calore”.

Poi, dopo essere state fermate ed identificate, le otto persone sono state condotte presso la Caserma del Comando Provinciale dell’Arma dove, dopo il fotosegnalamento, sono state sottoposte ad accertamenti.

Al termine è emerso che tutti i soggetti, residenti in Romania e di fatto domiciliati in Italia senza fissa dimora, erano gravati da svariati pregiudizi penali per reati predatori, segnatamente per furto, ed, inoltre, tutti risultavano controllati dalle Forze di Polizia nei Comuni di La Spezia, Formia, Gaeta, Cassino, Sulmona, Caserta, Teano, Massa Carrara ed Aurisina.

Alla fine dell’intera vicenda tutti i soggetti, essendo anche emersa l’irregolarità della loro permanenza nello Stato Italiano, sono stati proposti per l’allontanamento dal territorio nazionale, mentre sono state contestualmente informate le Autorità competenti per la rimozione delle baracche e la messa in sicurezza del sito dove erano state costruite.

Con quest’ultima operazione, risultano attualmente due i dormitori abusivi scoperti dai Carabinieri nell’ambito cittadino. Si ricorderà, infatti, che un analogo insediamento fu scoperto all’inizio di questo mese in una struttura abbandonata del Lungosabato Boulevard e dove furono fermate, identificate e proposte per l’allontanamento dal territorio nazionale sei persone tutte di nazionalità rumena.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628