Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Guardia, si è riunita la giunta dell’Unione dei Comuni ‘Città dei Sanniti’

Scritto da il 19 giugno 2014 alle 18:49 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

L’Unione dei Comuni “Città dei Sanniti” da il benvenuto ai quattro nuovi Sindaci eletti nell’ultima tornata elettorale e componenti di diritto della Giunta dell’Unione. Infatti con un brindisi di spumante falanghina sono entrati a far parte dell’organismo i Sindaci Giuseppe Maria Maturo per il Comune di Cusano Mutri, Nino Lombardi per il Comune di Faicchio, Angelo Pietro Torrillo per il Comune di Pietraroja ed Antimo Lavorgna per il Comune di San Lorenzello.

La riunione della Giunta dell’Unione, convocata alle ore 18,00 del 18 giugno, ha deliberato su importanti argomenti all’ordine del giorno che hanno impresso una vigorosa accelerazione all’attività dell’Unione.

Infatti si è deliberato all’unanimità di gestire in forma associata, tramite l’Unione, le dieci funzioni fondamentali degli Enti Locali.

Va ricordato infatti che per i Comuni fino a 3.000 abitanti entro il 30 giugno 2014 devono essere gestite in forma associata almeno sei funzioni ed entro il 31 dicembre 2014 le restanti funzioni.

Il secondo punto all’ordine del giorno ha riguardato la gestione aggregata degli appalti con l’obbligo di centrale di committenza per tutti i Comuni non capoluogo di provincia. I nove Sindaci hanno deliberato di istituire una centrale di committenza in testa all’Unione dei Comuni “Città dei Sanniti” e a servizio dell’intera Unione. Nell’immediato la segreteria dell’Unione sta preparando una convenzione uniforme per ogni Comune dell’Unione da fare adottare da ogni Consiglio Comunale. Nella sostanza, siccome dal 1° luglio 2014 nessun Comune non capoluogo di provincia potrà effettuare procedure di gara, la decisione presa dall’Unione consente di non aver soluzione di continuità nell’attività di affidamento ed in tempi rapidi realizzerà una vera centrale di committenza a servizio dei nove Comuni dell’Unione.

Altro punto all’ordine del giorno, sul quale ha relazionato l’Assessore dell’Unione,  Sindaco del Comune di Puglianello Tonino Bartone, è stato il servizio gestione rifiuti. La relazione ha percorso tutto l’iter che sta portando alla costituzione di un unico ambito provinciale per la gestione del servizio rifiuti, sottolineando le criticità ed il rischio di un aumento della tariffa oggi pagata dai cittadini ed una dequalificazione del servizio. Sono state indicate due strade da seguire, la prima che vede al centro la Regione Campania che si dovrà far carico dei costi della gestione delle discariche esistenti nella provincia di Benevento che hanno ospitato rifiuti del casertano e del napoletano. L’altra strada che l’Unione perseguirà è quella di impostare un piano industriale specifico per lo S.T.O. (Sistema Territoriale Operativo) che riguarda i 18 Comuni della Valle Telesina. L’Unione infatti, non si farà trovare impreparata rispetto alla mega gara che riguarderà tutti i Comuni della provincia. E’ stato nuovamente rivolto l’invito alla seconda Unione del territorio, quella della “Città Telesina”, affinchè accolga la richiesta ad impostare un piano unitario insieme alla “Città dei Sanniti” per il governo dello S.T.O..

E’ stata anche approvata la relazione dell’Assessore ai Servizi Sociali, Sindaco di Cerreto Sannita Pasquale Santagata, relativa alla gestione del servizio dei sistemi sociali.

Avendo deciso l’Unione dei Comuni “Città dei Sanniti” di lavorare velocemente ed efficacemente sul territorio dell’Unione è stata accolta all’unanimità dei presenti la proposta di gemellaggio tra le Unioni di Comuni “Città dei Sanniti” e “Città Telesina”, quali beneficiari, e l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, il Comune di Padova ed il Politecnico di Milano (Dipartimento di Ingegneria Gestionale). In breve l’Unione della Bassa Romagna (nove Comuni per una popolazione complessiva di circa 104.000 abitanti) mette a disposizione delle due Unioni Sannite le esperienze maturate e rende disponibili servizi informativi più evoluti per gli Enti Locali i cui costi sono a totale carico del Ministero dello Sviluppo Economico. Verranno trasferite conoscenze e competenze acquisite dall’Unione romagnola in campo di semplificazione amministrativa, trasparenza amministrativa, capacità amministrativa, efficienza amministrativa e infrastruttura tecnologica.

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628