Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Gal Taburno, al via la Misura ‘Artigianato’ del Fondo rotativo per sviluppo delle imprese

Scritto da il 6 maggio 2014 alle 19:08 e archiviato sotto la voce Lavoro. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La Regione Campania ha attivato un altro nuovo strumento agevolativo per le imprese, infatti dopo “Start Up” è la volta della “Misura Artigianato”, un Fondo rotativo finalizzato a promuovere l’innovazione dei processi e il miglioramento degli standard ambientali delle Piccole e medie imprese con sede operativa sul territorio regionale.

Con una dotazione finanziaria pari a 27 milioni di euro, la Regione Campania intente promuovere lo sviluppo, la capacità innovativa e la competitività delle imprese artigiane.

Oltre all’iscrizione  nell’Albo delle Imprese Artigiane, le imprese che intendono accedere allo strumento agevolativo devono progettare un programma di investimento rientrante nelle seguenti tipologie:

- innovazioni di processo: cambiamenti strutturali dei processi aziendali e delle logiche di gestione dell’attività, con l’obiettivo di rendere l’impresa più efficiente, ottimizzare i costi ed accrescere la qualità di prodotti e servizi;

- miglioramenti degli standard ambientali: implementazione di sistema di gestione ambientale, volti alla riduzione degli sprechi, di rifiuti e a minori consumi di risorse e materiali.

L’agevolazione consiste in un finanziamento al tasso agevolato dello 0,5%, a totale copertura delle spese ammesse. L’importo  del programma di investimento, che deve essere compreso tra i 25 ed i 250 mila euro, dovrà essere destinato all’acquisto ed alla realizzazione di:

- opere murarie ed assimilate: ampliamento, ammodernamento della sede operativa, installazione di impianti, macchinari ed attrezzature. Non sono ammissibili programmi di investimento che prevedano unicamente opere murarie ed assimilate;

- beni materiali nuovi: impianti (generici e specifici); macchinari; attrezzature; mobili e arredi; mezzi e attrezzature di trasporto;

- beni immateriali: software commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, anche finalizzati al commercio elettronico; siti web; realizzazione di show rooms virtuali; brevetti, banche dati, know how e licenze d’uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto; adesioni a sistemi di certificazione, acquisizione di marchi comunitari (Dop, Igp, etc.);

-circolante (nel limite del 20% dell’investimento complessivo): materie prime, semilavorati, prodotti finiti; servizi e consulenze specialistiche (purché prestate da consulenti esterni).

Il prestito dovrà essere restituito in 7 anni con 2 anni di periodo di differimento decorrenti dalla data di erogazione della prima tranche del finanziamento. In questi 24 mesi di differimento l’impresa beneficiaria non paga alcuna rata e i relativi interessi di differimento vengono suddivisi in quote uguali su ciascuna rata del piano di ammortamento.

Il click day per la presentazione delle domande è fissato per il 19 giugno prossimo e fino al 30 settembre 2014.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628