Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

La notte beneventana 2013….

Scritto da il 30 luglio 2013 alle 11:38 e archiviato sotto la voce Attualità, Foto, Sociale. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La notte beneventana 2013….

Benevento che non si svuota d’estate. Anzi, casomai si riempie, rendendo la città meno noiosa di notte che di giorno, sotto bagliori onirici che si diffondono sule strade e sui palazzi, rallegrando ed accompagnando le cene tra i tavoli dei ristoranti ai piedi dell’arco di Traiano e le passeggiate nella Villa Comunale. O il semplice passeggio sul corso Garibaldi. Cui, come moda recente, si aggiunge l’utilizzo della bicicletta elettrica, adoperata dai più, appunto, per una passeggiata, o per sbrigare con velocità le commissioni più disparate dribblando il traffico cittadino. I beneventani ne hanno scoperto così tanto l’utilità e la comodità che i negozi di cicli e motocicli ed i centri commerciali si sono riempiti di questo articolo in vari modelli, atti a soddisfare le richieste di una clientela, a quanto pare, sempre più vasta.

Giornate di traffico intenso ma di città deserta e di serate e nottate in cui la stessa città, come per incanto, si ripopola. Fughe disperate verso il fresco in Villa Comunale o, per chi è fortunato, nelle case dei parenti nei paesini di provincia, dove l’aria è più pulita e respirabile.

Lavori che rimetteranno a nuovo piazza Vittoria Colonna, cioè il piazzale antistante la stazione, ed arterie cittadine dimenticate, dove alberga la monnezza più lurida ed allignano le erbacce più alte: per intenderci, via Paga (fronte ospedale Civile), via Lungo Calore, rotonda verso il Leclerc… Come se in tali zone i cittadini non andassero a votare o non pagassero il costoso servizio di nettezza urbana…

Ma è estate, ed oltre le pizze in piazza Roma c’è di più… C’è quella voglia di non so che, di un’uscita condita di qualche po’ di buona musica o evento di richiamo. Ed allora ecco le serate al Teatro Romano, con gli artisti di grido, ma Benevento non risponde molto, ed allora ci si chiede il perché ed il percome, ma basta chiedere un po’ in giro alla gente ed ecco che, a sorpresa, riemerge la nostalgia per le Quattro Notti di Luna Piena, un format inventato dalla signora Mastella che è stato un successo lungo dieci anni, fino a che è passato al Comune e poi è stato archiviato senza remore. Quel contenitore di musica, cultura, gastronomia, spettacolo, che molti criticavano, ma dove tutti andavano, anche perché, oltre ad artisti di fama, tutti gli spettacoli erano gratis e tutti i commercianti erano felici e raggianti per il ritorno che ne avevano nei pochi giorni in cui, il grande evento che coinvolgeva tutte le location del centro storico cittadino, si svolgeva. Tanto da far dire alla buonanima di Lucio Dalla, che Sandra Mastella e Co avevano avuto “una geniale intuizione”. Perché la Benevento by night (c’era anche un libro della giornalista Margherita Merone – oggi emigrata in Olanda – con questo accattivante titolo, ed anche quello era stato criticato, ma il fascino notturno della città aveva colpito ancora), la Benevento di notte, dicevamo, usciva allo scoperto sfoderando il suo fascino smagliante proprio grazie a quell’insieme di eventi di spessore e cultura del cibo che l’associazione Iside Nova aveva saputo mettere insieme, intercettando i bisogni dei più: un’uscita serale, una buona cena, la musica, i libri, il teatro, le conferenze, cioè il diletto per l’anima ed i sensi.

E Benevento viveva e respirava, un clima da dolce vita che la rendeva una meta ambita da parte di turisti e visitatori di ogni parte d’Italia.

Adesso come adesso, pienone ai tavoli dei ristoranti, la sera, o nei locali intorno la chiesa di Sant’Ilario, illuminato ad arte, long drink e chiacchiericcio nei bar del Corso, momenti di musica davanti al bar all’altezza della chiesa di San Bartolomeo. Il parlare che prosegue da casa, tramite facebook, dove si discute delle tragedie estive, del Papa e dei gay, del femminicidio e delle scappatelle femminili nei villaggi vacanza, della chiusura del mercato equo solidale.

E la benevola luna splende sulla città, ieri come oggi, come si può vedere in questo filmato su “La notte beneventana”: http://www.youtube.com/watch?v=CKxGFRc_ZJ0&feature=youtu.be

 Lucia Gangale

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628