Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, il beneventano Bruno: “Sogno la B. Ci sono stato bene”

Scritto da il 28 aprile 2013 alle 19:32 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

A fine gara per la Nocerina ha parlato il direttore sportivo, Marcello Pitino, visibilmente soddisfatto per quanto fatto dalla sua squadra.I complimenti sono per tutti ma oggi gli attaccanti hanno fatto la differenza.
“Per noi gli attaccanti contano molto, sono di alta qualità e valorizzano il gioco fatto dalla squadra. Ma oggi hanno giocato tutti una gran partita. Il modulo è cambiato molte volte. Si è passati dalla difesa a tre a quella a quattro più volte, ma la squadra ha sfornato una grande prova corale. Quando giochiamo così siamo davvero forti. Il nostro intento è chiudere bene questo campionato. Siamo terzi, ma proveremo a salire il più possibile in classifica”.
BENEVENTO – Pitino poi parla del Benevento: “E’ una squadra forte. Paga come noi la brutta partenza. Se entrambe fossero partite col piede giusto oggi sarebbe stato un derby tra prima e seconda della classe.
LA STAGIONE – Il ragionamento poi si sposta nuovamente sulla sua squadra. Il Ds analizza la stagione in corso e la sua esperienza della sua squadra: “Dopo l’impatto iniziale, abbiamo saputo riprendersi, costruire una mentalità vincente e imparare a soffrire. Nonostante il caldo, oggi abbiamo tenuto fino alla fine.
A Nocera ho vissuto bei momenti, nonostante le due retrocessioni. Siamo stati in grado di rialzarci e ora vogliamo conquistare sul campo quello che purtroppo ci è stato tolto. Vogliamo regalare ai nostri tifosi la soddisfazione di riconquistare la serie B.
CASSIA – Nocerina vincente nonostante Auteri sedesse in tribuna.Talismano Cassia? “Non direi! Abbiamo un ottimo allenatore e uno staff molto affiatato. Tra il mister e il suo secondo c’è una grande sinergia.
TIFOSERIA MOLOSSA – Sulle vicende che hanno portato nel primo tempo alla sospensione temporanea della gara il diesse dei molossi ha così commentato: “Sono episodi che non dovrebbero mai accadere, brutti da vedersi. Ai tifosi ho detto che il loro atteggiamento avrebbe potuto danneggiarci. Per fortuna hanno capito e dopo la partita si è svolta tranquillamente”.

Per i rossoneri ha parlato anche Alessandro Bruno, beneventano doc. Sui fischi ricevuti in campo dalla tifoseria di casa, il calciatore sannita però sdrammatizza e parla di normalità.
“E’ normale essere fischiati. Sono di qui, ma gioco per un’altra squadra. Fa parte del calcio. Sono sereno perché sono un ragazzo serio, che nella vita ho fatto tutto da solo, e con la Nocerina ho realizzato il sogno di arrivare in serie cadetta.
Con la vittoria odierna siamo terzi. Purtroppo la nostra stagione è stata caratterizzata da alti e bassi. Ma ora conta vincerne il più possibile e se arriviamo secondi ben venga”.
Benevento definitivamente fuori dai playoff? Credo che si faccia dura. La vittoria odierna del Pisa non aiuta. I giallorossi dovranno vincere entrambe le gare e sperare che l’Avellino faccia il suo dovere in casa contro il Pisa nell’ultimo turno. Il Benevento deve però crederci”.
CLIMA DERBY – Come l’abbiamo vissuto? Rilassati. Sapevamo che la partita sarebbe stata difficile, perché contro un avversario forte. In campo poi abbiamo dato il massimo e dato vita ad una bella partita. Bella anche la cornice di pubblico e le coreografie dei tifosi.

Davvero un professionista serio Alessandro Bruno. Che ha mostrato rispetto per la squadra che gli ha dato i natali. “Io sono di qua e non potevo esagerare con l’entusiasmo. Soprattutto per rispetto delle persone di questa città, di cui io stesso faccio parte. In casa ho anche parenti che tifano e soffrono per i colori giallorossi”.

SOGNO B – “Nonostante il caldo sto bene. Mi alleno con regolarità in settimana. Il mio obiettivo, come quello della squadra, è conquistare nuovamente la serie B. Ci voglio arrivare perché ci sono stato bene. Credo di non aver sfigurato l’anno scorso. Poi un calciatore vive di stimoli. Passeremo queste ultime due settima di regular season lavorando con tranquillità per arrivare con le giuste energie mentali ai playoff. Per vincerli questo aspetto conta tanto, come pure una buona dose di fortuna”.

di Edoardo Porcaro

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628