Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Anche la dieta può allontanare l’influenza

Scritto da il 19 febbraio 2013 alle 22:03 e archiviato sotto la voce Salute, Sociale. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Con l’arrivo dell’Inverno si registra un considerevole incremento dei sintomi influenzali che si possono manifestare in vari modi, tutti molto fastidiosi. La colpa è delle temperature molto basse che indeboliscono l’organismo predisponendolo a ricevere il virus influenzale favorito dall’abbassamento delle barriere immunitarie, presidi naturali del nostro organismo.

La natura però può darci una mano anche in questo senso, infatti, come spiega una famosa nutrizionista, Sara Farnelli da una notizia riportata sul portale Salute dell’Agenzia Kronos, alcuni cibi consumati in particolari momenti possono rivelarsi dei medicinali naturali, se vengono regolarmente assunti, esaltano le proprie qualità regolatrici fungendo in particolari condizioni da medicinali intelligenti atti a prevenire o  curare i mali di stagione.

Prevalentemente questi alimenti “medicali” sono delle verdure di stagione come il carciofo che ha degli effetti miracolosi sulle funzionalità epatiche e l’apparato intestinale. Esso è particolarmente indicato nelle sindromi  gastriche, legate a colite, stitichezza o sintomatologie provocate da affaticamento del fegato come la bocca amara o impastata. Assunto regolarmente funge da disintossicante epatico attraverso una sostanza in esso contenuta la “cinarina”, polifenolo derivato dall’acido caffeico, che favorisce la fuoriuscita di sostanze tossiche per il fegato come la bile, il colesterolo  e tutte le altre sostanze nocive in eccesso prodotte dall’organismo o assunte attraverso una dieta scorretta.

La zucca dev’essere un’altra protagonista per una dieta sana e naturale, in questo particolare periodo, perché le sue qualità prevengono la degenerazione delle cellule. Il caratteristico colore arancio ci annuncia la massiccia presenza di beta carotene che appunto contiene sostanze carotenoidi, particolarmente indicate per proteggere le cellule ed impedirne il loro precoce invecchiamento; esse combattendo ad armi pari contro i cd. “radicali liberi” evitano l’aggressione massiva di questi ultimi che favoriscono invece molte malattie.

I carotenoidi oltre a preservare l’integrità cellulare, esercitano una funzione rinvigorente ed anti età   assolvendo anche ad  una funzione antitumorale, essi ci aiutano pure a sconfiggere la stanchezza e lo stress di una giornata particolarmente intensa. Unica accortezza da seguire: sbizzarrirsi nelle tantissime ricette a base di zucca, molte provenienti dalla tradizione contadina sannita, evitando però rigorosamente i dolci a base di zucca che già in sé racchiude sufficienti valori glicemici, per evitare altre conseguenze non benefiche per l’organismo.

 Se teniamo veramente alla nostra salute nel periodo invernale, non dobbiamo mai far mancare nella nostra dispensa le verdure crucifere come broccoli, cavoli, cavolfiori e broccoletti che contengono in se sostanze antibatteriche e virali che possono prevenire o preservare il nostro organismo da raffreddori o virus influenzali e sintomi di debolezza, favoriti dai frequenti sbalzi di temperatura di questi periodi.

Si consiglia di consumare queste verdure a crudo con l’aggiunta di un filo d’olio d’oliva evitando bolliture estreme che priverebbero quasi del tutto queste verdure delle loro benefiche proprietà protettive e nutritive.  L’ideale sarebbe accoppiarle con altre verdure o piante aromatiche come verze, porri,cipolle o zenzero che lavorando in sinergia fanno squadra contro le infezioni, innalzando le difese immunitarie dell’organismo.

di Gianluigi Nenna

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628