Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Piano territoriale di coordinamento, al via le conferenze di pianificazione

Scritto da il 18 ottobre 2013 alle 18:29 e archiviato sotto la voce Ambiente, Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Nel corso delle Conferenze di pianificazione per ambiti per l’attuazione del Piano territoriale di coordinamento (Ptcp) della Provincia di Benevento, cominciate oggi, il Commissario straordinario della Provincia sannita Aniello Cimitile ha illustrato il significato e gli obiettivi del documento di Pianificazione.

 

Il Commissario ha sottolineato che, nonostante le iniziative legislative riguardanti in futuro dell’Ente Provincia, restano impregiudicate tutte le esigenze di governo di area vasta e di realizzazione di quei servizi aventi carattere sovracomunale che richiedono appunto una visione d’assieme dei problemi di governo del territorio, visione svincolata dalle sterili logiche di campanile. In questa precisa ottica si muove appunto il Ptcp della Provincia di Benevento che il Commissario si è detto orgoglioso di aver potuto portare a termine, grazie al lavoro degli Uffici della Provincia, dei collaboratori esterni e della stessa Società partecipata Sannio Europa, nonché dell’assessorato all’urbanistica della Rocca dei Rettori. Il Commissario si è peraltro detto egualmente orgoglioso di aver affrontato in questi anni una dura battaglia per la difesa del territorio sannita dai tentativi e dalle strategie di sopraffazione delle aree forti della Regione: tra queste, il Commissario ha citato la vicenda dei rifiuti urbani. “Volevano portare nel Sannio 320mila tonnellate di rifiuto tal quale proveniente dall’area metropolitana con la scusa che noi abbiamo il territorio e pochi abitanti. Ebbene noi ci siamo opposti. In quella occasione abbiamo lavorato con la logica della strategia di tutela, difesa e sviluppo delle aree deboli, delle loro peculiarità e delle loro ricchezze naturali”. Il Ptcp, secondo il Commissario Cimitile, è stato pensato e redatto con questa stessa logica ed è stato concepito per conseguire la finalità dello sviluppo comprensoriale senza logiche campanilistiche di corto respiro, sulle coordinate della logistica materiale ed immateriale, dell’agricoltura, dell’agriturismo, delle bellezze paesaggistiche e delle ricchezze monumentali, artistiche e storiche.

 

I funzionari della Regione Campania, presenti ai lavori presso la Sala Conferenze del Centro per l’Impiego, hanno peraltro ribadito ai Sindaci e ai tecnici comunali che compito precipuo di queste Conferenze è quello appunto di far prevalere le logiche di crescita comprensoriale per uno sviluppo ordinato del territorio. Essi hanno anche auspicato che, da questo confronto “dal basso”, cioè dai territori attraverso i loro rappresentanti istituzionali, possano venir fuori quelle coordinate di governo di area vasta che debbono entrare a far parte della pianificazione regionale.

 

* * * * *

Sono cominciate le Conferenze di pianificazione per ambiti per l’attuazione del Piano territoriale di coordinamento (Ptcp) della Provincia di Benevento fissate per oggi  18 ottobre, riservate ai Comuni della Valle Telesina e a quelli della Valle Tammaro.

I lavori si sono aperti presso il Salone delle Conferenze del Centro per l’Impiego in via XXV Luglio (nei pressi della Stazione ferroviaria Centrale di Benevento), anziché alla Rocca dei Rettori, come programmato inizialmente.

E’ stato il Commissario straordinario della Provincia sannita Aniello Cimitile ad introdurre le Conferenze cui è demandato il compito della definizione di dettaglio delle strategie di piano di valenza sopra comunale nell’ottica di un sistema comprensoriale di sviluppo integrato.

Si punta all’allocazione dei carichi insediativi, alla connessa quota dei servizi e standard urbanistici residenziali e ambientali, attuando altresì il riordino urbanistico ed edilizio connesso al patrimonio privo o difforme dal titolo abilitativo. All’interno del sistema comprensoriale resteranno precisate le funzioni e le quantità spettanti ad ogni singolo comune, di modo che ogni trasformazione del territorio urbano resterà verificata e giustificata dal concorso di tutti i temi della pianificazione.

 

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628