Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

La FLCdella CGIL dice no ai “licei brevi”

Scritto da il 14 novembre 2013 alle 20:51 e archiviato sotto la voce Scuola. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

La Federazione dei Lavoratori della Conoscenza della Cgil si dice “fortemente preoccupata per quanto sta avvenendo in alcune scuole della Campania sulla cosiddetta ‘sperimentazione del liceo breve’.
Questo il testo integrale del comunicato:
“Apprendiamo dalla stampa e direttamente dai lavoratori che qualche scuola delle province di Napoli e di Benevento si è proposta per attivare percorsi liceali di 4 anni, con l’abolizione di un anno scolastico.
Innanzitutto, si stigmatizza il metodo usato: non sono chiare regole e procedure, l’Amministrazione non fornisce informazioni, le decisioni sono assunte alla “chetichella”, come se vi fosse una sorta di “consegna del silenzio”.
Nel merito, non si può condividere una sperimentazione finalizzata al taglio netto di una parte cospicua del percorso formativo e del tempo scuola, con sicure ricadute negative sulla formazione dei giovani, in particolare, dei più deboli, oltre che sulla base occupazionale.
La drastica riduzione di un anno del percorso formativo non facilita l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, che, invece, richiederebbe maggiori e migliori competenze. La Campania ed il Mezzogiorno necessitano di una rete di istruzione pubblica con più laboratori, più tempo scuola, più inclusione e sostegno al disagio, più risorse, con l’obbligo scolastico fino ai 18 anni e la cancellazione delle controriforme Gelmini, che hanno solo impoverito l’offerta formativa.
Continua l’attacco ideologico contro la scuola pubblica mascherato dall’esigenza dettata dalle condizioni economiche dovute alla pesante crisi che vive il Paese, che, invece, reclama investimenti sulla formazione, come sta avvenendo in altri nazioni.
Riforme così radicali esigono un approfondito ed ampio dibattito del mondo accademico e culturale, dei lavoratori della scuola, dell’associazionismo professionale, delle famiglie, degli studenti, delle stesse rappresentanze sindacali. La discussione non può essere confinata a qualche volenteroso Collegio dei docenti, più o meno consenziente, o, peggio ancora, aggirare l’organo collegiale.
La Flc Cgil ritiene indispensabile che l’Amministrazione fornisca, al più presto, informazioni certe e puntuali sull’intera vicenda”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628