Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Carboni: “Vittoria di sacrificio che dà morale. Ora pensiamo alla prossima battaglia”

Scritto da il 10 febbraio 2013 alle 18:39 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Gioia in volto per mister Guido Carboni, che coglie la terza vittoria di fila della sua gestione. “E’ stata una vittoria fondamentale – esordisce il tecnico giallorosso – anche se non abbiamo giocato benissimo. Non siamo riusciti a sviluppare le trame di gioco che avevamo preparato in settimana, ma evidentemente ci avevano studiato molto. Ci hanno mandato un po’ in confusione. Sapevo però che non sarebbe stata una gara facile. Ho visto le loro ultime partite e sapevo che avrebbero potuto impensierirci. E’ un campionato equilibrato, in cui la posizione in classifica non rispecchia i veri valori in campo, e per questo mi tengo ancora più stretto questo risultato. La squadra ha risentito dei carichi e della prestazione di Avellino. Contro gli irpini è stata una vera battaglia e oggettivamente avevamo speso troppo. I ragazzi volevano però questa vittoria”.

SCELTE – Carboni parla anche delle scelte tecniche: “Ho dovuto rinunciare a Signorini che volevo far giocare a tutti i costi per limitare la velocità di Makinwa. Per Espinal era la prima partita per intero da due mesi. Lo sapevo ma avevo anche diversi diffidati e dovevo gestire gli uomini per la battaglia successiva. Anche la scelta di avvicendare Montiel, che tra l’altro davanti alla difesa ha giocato una gran partita, e Rajcic è stata una mossa obbligata poiché entrambi diffidati. Non potevo rischiare di lasciare sul campo entrambe le frecce del nostro arco e non averle a disposizione per la prossima sfida. Sui cambi? Ho messo Buonaiuto perché volevo spaccare la partita e chiuderla. Ma purtroppo non è stato mai servito. Christian è per noi un atleta fondamentale, dalle elevate potenzialità. Come tutti i giovani deve solo crescere e migliorarsi,  ma gode della mia fiducia e di quella di tutto il gruppo. D’Anna? Il capitano ha fatto una grande partita. Non è un difensore ma quando parte fa male. Per noi è importante averlo così nella fase di ripartenza e costruzione del gioco”.

L’allenatore giallorosso resta però con i piedi ben saldi sul terreno. Sa che bisogna lavorare molto e sbagliare poco. Naviga alla giornata ma è già pronto alla prossima battaglia. “Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare. Questa vittoria me la tengo stretta perché ci dà morale. E viene dopo una settimana di lavoro non ideale per alcuni atleti come Siniscalchi e Rajcic che non hanno potuto lavorare appieno. Navighiamo a vista pensando alla prossima partita e sapendo che per noi il margine d’errore è molto basso. L’intesa sta migliorando e questo processo di crescita deve continuare. Qualche errore l’ho commesso anche io ma la verità è che ancora non ci conosciamo bene. La squadra però è sempre stata concentrata, mentalmente è apposto, ha fatto tre grandi partite, si sta allenando al massimo e nessuno si lamenta. Anche chi per forza di cosa va in tribuna. Ora dobbiamo pensare alla prossima partita e preparare una nuova coppia di centrali perché non abbiamo Mengoni.

Nel dopo gara di Benevento – Carrarese hanno parlato anche Ghigo Gori e Angelo Siniscalchi. Entrambi hanno voluto dedicare la vittoria a Imbriani, nel giorno del suo 37° compleanno. “Dedichiamo la vittoria a Carmelo, prima di tutto un amico. Speriamo che possa tornare quanto prima tra noi”.

Si è poi parlato della partita. Queste le parole del portierone dei giallorossi: “Rispetto ad Avellino non c’è stato nessun passo indietro. Ci siamo chiusi bene anche se abbiamo sofferto un po’. Ma contava vincere e fare bottino pieno. Siamo contento di averlo ottenuto. E’ una vittoria importante che fa molto morale. Decisivo io? Per me ha giocato bene tutta la squadra e poi io sono lì apposta. Abbiamo imparato a soffrire e questo è importante. Le partite sono spesso decise da episodi. Prima ci andava male. Ora ci sta girando un po’ meglio. Ma siamo anche più compatti e coesi di prima. Per ora godiamoci questa vittoria.

Parentesi rinnovo: “Del rinnovo sono contento. Sono felice di stare qui e della stima che il presidente nutre verso di me. Spero di poter ripagare la sua fiducia nel migliore dei modi”.

Del match parla anche il centrale difensivo, Angelo Siniscalchi. Questo il pensiero del salernitano. “Loro sono venuti qui arroccati e noi facevamo fatica a trovare spazi. Ma oggi contava vincere. Nella ripresa abbiamo sofferto più del dovuto. Sapevamo che la loro forza era lì davanti. Forse abbiamo sbagliato qualche ripartenza, ma ci può stare. Alla fine però abbiamo stretto i denti e portato a casa la vittoria”.

di Edoardo Porcaro

Ghigo Gori e Angelo Siniscalchi

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628