Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Sgombero via Episcopio, controreplica Basile

Scritto da il 3 ottobre 2013 alle 21:11 e archiviato sotto la voce Attualit√†. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Daniela Basile controreplica all’assessore comunale ai Servizi Sociali, Emilia Maccauro.

Di seguito il testo integrale della nota:

 

“I cittadini di Benevento, desiderando attuare la giustizia, la libert√† e la solidariet√†, proclamano attraverso il presente Statuto la loro volont√† di: garantire la convivenza democratica sulla base della Costituzione e delle leggi, rendendo effettivo un ordine economico e sociale giusto, fondato sul lavoro quale fattore essenziale di promozione della dignit√† della persona” Cos√¨ recita lo Statuto della citt√† di Benevento che l’assessore rappresenta istituzionalmente. Parole intrise di significato che sicuramente restano solo un bell’apparato da mostrare dopo le esternazioni rese poco fa dall’assessore Maccauro. Nessuno ha chiesto all’assessore Maccauro di imporre alla magistratura di non fare il proprio dovere ma, di assolvere al suo ruolo istituzionale , vale a dire salvaguardare con solidariet√† la povera gente senza fare distingui pericolosi, intrisi di rancore ed intolleranza verso chi intraprende una lotta e chi soffre in silenzio rassegnandosi al crudele destino. Ricordo all’assessore Maccauro che il magistrato Cusani , il 28 settembre ha preso una decisione importante che tutela i diritti di quei poveri diseredati che l’assessore con le sue dure parole criminalizza. Il magistrato, dotato di buon senso , dopo avere appurato il reale stato di disagio delle famiglie, dopo avere atteso pazientemente un mese che il Comune trovasse una collocazione alternativa alle stesse, ha stabilito che all’atto dello sgombero il Comune trovasse una sistemazione in una struttura comunale delle famiglie senza casa , senza lavoro, senza vita e senza quella dignit√† che proprio le istituzioni dovrebbero garantire come da Statuto. La sconfitta politica subita dal Comune di Benevento e dal rappresentante per eccellenza di quella fascia sociale che rappresenta nella figura dell’assessore Maccauro , √® stata forte . Ancora una volta questa citt√† ha dovuto assistere all’intervento della magistratura per far si che la politica si attivasse per fare politica.
Esistono i disperati, ce ne sono tanti ed il ruolo istituzionale di un assessore non √® quello di fomentare odio e guerre tra poveri facendo un distinguo tra chi manifesta e chi non lo fa bens√¨ quello di assolvere ai suoi compiti e risolvere le problematiche che si presentano di volta in volta equamente ed umanamente. Il diritto a manifestare √® un diritto sancito costituzionalmente tanto quanto quello a vivere pertanto va garantito il massimo rispetto verso tutte le categorie sociali senza fomentare rancore per lavarsi le mani, scrollarsi di dosso le responsabilit√† e non assolvere alle proprie mansioni . Compiere il proprio dovere √® legalit√†, agire equamente √® legalit√†, rispettare lo Statuto √® legalit√†, rispettare la dignit√† umana √® legalit√†, ripristinare il ruolo politico √® legalit√†, minacciare un utente senza motivo √® illegalit√†,¬† sminuine la gravit√† dell’operato di un proprio lavoratore senza indagare e convocare le parti lese √® abuso di potere. Ieri a palazzo Mosti alle ore 12:00, l’assessore non c’era, forse impegnato in incontri istituzionali presso centri di volontariato che meritavano pi√Ļ attenzione dei “criminali senza casa” cui andava garantito una sistemazione cos√¨ come deciso dal magistrato Cusani per ripristinare la legalit√† politica di questa citt√†!¬† Il compito di trovare delle soluzioni non spetta solo al primo cittadino ma anche all’apparato istituzionale che ha nominato , Nessuno √® esente da nulla dinnanzi ad emergenze abitative di questa portata che lo stesso primo cittadino ha dichiarato nella passata riunione a Palazzo Mosti in cui l’assessore risultava come sempre assente!Bisognava arrivare a tanto? Da mesi sballottati a destra e manca senza risposte, da venti giorni in attesa di una collocazione , collocazione
giunta grazie alla decisione di una sensata magistratura. Di cittadini se ne ricevono numerosi, sono le azioni di governo cittadino che mancano, le decisioni coraggiose, le lotte politiche per difendere il sistema dei servizi sociali al collasso. Di strategie di intervento concrete , reali, a costo zero ed economiche ce ne sono tante prima fra tutte la riqualificazione, l’anagrafe degli immobili comunali e iacp forse sarebbe opportuno attivarsi strenuamente per attuare tali soluzioni mirate piuttosto che ricevere pubblico per annunciare l’impossibilit√† a trovare soluzioni. Ci saranno altri gesti esasperati? certo c’√® la crisi che se ne prenda atto, c’√® la fame e la miseria e la gente √® disperata . Lo si dice da tempo, di trovare delle misure
concrete per combattere la disperazione ma l’assessore ha sempre mostrato sordit√† latente alle soluzioni. Respingo tali accuse al mittente , perch√® la povert√† non √® un gioco ma un’amara realt√† da affrontare con determinazione, umanit√† e buon senso politico , senza strumentalizzare o criminalizzare per nascondere le proprie incapacit√† dirigenziali e politiche.

Esistono i disperati, ce ne sono tanti ed il ruolo istituzionale di un assessore non è quello di fomentare odio e guerre tra poveri facendo un distinguo tra chi manifesta e chi non lo fa bensì quello di assolvere ai suoi compiti  e risolvere le problematiche che si presentano di volta in volta  equamente ed umanamente.

Il diritto a manifestare √® un diritto sancito costituzionalmente tanto quanto quello a vivere pertanto va garantito¬† il massimo rispetto verso tutte le categorie sociali senza fomentare pericolose guerre tra poveri per lavarsi le mani, scrollarsi di dosso le responsabilit√† e non assolvere alle proprie mansioni . Compiere il proprio dovere √® legalit√†, agire equamente √® legalit√†, rispettare lo Statuto √® legalit√†,¬† rispettare la dignit√† umana¬† √® legalit√†, ripristinare il ruolo politico √® legalit√†, minacciare un utente senza motivo √® illegalit√†, sminuine la gravit√† dell’operato di un proprio lavoratore¬† senza indagare e convocare le parti lese √® abuso di potere.

Ieri a palazzo Mosti¬† alle ore 12:00, l’assessore non c’era, forse impegnato in incontri istituzionali presso centri di volontariato che meritavano pi√Ļ attenzione dei “criminali senza casa cui andava garantito una sistemazione cos√¨ come deciso dal magistrato Cusani per ripristinare la legalit√† politica di questa citt√†! Bisognava arrivare a tanto? Da mesi sballottati a destra e manca senza risposte, da venti giorni in attesa di una collocazione , collocazione giunta grazie alla decisione di una sensata magistratura.

Di cittadini se ne ricevono numerosi, sono le azioni di governo cittadino che mancano, le decisioni coraggiose, le lotte politiche per difendere il sistema dei servizi sociali al collasso. Di strategie di intervento concrete , reali, a costo zero ed economiche ce ne sono tante prima fra tutte la riqualificazione, l’anagrafe degli immobili comunali e iacp forse sarebbe opportuno attivarsi strenuamente per attuare tali soluzioni mirate piuttosto che ricevere pubblico per annunciare l’impossibilit√† a trovare soluzioni.

Ci saranno altri gesti esasperati? certo c’√® la crisi che se ne prenda atto, c’√® la fame e la miseria e la gente √® disperata . Lo si dice da tempo, di trovare delle misure concrete per combattere la disperazione ma l’assessore ha sempre mostrato sordit√† latente alle soluzioni. Respingo tali accuse al mittente , perch√® la povert√† non √® un gioco ma un’amara realt√† da affrontare con determinazione, umanit√† e buon senso politico , senza strumentalizzare o criminalizzare per nascondere le proprie incapacit√† dirigenziali e politiche’.

 

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628