Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Filiera vitivincola, incremento dei prezzi delle uve

Scritto da il 26 settembre 2012 alle 17:12 e archiviato sotto la voce Foto, Lavoro, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Filiera vitivincola, incremento dei prezzi delle uve

Intenso lavoro della Commissione dei prezzi delle uve e dei vini della Camera di Commercio di Benevento. A distanza di poco più  di una settimana dalla precedente riunione, martedì 25 settembre u.s., si è riunita per la seconda volta nella campagna vendemmiale 2012, presso la sede dell’Ente camerale sannita, la Commissione dei prezzi delle uve e dei vini.

“Il certosino lavoro di monitoraggio della Commissione prezzi delle uve e dei vini – afferma Gennaro Masiello, presidente della Camera di Commercio di Benevento – oltre a rappresentare un punto di riferimento come osservatorio privilegiato sul territorio, testimonia anche l’attenzione del sistema camerale verso la filiera vitivinicola, uno dei comparti più significativi dell’economia del Sannio beneventano”.

All’attenzione della Commissione, presieduta da Giuseppe De Ioanni, il rilevamento e l’analisi dei prezzi delle uve commercializzate nel periodo compreso dal 14 al 25 settembre, attraverso la effettiva conoscenza delle trattative avvenute sul territorio provinciale, prima che gli stessi confluiscano nel listino prezzi dell’Ente Camerale. A tal riguardo, va evidenziato che, come aveva previsto la Commissione nella scorsa seduta, la campagna vendemmiale in corso risulta caratterizzata da una generale riduzione di resa, con un positivo riscontro della qualità delle uve. Tutto ciò ha determinato un incremento significativo sui prezzi di commercializzazione  delle uve.

Infatti, dai dati a disposizione rilevati e analizzati, nel corso della seduta, è emerso che le uve comuni hanno avuto un vero e proprio riscatto in valore rispetto agli anni scorsi, in quanto il  loro prezzo di cessione ha subito un incremento considerevole. I componenti della Commissione, quindi, dopo aver esaminati i dati di loro conoscenza, hanno stilato una specifica tabella, contenente i prezzi delle varie tipologie di uve indicandone, per ciascuna di essa, il valore più alto e quello più basso espresso in euro/quintale: Uva Bianca, Prezzo Min. in €/q.le 30– Prezzo Max in €/q.le 38; Uva Rossa, 30-42; Falanghina  del Sannio, 50-60; Beneventano Falanghina, 40–48;  Sannio  Greco, 55–70; Sannio Coda di Volpe, 45-50; Sannio Barbera,  40-45; Beneventano Barbera, 35–40; Sannio Aglianico, 45-55; Beneventano Aglianico, 40–45; Sannio Fiano, 55–70; Sannio Bianco, 32–40; Sannio Rosso, 32-45; Sannio Piedirosso, 70–90.

Dalla tabella, editabile anche dal sito web della Camera di Commercio di Benevento (www.bn.camcom.it), si mette in risalto che la variabilità degli aspetti qualitativi, la zona di provenienza, la forma di allevamento, le modalità di raccolta e la tipologia di vendita  (piccoli, medi e grandi quantitativi commercializzati) influenzano sicuramente i prezzi, i quali, si attestano, come sempre, in una forbice, nel valore più alto e più basso, considerevolmente ampia. Ai lavori della Commissione hanno partecipato, oltre il presidente Giuseppe De Ianni, i componenti Carmine Coletta, Giuseppe Corbo, Pippo Colandrea, Costantino Caturano, Elia Nicola Fusco, Giuseppe Colangelo, Domizio Pigna, Silvio Sebastianelli.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628