Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Assise comunale di mattina, critica la posizione di Pietro Di Lorenzo

Scritto da il 25 settembre 2012 alle 17:44 e archiviato sotto la voce Politica, Primo Piano. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

“A Limatola i consigli comunali si tengono di mattina, anche stavolta l’appuntamento è per mercoledì 26 settembre alle ore 9,30”. Apre così la nota stampa Pietro Di Lorenzo, il consigliere comunale della lista Vivilimatola che critica, con toni abbastanza duri l’ennesima convocazione dell’assise in mattinata e aggiunge: “il presidente del Consiglio, insieme al Sindaco, continua, nonostante i ripetuti inviti di Vivilimatola, a convocare i consigli alle ore 9,30. Ecco l’ordine del giorno per mercoledì 26: ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri di bilancio; approvazione di un mutuo con la CassaDepositie Prestiti di euro 450.000 per pianificazione debito con l’Istituto Diocesano Sostentamento Clero (il debito è di quasi 750.000 euro); approvazione convenzione per Segreteria Comunale. I maggiori costi ed i disagi, non riescono a scalfire la strenua volontà di una maggioranza, a tratti anche arrogante, di convocare i consigli mattutini, che per lo più vedono una scarsa presenza di pubblico. Vivilimatola, gruppo d’opposizione, si è perciò impegnato a diffondere le notizie, che dal Comune sono abbastanza scarne. L’albo pretorio on line, obbligatorio per Legge sul sito www.comune.limatola.bn.it, offre però sempre più spunti di preoccupazione.  Ben oltre le consulenze, una addirittura di oltre 5.000 euro, per il monitoraggio per l’emissione delle bollette idriche, ci sono i decreti esecutivi ed i pignoramenti. Una cifra che sembra lambisca i due milioni di euro. La questione si aggrava se si  aggiunge poi il decreto ingiuntivo di € 622.079,88 notificato proprio il 17 settembre da EUROSTRADE srl. La ditta ha costruito una piccola stradina di poche centinaia di metri (nemmeno percorribile con le auto) nel centro storico, che complessivamente è costata quasi 2.000.000 di euro, e adesso ne reclama altri 622.000!  C’è abbastanza da essere precoccupati. Ma ne parleremo in consiglio e con i cittadini. Ed ecco perciò che inviamo il comunicato. Per diffondere almeno la notizia. Se serve! Eppurela Legge prescrive, con chiarezza, che i consigli comunali debbano tenersi fuori dall’orario di lavoro!”

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628