Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Fare Italia e Coesione Nazionale: ‘Nel 2013 si elegga il Senato Costituente’

Scritto da il 24 aprile 2012 alle 15:31 e archiviato sotto la voce Politica, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Attribuzione al Senato delle funzioni di Assemblea Costituente, riduzione del numero dei parlamentari e modifica dell’elettorato attivo e passivo della Camera dei deputati e del Senato.
Sono questi i punti principali della proposta di legge costituzionale sul Senato Costituente presentata sia alla Camera dai deputati di “Fare Italia per la Costituente popolare” Adolfo Urso, Antonio Buonfiglio, Giuseppe Scalia e Andrea Ronchi sia al Senato dai senatori di “Coesione Nazionale” Pasquale Viespoli (capogruppo), Maurizio Saia e Giuseppe Menardi,.
Un testo che sarà subito trasformato in un emendamento che verrà presentato al testo già depositato in commissione Affari Costituzionali a Palazzo Madama.
L’iniziativa vuole proporre una via subordinata sulla base del testo presentato dai costituzionalisti della maggioranza, e legare il processo di revisione costituzionale alla vita del prossimo Parlamento. Indicando, scrivono i proponenti, “modalità e tempi certi per completare in modo organico la riforma della Costituzione di cui si discute da almeno trent’anni”.
Più nel dettaglio la proposta di Senato Costituente condivide con il testo degli “sherpa” dei partiti di maggioranza, la riduzione del numero dei parlamentari e l’allargamento della base elettorale ai più giovani, ma in più propone la possibilità di estendere il voto ai diciottenni anche per il Senato.
Inoltre, “proprio laddove la norma è carente e cioè sulla differenziazione tra i ruoli di Camera e Senato, il testo mira a distinguere da subito le funzioni della Camera, unica assemblea politica e legislativa, da quello del Senato, che in via transitoria, per due anni, assume appunto l’altissima funzione di Assemblea Costituente”.
Il Senato Costituente sarebbe eletto nel 2013 per restare in carica, ‘con modalità e tempi prescritti’, sino al 2015 “consentendo quindi che, ove si scegliesse l’ipotesi molto concreta del Senato delle autonomie, si possa poi svolgere l’elezione del nuovo Senato insieme alle elezioni regionali previste per quell’anno”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628