Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Fai Cisl: ‘Approvata piattaforma contratto nell’industria alimentare’

Scritto da il 24 febbraio 2012 alle 19:47 e archiviato sotto la voce Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

‘Il 13 gennaio scorso., i direttivi unitari di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil a Roma – si legge in una nota della Fai Cisl – avevano approvato all’unanimità le bozze di piattaforma per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro dell’industria e della cooperazione alimentare per il triennio 2012-2015, che interessano circa 400.000 lavoratori a livello nazione e circa 1500 addetti nel Sannio nelle piccole e medie aziende.
Dopo tante assemblee nelle aziende alimentari (circa 53 in Campania e 8nel Sannio, le più rappresentative), dove tutti i lavoratori hanno apprezzato il lavoro fin qui svolto, con la consapevolezza del momento particolare e delicato in cui versa il paese, il 16 febbraio u.s. nell’Assemblea Regionale dei Quadri e Delegati fu approvata l’ipotesi di piattaforma del rinnovo CCNL Industria Alimentare e Cooperazione per approdare successivamente all’Assemble Nazionale a Fiuggi il 23 e 24 febbraio, con la partecipazione di 27 delegati di FAI – FLAI e UILA della Campania.
Il 23 febbraio scorso a Fiuggi l’Assemblea nazionale dei lavoratori dell’industria e delle Cooperative alimentari fa la sintesi della discussione avvenuta nelle assemblee aziendali e negli organismi regionali sulle Piattaforme per il rinnovo dei rispettivi Contratti nazionali. Il Segretario generale della Fai Cisl Augusto Cianfoni, aprendo i lavori al Teatro delle Fonti, ha sottolineato “l’importanza di una così grande partecipazione (tra Delegati e Dirigenti oltre 600 persone) perchè indice di una democrazia consapevole e responsabile”. “Questo,è il tempo in cui responsabilità e solidarietà debbono essere l’abito indispensabile per chiunque abbia ruolo di guida in un Paese che sembra ne abbia dimenticato il valore”.
“Queste Piattaforme, vogliono essere il segno di una precisa volontà a difendere, certo, il potere di acquisto dei salari di chi lavora, ma anche a costruire le condizioni perchè le aziende trovino interesse ad assumere e a contrattare in azienda e nel territorio. Formazione continua e contrattazione articolata, in queste Piattaforme, non sono proposte come diritti pregiudiziali, ma come strumenti partecipativi, funzionali alla crescita della produttività e della competitività delle imprese”.

Oggi, l’assemblea degli organismi e dei delegati di Fai-Flai-Uila ha approvato le piattaforme per il rinnovo dei contratti dell’Industria e della Cooperazione alimentare.
L’approvazione delle piattaforme è avvenuta dopo due giorni di intenso dibattito che ha evidenziato la piena consapevolezza del difficile contesto in cui si svolgeranno i rinnovi contrattuali a causa della crisi economico-finanziaria che mette a rischio consumi, attività produttive, lavoro.
“E’ un risultato importante – dichiarano i Segretari generali delle tre Organizzazioni sindacali – frutto di un percorso democratico e di un coinvolgimento ampio dei lavoratori e delle lavoratrici che ci conforta e ci rende consapevoli di aver ricevuto un mandato chiaro che onoreremo”.
L’assemblea di Fiuggi ha chiuso il percorso di consultazione sulle proposte approvate dai direttivi nazionali unitari di Fai-Flai-Uila lo scorso 13 gennaio; consultazione che ha coinvolto oltre 100 mila lavoratrici e lavoratori in 1.365 assemblee svolte nei luoghi di lavoro di tutta Italia e che hanno registrato oltre il 97% di consensi.
Tra i punti fondamentali delle piattaforme: il rafforzamento della capacità dei Contratti Nazionali nell’ordinare la flessibilità del lavoro; la non rinviabilità dell’attuazione della contrattazione di secondo livello, territoriale e di settore; la definizione contrattuale dei lavoratori notturni e del lavoro a linea-catena per rendere attuabili le norme in materie di lavoro usurante; Il rafforzamento del ruolo contrattuale degli strumenti della bilateralità e del welfare; la Sicurezza sul lavoro; la Sanità integrativa riaffermando il ruolo del Fasa e di Filcoop come fondi nazionali del settore e la Previdenza completare. Infine la richiesta economica di un incremento dei salari di 174 euro al parametro 137’.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628