Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Calcio, Benevento – Avellino 1-2: tonfo del Benevento, contro i lupi non accadeva dal 1957

Scritto da il 21 settembre 2012 alle 23:06 e archiviato sotto la voce Calcio, Primo Piano, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il Benevento cede l’intera posta ai cugini rivali dell’Avellino. Tra le mura amiche non accadeva da 55 anni: l’ultima volta nel lontano ’57. Padroni di casa puniti da due ingenuità che hanno fruttato altrettanti rigori. Due ghiotte occasioni che De Angelis e Castaldo non si sono lasciati sfuggire. Inutile la rete del 1-2 di Pedrelli. Nella ripresa gli uomini di Martinez c’hanno messo un grande impegno, dando fondo a tutte le energie, ma l’inferiorità numerica e la compattezza dell’avversario, che ha serrato le fila, alla fine hanno prevalso. Per i sanniti arriva così la seconda sconfitta stagionale, la prima tra le mura amiche, dopo appena quattro turni di campionato.

BENEVENTO (4-3-1-2): Mancinelli; Pedrelli, Signorini, Mengoni, D’Anna; De Risio (29’pt Rinaldi), Rajcic, Montiel; Mancosu (28’st Carotti); Marchi, Germinale (16’st Montini)
A disposizione: Baican, Bolzan, Davì, Altinier
Allenatore: Jorge Martinez (per l’indisponibilità di Carmelo Imbriani)
AVELLINO (4-4-2): Fumagalli; Bittante, Fabbro, Giosa, Bianco (32’st Pezzella); Catania (21’st Zappacosta), Angiulli, D’Angelo (32’st Massimo), Bariti; De Angelis, Castaldo
A disposizione: Di Masi, Panatti, Izzo, Biancolino
Allenatore: Massimo Rastelli

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli
Assistenti: Matteo Bottegoni di Terni e Antonio Pignone di Empoli

RETI: 11’pt su rig. De Angelis (A), 28’pt su rig. Castaldo (A), 31′pt Pedrelli (B)

Ammoniti: 10’pt Pedrelli (B); 20’pt Giosa (A); 28’pt Castaldo (A); 34’pt Mancosu (B); 36’pt Rajcic (B); 7’st Bittante (A); 10’st D’Anna (B);
Espulsi: 28’pt Signorini (B) rosso diretto per fallo di mano in area; 40’pt il team manager del Benevento Alessandro Cilento

Angoli: Bn=6 , Av=7
Fuorigioco: Bn=0 , Av=1
Recupero: 4’pt, 6 ’st

CRONACA DELLE EMOZIONI
PRIMO TEMPO
Al 10’ rigore accordato all’Avellino perché Pedrelli appoggia all’indietro verso Mancinelli con un braccio: rigore ed ammonizione. Dal dischetto De Angelis non è preciso, Mancinelli ci arriva ma la sfera termina ugualmente in rete. Derby tutto in salita per gli stregoni.
Al 20’ Giosa commette fallo su Marchi, ne nasce un calcio di punizione dal limite che Montiel spedisce alto.
Al 25’ Fumagalli sparacchia sui piedi di Mancosu un corner pericoloso di Montiel, ma la conclusione al volo del sardo non ha fortuna e si perde sul fondo.
Al 28’ ingenuità clamorosa di Signorini che in piena area ferma il pallone con le mani interrompendo una chiara occasione da rete: il direttore di gara assegna la massima punizione ed espelle il difensore giallorosso. Dagli undici metri Castaldo porta i lupi sullo 0-2.
Al 31’ il Benevento accorcia con Pedrelli che dal limite dell’area si accentra e col sinistro sorprende Fumagalli. Reazione veemente del Benevento. Derby riaperto.
Al 38’Angiulli dalla destra pesca in area De Angelis, ma sulla sforbiciata dell’attaccante irpino Mancinelli è attento e respinge.
Al 41’ un tiro cross di Mengoni sul secondo palo è respinto da Fumagalli, sulla ribattuta ci prova D’Anna ma la conclusione è debole ed è bloccata dal pipelet irpino.
Nei minuti di recupero l’Avellino fa incetta di calci d’angolo. Al termine del primo tempo se ne contano 5 per i lupi e 3 per gli stregoni.
Finale di primo tempo caratterizzato da un eccessivo nervosismo sia in campo che sugli spalti: allontanato dall’arbitro anche il team manager del Benevento, Alessandro Ciliento. I lupi vanno negli spogliatoi in vantaggio al ‘Ciro Vigorito’ ma l’impressione è che la partita abbia ancora molto da dire.

SECONDO TEMPO
Al 7’ Castaldo prolunga per Catania un cross di Bariti dalla sinistra, l’esterno di destra ci prova in acrobazia, ma Mancinelli è attento e blocca a terra.
All’8’ ci prova Bariti dai 30 metri: palla alta.
All’ 11’ uscita disperata di Mancinelli su Angiolilli, scontro aereo tra i due, ha la peggio il mediano irpino che resta a terra. Nella circostanza proteste dell’Avellino che chiedeva il terzo rigore.
Al 22’ rasoterra pericoloso di Bariti da fuori, D’Anna devia in angolo
Al 36’ Zappacosta guadagna il fondo e serve una palla gol a Bariti, ma il suo diagonale, di prima intenzione, sfiora il palo più lontano e si perde sul fondo.
Al 48’ De Angelis nel cuore dell’area tenta un tiro a giro, la sfera termina di poco a lato.
Al 50’ ci prova su punizione da posizione decentrata Montiel, vola Fumagalli e mette in angolo.

Il Benevento non riesce ad acciuffare il pari e cade in casa dopo 55 anni. Giallorossi puniti da due ingenuità andate in scena nel primo tempo. Nella ripresa gli uomini di Martinez c’hanno messo un grande impegno, dando fondo a tutte le energie, ma l’inferiorità numerica e la compattezza dell’avversario, che ha serrato le fila, alla fine hanno prevalso.
Per i sanniti arriva la seconda sconfitta stagionale, la prima tra le mura amiche, dopo appena quattro turni di campionato.

1 Risposta per “Calcio, Benevento – Avellino 1-2: tonfo del Benevento, contro i lupi non accadeva dal 1957”

  1. errico scrive:

    E’ logico che non vincevamo a Benevento dal 1957. Non giocavamo mai nella stessa categoria. Forza Avellino

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628