Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

La Coldiretti Sannita chiede ai sindaci di dimezzare l’IMU.

Scritto da il 20 gennaio 2012 alle 12:13 e archiviato sotto la voce Attualità, Sociale. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

  

La Coldiretti sannita con una lettera, a firma del presidente provinciale Gennaro Masiello, ha scritto a tutti i sindaci della provincia di Benevento invitandoli ad applicare la facoltà, stabilita per legge, di ridurre fino al 50 percento l’Imu soprattutto per gli agricoltori che coltivano direttamente il fondo.

Oltre ai terreni anche stalle e i fienili, gli annessi rustici, i capannoni per ricovero attrezzi sono colpiti dall’Imu, la nuova imposta municipale stabilita dal Governo Monti che si rivela una vera e propria mazzata per il settore primario.

All’art. 13 si anticipa al 2012 l’applicazione dell’ IMU – scrive il presidente Masiello – che, per quanto riguarda gli immobili agricoli, siano essi terreni o fabbricati, stravolge la disciplina precedente, anche di recente introduzione, eliminando di fatto ogni agevolazione legata alla ruralità dei fabbricati, ormai consolidata nella forma attuale dal 1993 e solo quest’anno modificata dal D.L. n. 70/2011, ed escludendo inoltre anche la riduzione d’imposta sui terreni agricoli prevista a favore dei Coltivatori Diretti che coltivavano direttamente il fondo, oltre ad incrementare i coefficienti moltiplicatori delle rendite catastali sui terreni stessi. Viene fatta salva però la facoltà da parte dei Comuni di dimezzare l’aliquota prevista sia per quanto riguarda i fabbricati rurali ad uso strumentale e abitativo, che per i terreni agricoli”.

Ci rendiamo conto – prosegue la lettera della Coldiretti sannita – dei grandi sacrifici imposti a tutti i cittadini italiani e che, con la necessità improcrastinabile di reperire risorse certe ed immediate, si siano colpiti patrimonialmente quei beni conosciuti o conoscibili; ma, nel caso della categoria degli agricoltori, ci troviamo di fronte a una mazzata duplice poiché scontano tutti gli aumenti previsti per la generalità dei cittadini più questa sorta di “PATRIMONIALE AGRICOLA””.

Coldiretti sulla questione rivolge un chiaro invito ai sindaci della provincia di Benevento: “Per questi motivi, uniti a una congiuntura sicuramente non favorevole per le imprese agricole ed al ruolo che esse oggi assicurano in materia di presidio e salvaguardia del territorio, oltre che garanti in tema di qualità e sicurezza alimentare, nonché di opportunità di sviluppo economico ed occupazionale, Le chiediamo di voler tenere conto della facoltà, prevista dalla norma, di agevolare il settore predisponendo un apposito provvedimento che dimezzi le aliquote ordinarie al fine di poterne dar attuazione nei tempi e nei modi stabiliti dalla legge”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628