Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Alta Capacità, Bosco (uil): ‘Servono risposte immediate’

Scritto da il 20 gennaio 2012 alle 10:13 e archiviato sotto la voce Foto. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Alta Capacità, Bosco (uil): ‘Servono risposte immediate’

Sulla realizzazione dell’Alta Capacità ferroviaria sulla direttrice Napoli – Benevento – Bari è intervenutoFioravante Bosco, segretario generale della Uil di Benevento e provincia.

“Apprendiamo dalla stampa che la Regione Campania non avrebbe sostenuto con determinazione assoluta la realizzazione dell’Alta Capacità ferroviaria sulla direttrice Napoli – Benevento – Bari, un’opera infrastrutturale di vitale importanza per il Sannio e non solo. Per il governatore, Stefano Caldoro, notoriamente indifferente alle problematiche delle aree interne della regione, questa arteria non sarebbe fondamentale per il rilancio del territorio campano e del Sannio. Ed è qui che il napolicentrico presidente si sbaglia di grosso. L’Alta Capacità ferroviaria sulla direttrice Napoli–Benevento–Bari è da sostenere incondizionatamente, come afferma il presidente Aniello Cimitile, perché funge da motore di sviluppo per Benevento, la sua provincia e il Mezzogiorno d’Italia. Sostenere quest’opera significherebbe ridare alle aree del Sud un nuovo ruolo da protagonista su scala nazionale ed europea. Tutto ciò avrebbe una forte ricaduta anche sul territorio sannita, in termini di sviluppo economico e sociale. Inoltre, in un momento di feroce depressione finanziaria, agganciare il territorio a degli importanti vettori di sviluppo sarebbe un ottimo viatico per poter immaginare efficaci processi di sviluppo e concretizzare un piano industriale capace di soddisfare le esigenze del Sannio. La Uil di Benevento chiede ai consiglieri regionali e ai deputati nazionali ed europei, espressione del territorio sannita, di battersi per ottenere un tavolo istituzionale con il presidente della giunta regionale per sottolineare l’importanza strategica di quest’opera. Benevento non può più aspettare. Servono risposte immediate. Il Sannio ha già subito l’iniquo taglio dei fondi per i servizi socio-assistenziali, per la forestazione, per il consorzio di bonifica della Valle Telesina e per il trasporto pubblico locale. E ancora: le comunità montane sono ormai all’asfissia totale e non si intravede una risoluzione per il reimpiego nella raccolta differenziata da parte dei comuni dei 124 lavoratori degli ex-consorzi dei rifiuti. Per non parlare della sanità, ove i tagli orizzontali a cui siamo stati sottoposti, anche se non eravamo autori materiali del debito, di fatto ci potrebbero far perdere posti di lavoro specialmente nel privato”.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628