Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Scritte sui muri, interrogazione di Trusio al Sindaco e Abbate.

Scritto da il 19 gennaio 2012 alle 18:20 e archiviato sotto la voce Ambiente, AttualitĂ . Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

In merito al mancato avvio del progetto “Operazione decoro urbano: mura e strade pulite” deliberato all’unanimità dal Consiglio comunale il 10 giugno del 2008 il consigliere dell’Udeur al Comune di Benevento, Luigi Trusio ha presentato un’interrogazione al sindaco Fausto Pepe e all’assessore all’Ambiente, Luigi Abbate per conoscere le motivazioni che hanno portato al mancato acquisto del macchinario per la pulizia delle scritte sui muri ed eliminazione delle gomme da masticare.

 

Di seguito il testo integrale della nota: 

Considerato

Che i ripetuti atti goliardici e vandalici perpetrati sistematicamente a danno delle mura degli edifici – storici e non solo, pubblici ma anche privati -attraverso scritte di ogni genere (slogan politici, di protesta, frasi d’amore, ecc.) continuano a deturpare l’immagine della cittĂ  di Benevento e ne offendono la memoria storica

- Che non esiste al momento alcun deterrente per impedire il verificarsi di questi deprecabili episodi di violenza urbana e che non sussistono, perché negli anni nessuno ha provveduto a crearle, le condizioni per prevenire o contrastare il fenomeno

- Che non c’è la possibilità di intervenire sui danni prodotti da writers improvvisati e sulla per nulla civile pratica di gettare i chewingum per terra

 - Che in data 10 giugno 2008 il Consiglio comunale di Benevento aveva approvato, all’unanimità, un Ordine del giorno presentato dal sottoscritto relativamente al progetto “Operazione decoro urbano: mura e strade pulite”;

- Che tale progetto prevedeva: l’inserimento di una specifica voce, con relativo appostamento, all’interno del Bilancio di Previsione 2008, per poterlo rendere finanziabile; l’avvio di una campagna di sensibilizzazione e di educazione al rispetto del nostro patrimonio storico-architettonico attraverso una serie di iniziative (manifestazioni, campagne pubblicitarie, incontri nelle scuole); la catalogazione e il censimento delle scritte da eliminare;

- Che tale progetto prevedeva anzitutto l’acquisto di un macchinario per la pulizia delle scritte sui muri e delle gomme da masticare sui marciapiedi, macchinario che avrebbe acquistato il Comune e poi utilizzato l’Asia

 Preso atto

 - Che a tale deliberazione consiliare, come prassi consolidata di questa e della precedente amministrazione, nessuno aveva dato seguito nonostante l’impegno formale di alcuni assessori (Castiello per 10mila euro, Scarinzi per 5mila, Damiano per 10 mila euro, Iadanza per 10 mila euro, Del Vecchio per 5mila euro) e della stessa Asia (per 10 mila euro attraverso il presidente Lonardo) a reperire i circa 50mila euro necessari per l’acquisto di tale macchinario (ognuno di questi firmò un impegno al riguardo sull’atto varato dalla Commissione Cultura presieduta dal sottoscritto e che è tuttora agli atti del Consiglio)

- Che nessun dipendente addetto, dirigente o assessore comunale ha mai saputo spiegare come sono stati utilizzati questi soldi

- Che successivamente, in data 14 dicembre 2009, l’allora assessore all’Ambiente Castiello presentò alla stampa un macchinario per la pulizia delle scritte sui muri e delle gomme da masticare sui marciapiedi (ma diverso da quello inizialmente scelto dall’Asia) acquistato a suo dire con fondi dell’assessorato

- Che in questo momento il macchinario è fermo e non si sa per quale motivo non venga utilizzato, dove e da chi sia custodito

- Che in data 14 luglio 2011 un emendamento al Bilancio di previsione per l’esercizio 2011 presentato dall’opposizione ma fatto proprio dalla maggioranza impegnava, ancora una volta, l’Amministrazione ad appostare risorse finanziarie per l’avviamento, di una campagna di sensibilizzazione contro l’imbrattamento delle mura degli edifici storici, delle pavimentazioni delle piazze del centro storico e contro gli atti vandalici ai danni dei monumenti e delle opere d’arte “Operazione decoro Urbano: mura e strade pulite, monumenti e opere d’arte al sicuro”

- Che tali risorse, individuate in euro 10mila, la cui erogazione avrebbe dovuto essere disciplinata da apposito regolamento e avrebbero dovuto essere attinte dal Titolo I Funzione 5 (funzioni relative alla Cultura e ai Beni Culturali), non sono ancora state appostate

- Che autorevoli esponenti della maggioranza in Consiglio (in primis il presidente della Commissione Ambiente Nazzareno Lanni) garantirono il fattivo recepimento di tutti gli emendamenti entro 90 giorni da quella stessa data (ne sono passati 180)

- Che quell’emendamento impegnava altresì l’Amministrazione a trasferire all’Asia le prerogative di utilizzo del macchinario per la pulizia delle scritte sui muri e la rimozione delle gomme da masticare

interroga

 l’Assessore all’Ambiente Luigi Abbate per sapere, con risposta urgente e scritta:

 - Perché non è stato dato seguito alla deliberazione consiliare del 10 giugno 2008 “Operazione decoro urbano: mura e strade pulite” nonostante sia stata votata all’unanimità;

- Che fine hanno fatto le risorse impegnate per quella deliberazione dai vari assessorati (e se sono quindi state realmente impegnate) o come qualcuno riferì all’epoca, sono state utilizzate per altre finalità amministrative

- Quanto è costato il macchinario acquistato dal settore Ambiente e con quali fondi è stato pagato

- Quanto tempo è stato in funzione il macchinario prima di non essere più utilizzato

- Se esistono risultanze fotografiche o video degli interventi fatti con tale macchinario

- Perché il macchinario non viene utilizzato e se è danneggiato perché non viene riparato

- Dove e da chi è custodito il macchinario

- PerchĂ© non è stato dato seguito all’emendamento al Bilancio fatto proprio dalla maggioranza in data 14 luglio 2011 che prevedeva l’appostamento di euro 10mila per la campagna “Operazione decoro Urbano: mura e strade pulite, monumenti e opere d’arte al sicuro” e non è stato ancora affidato il macchinario all’Asia’

 

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628