Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Riordino delle Province, il Coordinamento delle Autonomie vara un documento

Scritto da il 18 settembre 2012 alle 12:30 e archiviato sotto la voce AttualitĂ , Politica, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il Coordinamento Permanente delle Autonomie Locali del Sannio, riunito alla Rocca dei Rettori, sede della Provincia di Benevento, ha approvato ieri 17 settembre, alla unanimità dei presenti un Documento nel quale si richiede, in materia di riordino delle Province (cosiddetta “spendig review”) che lo stesso riordino in Campania si articoli su quattro Province (Avellino, Benevento, Caserta e Salerno) ed una Città Metropolitana, conformemente a quanto già deliberato sia dal Consiglio Provinciale di Benevento che da quello Regionale della Campania. Il Documento costituirà base di confronto in sede di Tavolo regionale di coordinamento delle autonomie locali già convocato in Napoli per i prossimi giorni.

Questo il Testo del Documento:

IL COORDINAMENTO PERMANENTE DELLE AUTONOMIE LOCALI DEL SANNIO, RIUNITOSI IL GIORNO 17 SETTEMBRE 2012, PRESSO LA ROCCA DEI RETTORI, SEDE DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO

Visto l’art. 17 del Decreto Legge 95/12, convertito con modificazioni nella Legge 135/12 che detta disposizioni in materia di riordino di tutte le Province delle Regioni a statuto ordinario;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 luglio 2012 con la quale sono stati fissati i requisiti minimi per il riordino delle Province individuati nella dimensione territoriale e nella popolazione;

Viste che le citate disposizioni prevedono che il Consiglio delle Autonomie Locali, o comunque l’organo regionale di raccordo tra Regioni ed Enti locali, approvi un’ipotesi di riordino relativa alle Province ubicate nel territorio della rispettiva Regione da sottoporre all’approvazione della Regione stessa per la successiva proposta di legge di iniziativa governativa;

Visto che in sede di Conferenza delle autonomie locali, riunitasi in Napoli l’8 agosto scorso, i rappresentanti di Provincia e Comune di Benevento si sono fatti promotori di una proposta, approvata all’unanimità dalla Conferenza, che prevede per la regione Campania un piano di riordino fondato su una Città metropolitana e quattro Province;

Visto che il Consiglio Provinciale di Benevento, in data 10 settembre 2012, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno con il quale ribadisce che il piano di riordino debba essere fondato su quattro province ed una città metropolitana, confermando in particolare i pilastri dell’attuale assetto territoriale della regione individuati nelle Province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno quali componenti costitutivi e irrinunciabili dell’identità regionale campana;

Visto che il Consiglio Regionale della Campania, riunitosi a Benevento l’11 settembre 2012, ha approvato un ordine del giorno con il quale la Regione stessa è impegnata a proporre al Governo il riordino del territorio regionale articolato nella Città metropolitana di Napoli e in quattro province da ridefinire con riferimento ai criteri di equilibrio demografico, di omogeneità ed identità territoriale, socio-economico e storico-culturale;

Preso atto che relativamente all’intero corpo normativo sopra citato ampi e fondati appaiono i rilievi di illegittimità e incostituzionalità puntualmente rilevati sia dalla Conferenza delle Autonomie Locali che dallo stesso Consiglio Regionale il quale, nel citato ordine del giorno, ha impegnato la Regione Campania ad impugnare i citati provvedimenti nelle sedi competenti;

Ritenuto che, indipendentemente dagli esiti delle auspicabili e condivisibili iniziative giudiziarie, il territorio della Provincia di Benevento, per il tramite dei sottoscritti Sindaci, debba assumere sulla vicenda una chiara posizione;

Visto che lo stesso assessore agli Enti locali della Regione Campania ha ribadito che per trasformare in proposta la volontĂ  giĂ  espressa dal Consiglio Regionale sia indispensabile la partecipazione dei Comuni;

Ritenuto che le ragioni di un’area interna della regione Campania con spiccate identità storiche, culturali, sociali ed economiche, come la Provincia di Benevento, debbano essere adeguatamente difese e salvaguardate nell’ipotesi di riordino che la Regione Campania si appresta a varare;

Ritenuto che senza ombra di dubbio le popolazioni dei Comuni che i sottoscritti sindaci rappresentano siano fortemente convinti della necessità di rimanere nell’ambito della riordinata Provincia di Benevento;

Ritenuto quindi di condividere pienamente e fare proprie le ragioni giĂ  ampiamente esposte e costituenti base dei ricordati ordini del giorno approvati dal Consiglio Provinciale e dal Consiglio Regionale;

DELIBERA

di condividere e fare propri gli ordini del giorno approvati dal Consiglio Provinciale e dal Consiglio Regionale di cui in premessa;

di aderire con assoluta convinzione alla proposta di riordino della regione Campania articolata nella CittĂ  metropolitana e in quattro Province facenti capo alle cittĂ  di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno;

di ribadire con forza l’assoluta volontà dei Comuni qui rappresentati di rimanere nell’ambito della riordinata Provincia di Benevento.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628