Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Basket, strepitosa Magic Team: abbattuta la corazzata Molfetta

Scritto da il 16 gennaio 2012 alle 13:13 e archiviato sotto la voce Pallacanestro, Sport. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

C’è chi sperava che questa squadra fosse morta col derby. Che questi ragazzi non avessero più voglia di lottare o sbucciarsi le ginocchia. Che i risultati ottenuti siano stati delle “casualità”.
La Magic Team ha smentito tutti, e zittito i tanti che già intonavano il De Profundis di un gruppo, che da due mesi a questa parte lotta contro ogni tipo di avversità, sia fisica che disciplinare, e che non è al completo da fine novembre.
Vittoria di cuore piĂą che di testa, di carattere piĂą che di gioco, di voglia piĂą che di forza. Contro un avversario strepitoso, una delle vere corazzate del girone, con giocatori che rappresentano un vero e proprio lusso per la categoria.
La Gammauto si presenta al PalaTedeschi senza il pivot De Gennaro, mentre i padroni di casa erano privi di Novatti, alla prima delle quattro giornate di squalifica comminate dal Giudice sportivo.
L’avvio è tutto di marca ospite (1 – 6), con le segnature di Bei e Corvino, che stordiscono i sanniti prima che Danzi dalla lunetta, Cupito dalla lunga distanza e il rientrante Moccia( l’ala napoletana chiuderà con 17 punti ma soprattutto con alcune fondamentali giocate difensive, che hanno rappresentato benzina sul fuoco della rimonta beneventana) riducano lo svantaggio a sole due lunghezze (6 – 8). I pugliesi non ci stanno e con un poderoso parziale doppiano Paci e compagni (8 – 16): Bei è immarcabile, Corvino e Lombardo fanno male dalla lunga distanza. Sembra notte fonda, e il canestro di Sancilio in chiusura di parziale conferma l’assoluto dominio ospite.
La seconda frazione segue la falsariga della prima : i pugliesi bombardano dall’arco dei 6.75 grazie ad uno scatenato Sancilio (9 punti nel primo tempo per lui), i sanniti si affidano a Danzi, Cupito (16 punti e 6 rimbalzi per lui al termine) e a Moccia che con una bomba a fil di sirena permette alla Magic Team di andare al riposo lungo sotto di 7 lunghezze (40 – 47).
I primi minuti del terzo quarto rappresentano una sorta di gara del tiro da 3 punti tra i vari Moccia, Corvino e Lombardo, con gli uomini di coach Casadio che provano a stringere le maglie della rete difensive con le buone giocate di Iannicelli e che grazie a 5 punti consecutivi di uno strepitoso Buontempo e un canestro di Camera (doppia doppia sfiorata per il lungo oplontino che chiuderà con 11 punti e 9 rimbalzi)  arrivano all’ultimo mini riposo con soli 4 punti da recuperare (64 – 68).
Nell’ultima frazione di gioco la furia dei padroni di casa capitanati da Catillo travolge la squadra di coach Gesmundo. Una difesa asfissiante sporca le percentuali di Bei, Lombardo si auto – elimina dalla contesa con due falli nel giro di dieci secondi e Corvino rimane solo a cercare di arginare i padroni di casa.
I canestri di Paci e Camera firmano la parità a quota 70, prima che lo stesso play di Pescia con una tripla regali il primo vantaggio della partita ai padroni di casa (73 – 70). Ancora Paci da 3 punti (che chiuderà con 20 punti e 4 assist l’incontro, con 4/7 dalla lunga distanza)e Buontempo determinano la prima minifuga biancoblù, ulteriormente implementata da un Danzi pressoché infallibile dalla lunetta (13 dei 18 punti finali del lungo romano arriveranno dalla linea della carità, senza dimenticare gli 11 rimbalzi, molti dei quali catturati negli ultimi minuti di partita, determinanti per lo score finale).  Gli ospiti provano a rientrare con una bomba di Di Lauro (88 – 82), ma Paci è immarcabile, sia da sotto che dalla lunga, la difesa di Buontempo(prova assolutamente devastante del giovane play sannita, che oltre agli 11 punti, massimo in carriera, aggiunge ben 5 assist, rivelandosi decisivo nei momenti chiave sia in attacco che in difesa) innervosisce Corvino, mentre Danzi continua a macinare punti su tiri liberi.
Alla sirena finale esplode la festa di un gruppo che a dispetto delle voci parla coi fatti, e sul campo dimostra quanto sia ancora vivo, e quanta rabbia e voglia di lottare abbia in corpo.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628