Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Cimitile dimostra l’illegittimitĂ  del riordino delle Province

Scritto da il 10 settembre 2012 alle 18:48 e archiviato sotto la voce Politica, Territorio, Testata. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

Il presidente della Provincia di Benevento, Aniello Cimitile, ha trasmesso ai colleghi presidenti delle Province d’Italia e ai presidenti dei Consigli Provinciali il parere redatto dal prof. Pietro Ciarlo, docente di Diritto Costituzionale presso l’Università di Cagliari, sul riordino delle Province previsto dall’art. 17 del Decreto n. 95 poi convertito in legge con modificazioni e sulla conseguente deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 luglio 2012. La comunicazione è stata inviata nel contempo al Direttivo nazionale dell’Unione delle Province d’Italia nonché ai direttori Upi regionali per conoscenza.

Nella lettera di accompagnamento, il presidente Cimitile ha fatto riferimento ai due pareri di illustri personalità giuridiche, commissionati e diffusi dall’Upi la settimana scorsa. Per il presidente, in tale iniziativa si nascondono due obiettivi non dichiarati da parte dell’Upi: ossia negare alle Province addirittura le possibilità di presentare ricorso alla Corte Costituzionale contro il Decreto n. 95 e di avanzare anche il ricorso al Tar Lazio avverso il provvedimento amministrativo del Consiglio dei Ministri, che fissa i parametri per il riordino delle province.

Il presidente Cimitile ha dichiarato di rigettare i contenuti dei pareri giunti da Roma in quanto rientrano nella “sciagurata politica dell’Upi di abbandonare, anzi di condannare a morte la Maggioranza delle Province d’Italia”.

Il parere del prof. Ciarlo sostiene l’illegittimità dell’art. 17 del Decreto n. 95 in quanto è in contrasto con gli articoli 3 (principio di uguaglianza), 5 (principio autonomistico) e 133 (tutela delle identità comunali e provinciali) della Carta costituzionale. Medesimo giudizio per la deliberazione amministrativa del Governo che, per il costituzionalista, può essere impugnata in maniera autonoma.

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628