Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

Aceto alla riunione sulla valorizzazione dei siti Unesco: Acquedotto carolino

Scritto da il 8 marzo 2012 alle 17:27 e archiviato sotto la voce Ambiente, Attualità. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

L’assessore della Provincia di Benevento all’ambiente, Gianluca Aceto, anche su delega dell’assessore all’urbanistica Giovanni Bozzi, ha partecipato presso la Soprintendenza ai beni culturali di Caserta ad una riunione, convocata dalla Soprintendente arch. Raffaella David, finalizzata alla valorizzazione dei siti dichiarati Patrimonio UNESCO e cioè: l’Acquedotto carolino, che alimenta la Reggia di Caserta, la stessa Reggia e San Leucio in Terra di lavoro.

All’incontro hanno preso parte oltre alla Provincia di Benevento, anche quella di Caserta e il suo Comune capoluogo. Come si ricorderà, la Provincia di Benevento, con gli altri Soggetti istituzionali, ha siglato un Protocollo di collaborazione per la valorizzazione dell’Acquedotto carolino, che nasce nel Sannio, alle sorgenti del Fizzo in Bucciano, attraversa Moiano e Sant’Agata de’ Goti, e quindi entra in Terra di Lavoro, per alimentare i giochi d’acqua della Reggia.

L’opera, firmata dal genio architettonico di Luigi Vanvitelli (1700-1773), commissionata dal Re Carlo III di Borbone, da cui il nome “Carolino”, dichiarata Patrimonio UNESCO nel 1997, necessita di interventi di manutenzione e valorizzazione in particolare per quanto riguarda il suo tronco sannita, di fatto non visibile dal pubblico se non in modesti tratti. Proprio su questo punto molto ha insistito l’assessore Aceto, ricordando peraltro quanto la Provincia ha voluto fare negli ultimi tempi per la riscoperta di questo bene, unitamente alla valorizzazione della risorsa “acqua” nell’ambito, ad esempio, della celebrazione della “Giornata Mondiale dell’Acqua” e del progetto “Parco delle Acque” dell’arch. Italo Rota.

L’assessore ha quindi suggerito di avvalersi anche delle potenzialità operative e di apporto di dati e di monitoraggio del Marsec, la stazione di monitoraggio satellitare, nonché di sottolineare la problematica dell’Acquedotto nell’ambito delle pianificazioni urbanistiche dei Comuni interessati.

Su tali coordinate è stata trovata ampia intesa e si è stabilito di giungere alla redazione, con la cooperazione dell’Università degli studi di Napoli, di un Piano gestionale del complesso dei tre Siti Unesco. Su proposta della Soprintendente è stato inoltre definito un percorso che intende realizzare una sinergia degli stessi siti con la Chiesa di Santa Sofia di Benevento, entrata a fare parte della prestigiosa lista nel giugno dello scorso anno. E’ stato stabilito infine un cronoprogramma di lavoro per l’approvazione definitiva del Piano di gestione. La prossima riunione è stata fissata per la fine di marzo.

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628