Edil Flex Sannio Disinfestazione Edil Appia Expert Office Mercatino Streghe Gabetti Agriturismo La Morgia Gabetti Ferrone GEST.ECO

Samnites Gens fortissima Italiae

Il Sannita.it

direttore Antonio De Cristofaro

S. Giorgio del Sannio, Genito: ‘E’ troppo comodo fare il Sindaco dalla ‘poltrona’

Scritto da il 7 febbraio 2012 alle 21:53 e archiviato sotto la voce Foto, Territorio. Qualsiasi risposta puo´ essere seguita tramite RSS 2.0. Puoi rispondere o tracciare questa voce

S. Giorgio del Sannio, Genito: ‘E’ troppo comodo fare il Sindaco dalla ‘poltrona’

‘Pur apprezzando lo sforzo (a nevicata avvenuta conoscendo l’annunciata emergenza) fatta dal comune di San Giorgio del Sannio  - scrive in una nota il consigliere comunale Maurizio Genito – non posso non notare che “ad ora” ancora la viabilità delle strade principali della città è forse al 50% poco percorribile o non percorribile.

È emergenza è vero ma l’emergenza si pianifica nel tempo dovuto e con i “fondi di emergenza”…prevenire quando si sa (e si sapeva!) aiuta a non sbagliare o sbagliare poco….speriamo che serva di lezione… il Sindaco qualche risposta in merito ce la dovrà dare spiegandoci il Suo progetto di emergenza annunciata.

Spero solo che chi dovrà lavorare o raggiungere il proprio posto di lavoro lo possa fare …siamo nel 2012 e 10/20 o 50 cm di neve non possono bloccare la quotidianità ….mi auguro che almeno il sale per le strade il Sindaco abbia provveduto in tempo a comprarlo e dato ordine di spargerlo questa notte.

Un grazie ai dipendenti del comune che oggi si sono turneggiati dentro e fuori il comune e ai giovani volontari della protezione civile che si sono dati da fare …tutto purtroppo senza un piano di gestione emergenza studiato e pianificato nel tempo annunciato…

Era mio dovere da cittadino denunciare ció ma da amministratore pubblico lo è ancor di più..

Questo è quanto ho pubblicato alle 20,50 di sabato 4 febbraio sulla mia pagina Facebook.

Oggi 7 febbraio ’12 ancorchè la viabilità principale è pulita e percorribile al 50% con la sola aggravante di aver letteralmente “murato con la neve spostata” gli ingressi ad abitazioni e uffici, mi preme sottolineare con soddisfazione morale che più di 100 famiglie abitanti alla contrada Cesine che erano senza energia elettrica sin da venerdì 3 febbraio, da ieri (6 febbraio) alle 18 possono tornare a scaldarsi.

Le stesse famiglie, dopo aver interpellato il Sindaco di San Giorgio del Sannio ed essere state liquidate con un semplice “ non posso fare di più”, mi hanno esposto il problema ieri mattina ed immediatamente ho provveduto a segnalare il problema all’assessore provinciale Gianvito Bello il quale ha subito allertato l’unità di crisi presso la Prefettura di Benevento.

La dr.ssa Circelli (che ringrazio infinitamente per la tempestività) mi ha subito dato il numero del geom. Iadanza dell’Enel il quale, interpellato da me, ha subito disposto un sopralluogo sulla zona con propri tecnici accompagnati da me riconoscendo priorità.

Alle 15,30 con la squadra coordinata da Giovanni Barricelli (Enel) insieme alla ditta convenzionata ElettroVit di Ottaviano e il suo capo operaio Angelo Gioiello, ci siamo riportati in c.da Cesine dove gli stessi hanno incominciato l’operazione di riparazione dei fili che erano letteralmente spezzati; ci siamo portati poi a Via masseria delle Monache dove hanno provveduto a sistemare anche l’altro importante guasto.

Personalmente credo di aver fatto solo il mio dovere di amministratore ma mi chiedo come mai il Sindaco, che è anche un Consigliere Provinciale, non abbia pensato di dare priorità alla cosa alzando il telefono e facendo proprio quello che ho fatto io.

Potrebbe sembrare una sterile polemica ma non lo è perché né il Sindaco né il suo assessore alla viabilità si sono preoccupati di girare le zone rurali del nostro comune pur sapendo che più di cento famiglie composte anche da tanti bambini e tantissimi anziani (alcuni anche malati) fossero senza un bene primario.

Tutto ciò induce ad una riflessione che mi augurerei facessero anche quelle famiglie che hanno creduto nell’uomo e nell’amministratore: non c’è politica che tenga di fronte a tutto ciò ma solo la morale umana che ti fa essere anche un buon amministratore.

Purtroppo la sua è una gestione di regime che non consente a nessuno di prendere alcuna decisione pur avendo nella sua squadra qualche assessore che, come in passato, si sarebbe sicuramente preoccupato personalmente di prevenire la situazione e di gestirla direttamente sul campo.

Mi auguro che il Sindaco Ricci, passata questa sfuriata meteorologica, voglia confrontarsi, rendere conto a noi e ai cittadini del suo operato in un Consiglio Comunale che chiederemo di autoconvocare unitamente al Consigliere Dario Nardone, al fine di stigmatizzare gli accadimenti e le procedure adottate dallo stesso.

E’ troppo comodo fare il Sindaco dalla “poltrona” ma come lui assolutamente assente l’assessore Barricella delegato alla viabilità, fatta salva la presenza e volontà dei dipendenti comunali tutti che, in questa occasione, sono stati precettati e li ringrazio ma hanno dovuto operare senza nessuna pianificazione programmata.

Farebbe bene a non autoproclamarsi ma ad abbandonare la poltrona e dimettersi all’istante  vista l’incapacità politico-programmatica dimostrata.

Sono certo di interpretare anche la voce silente dei tanti cittadini che lo hanno voluto Sindaco della nostra città’

 

 

Rispondi

Stampa Stampa
Associazione SANNITAMANIA - Via San Gaetano, 22 - 82100 Benevento - P.IVA e C.F. 01581310628